“Dante si ispirò a Bismantova per il Purgatorio”

CASTELNOVO MONTI (16 ottobre 2010) – Per Dante lassù ci si arrivava solo se dotati d’ali. Ma se questa affascinante teoria fosse confermata, con queste ali si potrebbe volare davvero lontano. Al punto di immaginare che gli studenti del "Cattaneo-Dall'Aglio" di Castelnovo ne' Monti che ogni giorno studiano al cospetto del celebre sasso possano avere il privilegio (se così si può dire) di svolgere le lezioni ogni giorno nientepodimenochè da una delle principali muse ispiratrici della Divina Commedia. L’opera miliare della lingua italiana, ma anche croce e odissea di generazioni di studenti.

Cosa è successo? Che prende sempre più corpo la teoria secondo la quale Dante Alighieri si sia ispirato proprio alla Pietra di Bismantova per immaginare il "suo" Purgatorio fatto a gradoni nella Divina Commedia. A rilanciare la suggestiva ipotesi, infatti, è stata Clementina Santi, scrittrice dell’Associazione scrittori reggiani e già assessore alla cultura della Comunità montana e docente di italiano e latino presso il liceo di Reggio Emilia, intervenuta alla presentazione del libro di Cesare Capone “Bismantova e la sua Madonna. Una storia dimenticata” (Abra Edit), incentrato sulla storia dell’immagine miracolosa del santuario.

“Sicuramente – ha detto la Santi – la Pietra di Bismantova nei secoli del medioevo era assai diversa da come la conosciamo ora. Era più dura, così come la ricordiamo nelle vecchie cartoline, in quanto il disboscamento sistematico rendevano il sasso visibile. In quei secoli la si poteva vedere nuda, a gradoni. E così la dovette vedere anche Dante Alighieri nel suo transito verso Luni. Probabilmente vi salì sopra, se dovette restarne impressionato per citarla nel IV canto del Purgatorio. E forse a questa confermazione a gradoni si ispirò proprio nel pensare allo stesso purgatorio, che raffigurò così”.

L’ipotesi della professoressa Santi, di fatto, si aggiunge a quanto si può anche leggere su Wikipedia in proposito “La Pietra di Bismantova venne scalata da Dante che la cita nella Divina Commedia, e probabilmente lo ispirò nella descrizione del Monte del Purgatorio”.

* * *

LA CELEBRE CITAZIONE DANTESCA

«Vassi in Sanleo e discendesi in Noli,
montasi su Bismantova in cacume
con esso i piè; ma qui convien ch’om voli;

dico con l'ale snelle e con le piume
del gran disio, di retro a quel condotto
che speranza mi dava e facea lume»

(Dante, Purgatorio, canto IV, vv.25-30)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. …e forse alle donne di questi luoghi
    Mi pare di ricordare che sulla sommità del purgatorio Dante incontri una donna, una certa Matelda. Chiedo alla prof. Santi se in questa donna possono esserci dei riferimenti alla signora di questi luoghi, Matilde di Canossa.

    (Nicoletta Silvetti)

    —–

    @CAvendo come redazione presenziato, crediamo di poter rispondere noi affermativamente a questa domanda. Comunque sarà ovviamente benvenuto, se vorrà, un intervento della Santi.

    (red)#C

    Rispondi
  2. Disponibilità per voi del sito http://www.danteforlife.it
    Grazie mille per la segnalazione. Se gradite inviarmi una comunicazione sulla scoperta o un intervento scritto posso pubblicarlo sul sito http://www.danteforlife.it, che è per l’appunto dedicato alla Commedia e al Poeta. Magari ne nasce una collaborazione nel reciproco interesse e con lo spirito di condivisione.
    Un saluto cordiale.

    (Enrico Cerni)

    Rispondi
  3. Sulla Pietra di Bismantova con i piedi
    Voglio precisare, interpretando Dante, che sulla Pietra ci si va con i piedi, viceversa sul monte del Purgatorio ci si va volando. E` possibile che il Divino Poeta si sia ispirato per concepire il Monte del Purgatorio fatto a gradoni, proprio alla Pietra di Bismantova.

    (Bruno Tozzi)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48