“Furti, situazione straordinaria”. Nei commenti la risposta del sindaco

Casale, Virola, Monteduro,Felina, Castelnovo centro.. Entrano in casa di notte, in pieno giorno magari con qualcuno nell’altra stanza. Rubano di tutto, tv, soldi, telefonini, oggetti di valore, oro. La gente non si sente tranquilla e non sa come comportarsi e come difendersi da questa escalation di furti in abitazione. Chi ne è già stato vittima difficilmente prende sonno con facilità e rispunta la paura. Nei bar, dal panettiere, al supermercato e per strada non si parla d’altro; i furti sono l’argomento all’ordine del giorno. Quando i cittadini sono in questo stato e chiedono protezione non è certamente sufficiente un modesto comunicato del sindaco sul foglio web locale per mettere a posto una situazione che merita per la sua straordinarietà e per gli effetti sul clima del paese una attenzione adeguata e ben altre risposte.

Occorre una fase di ascolto dei cittadini e soprattutto fare qualcosa di concreto, subito. E’ indispensabile collaborare coi Carabinieri almeno nel pattugliamento del territorio comunale. Salta subito agli occhi il problema della Polizia municipale di Castelnovo ne’ Monti: abbiamo tutti la sensazione di vivere in un paese “militarizzato” dai vigili che si appostano in ogni dove per sorprendere e multare gli incauti automobilisti salvo poi rifiutarsi di incontrare i cittadini che a ragione portano le loro istanze. Il sindaco deve imporre al comandante Longagnani di ridurre di alcune ore gli appostamenti stradali e sostituirli con pattugliamenti notturni coordinati coi Carabinieri e le altre forze armate.

Meno multe, più pattugliamenti.

Per qualche mese il Comune incasserà meno danari dalle multe ma la gente, forse, si sentirà più protetta. Temo però che questa Amministrazione non sia in grado di indirizzare la Polizia municipale che sembra una entità a sé che risponde solo al proprio comandante anziché al sindaco. Occorre evitare nel modo più assoluto che i ragionamenti da bar tipo… ronde notturne di cittadini volontari oppure rudimentali forme di autodifesa prendano il sopravvento sulla necessità che la comunità si stringa intorno alle istituzioni, alle forze dell’ordine e in un ambito di grande collaborazione affronti compatta questo difficile  momento.

Nel prossimo Consiglio comunale si discuterà l’ordine del giorno col quale chiediamo tre cose:

1) assemblea pubblica o consiglio comunale aperto con la presenza delle forze dell’ordine;

2) immediato utilizzo delle Polizia municipale sottraendo il 50% delle ore destinate alle multe impiegandole nei pattugliamenti notturni;

3) richiesta al prefetto e alla presidente della Provincia per un potenziamento degli effettivi in servizio in montagna.

(Federico Tamburini, lista "Persone e montagna")

* * *

Correlati:

- Guardie e ladri (17 novembre 2012)

Furti: turni notturni della Polizia municipale (4 dicembre 2012)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

19 Commenti

  1. Bell’idea!

    (Commento firmato)

    Rispondi
  2. Perchè le ‘ronde’ sono così sbagliate? In altri paesi in Italia con altri nomi ci sono, io mi sentirei più sicuro sapendo che c’è gente della zona che aiuta a identificare ‘estranei’. Alla sera in giro non c’è mai nessuno, non credo ci voglia molto, più occhi servono sempre.

    (Cerro)

    Rispondi
  3. Speriamo che l’amministrazione colga questa ennesima occasione per dare una sterzata decisa nella gestione della Polizia municipale.

    (Alex G.)

    Rispondi
  4. Diamo la possibilità di legittima difesa in casa, vedrete che ci penseranno 10 volte prima di presentarsi. O proteggiamo i delinquenti o facciamo sentire protetti i residenti nelle loro abitazioni?
    Che ne dite??

    (Eros)

    Rispondi
  5. A casa del sindaco e degli assessori per curiosità hanno mai rubato?

    (CF)

    Rispondi
  6. Pienamente d’accordo con l’utilizzo della polizia municipale che così si dedicherebbe alla pubblica utilità anzichè al terrorismo, ma sul potenziare il servizio delle forze dell’ordine mi sembra che di carabinieri e poliziotti a Castelnovo ce ne siano in abbondanza! Per curiosità quanti sono i carabinieri? Non è che forse andrebbe ottimizzato anche il loro lavoro? Forse anche per loro dovrebbe valere meno multe e più controlli!

    (Monica)

    Rispondi
  7. Condivido pienamente l’esposto della lista civica “Persone e montagna”!!!

