A Bergogno Matilde ha cacciato col falcone

BERGOGNO (Casina, 25 giugno 2011) – Si è conclusa domenica scorsa una tre giorni molto intensa e ricca di novità la II edizione della festa medievale del pane organizzata dall’associazione “Bergogno Medievale” in collaborazione con il Circolo Culturale “Donizone da Canossa” e con la presenza di Con.V.A (il Consorzio per la valorizzazione dei prodotti dell’Appennino).

Grande interesse al consueto Convivio storico che ha aperto venerdì alle ore 20.30 la prima serata con la relazione dell’architetto Paolo Soragni sul tema “Interventi di restauro architettonico nei borghi storici”, seguita dall’offerta di un antico aperitivo a base di ippocrasso.

Dopo la passeggiata naturalistica di sabato mattina nei dintorni di Bergogno e Canossa, il grande concerto del quartetto d’archi del “Premio Borciani” nell’antica Corte Barbieri, poi gente sistemata anche nell’ingresso del ristorante “Borgo Antico” la sera, al momento gastronomico che aveva per titolo “A cena con Matilde”. La cena medievale, con pietanze tipiche del medioevo, su prenotazione.

Parcheggi esauriti la domenica pomeriggio con l’antico borgo canossano invaso da tantissima gente giunta dalla pianura a gustare l’antico sapore del pane cotto negli ultimi forni a legna ancora funzionanti. Nelle aie e sotto i portici si è svolto il mercato medievale degli antichi mestieri e dei prodotti tipici di produttori e aziende locali e poi l’apertura, nel tardo pomeriggio, del grande corteo storico con l’esibizione degli Sbandieratori di Fornovo sul Taro. Numerosissime le comparse e i gruppi in costumi d’epoca. Grandissima curiosità e vivo interesse, oltre al giullare di corte (Gianmarco Bertolini) scritturato per lo spazio bimbi, ha destato il gruppo di Falconieri “Borgo Castello” giunto da Savignano sul Panaro con alcuni esemplari di rapaci addestrati all’antica tecnica di caccia, risalente nientemeno che al tempo degli Egizi. Anche Matilde di Canossa (impersonata dall’attrice Elisa Montruccoli) ha voluto concludere il corteo con un magnifico esemplare sul braccio guantato, in ricordo delle locali cacce da Grancontessa.

La II edizione de “Il pane di Matilde” si è conclusa nella tarda serata di domenica 19 giugno con l’esibizione veramente molto bella e suggestiva del Gruppo di Fornovo sul Taro che per l’occasione ha sfoggiato un nuovo tipo di bandiere fluorescenti. Gli organizzatori, molto soddisfatti, già pensano al prossimo anno.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48