    (Angela Pellegrini)

    Rispondi
  8. Davvero strumentale, demagogico e mi permetta per restituirgli il complimento, modesto l’intervento del capogruppo Tamburini. Certamente legittimo cavalcare la paura e le preoccupazioni dei cittadini per questa ondata di furti, certamente legittimo sfruttare ed amplificare il malcontento dei soliti noti ed ignoti sulla attività della polizia municipale e del suo comandante, ma occorrerebbe avere più rispetto per l’istituzione di cui si fa parte indipendentemente dall’appartenenza politica o a gruppi consiliari diversi da quelli di maggioranza. Il mandato dato ai propri vigili dall’amministrazione comunale è chiaramente quello della cortesia, dell’educazione, di un rapporto costruttivo e leale, ovviamente nel rispetto delle regole del vivere civile e non quello di fare cassa; poi prendere una multa non fa piacere a nessuno.
    Non voglio certamente giustificare o difendere a tutti i costi la polizia municipale, anzi invito, come sempre, i cittadini che si sentano eventualmente oggetto di arroganza, scortesia o soprusi da parte dei vigili o di qualsiasi altro dipendente comunale a rivolgersi direttamente al sindaco, ed annuncio che senza preavviso parteciperò al loro orario di ricevimento. Tuttavia occorre ricordare che già il comandante Longagnani e il corpo di polizia locale sono stati oggetto di mozioni, interpellanze ed “interrogatori” da parte dei gruppi consiliari e ne sono usciti, come possono confermare gli stessi consiglieri, sempre bene. Ricordo inoltre che i nostri vigili hanno svolto turni notturni per anni ed anche nella scorsa estate, 2 mesi fa, ne hanno fatti 15. Se occorre nuovamente farli lo valuteremo insieme alle forze dell’ordine con le quali in questi giorni mi sono confrontato. A tal proposito vorrei ricordare che il capitano Amoroso mi ha giustamente chiesto più che turni aggiuntivi dei vigili di sensibilizzare e chiedere ai cittadini collaborazione e più attenzione. Mi ha detto che non è possibile giustamente lasciare una macchina, poi rubata, aperta con le chiavi inserite, il portafoglio ed il telefonino in bella evidenza; che non è possibile lasciare un’altra macchina aperta con le chiavi di casa sopra, la casa è stata poi derubata; che non è possibile ignorare la segnalazione della vicina di casa che ha visto una macchina e persone sospette che armeggiavano la porta del negozio e non avvisare i carabinieri. Il Capitano mi ha anche rassicurato che ha messo in campo un numero maggiore e per lui sufficiente di pattuglie e che come al solito stanno lavorando e presidiando maggiormente il territorio ed i risultati non tarderanno. Ringrazio lui ed i suoi uomini a nome dell’intera comunità per il prezioso lavoro che svolgono. Valuteremo domani mattina con il comandante della polizia municipale eventuali turni notturni aggiuntivi in accordo con i Carabinieri, ma voglio ricordare che i vigili non sono militari, non prendono ordini ma anche per diverse turnazioni occorrono consensi sindacali e pagamenti straordinari. Ringrazio poi il signor C.F. per avere fatto rivivere, non tanto a me che ho scelto di essere un uomo pubblico ma ai miei famigliari, la bruttissima esperienza di un furto nella propria casa. Si, Caro Signor C.F., i ladri sono entrati nel 2005 nella mia casa, hanno aperto e rovesciato tutto quello che hanno potuto, hanno rubato un computer regalato il giorno prima ai miei figli e tutto quello che hanno trovato: gioielli e tanti piccoli e grandi ricordi della nostra famiglia che, al di là del valore pecuniario, ne avevano tantissimo da un punto di vista affettivo. La sua affermazione è davvero di cattivissimo gusto e fuori luogo. Tornando alla mozione del capogruppo di “Persone e montagna”, risponderemo come sempre in consiglio, serenamente e costruttivamente.

    (Gian Luca Marconi – sindaco)

    Rispondi
  9. Se il mandato dell’Amministrazione ai vigili è chiaramente quello della cortesia, dell’educazione, di un rapporto costruttivo e leale non ci si spiega, e il caso F. Magnani e i relativi commenti lo confermano, come mai i vigili stessi si comportino in modo scortese, maleducato e sleale. O il mandato è diverso o i vigli fanno quello che pare a loro.

    (Federico Tamburini, consigliere)

    Rispondi
  10. Questa sera mi sono confrontato anche con l’ispettore Roberto Rocchi della Polizia di Stato sul tema dei ripetuti furti nelle abitazioni. Ho avuto la sua più ampia disponibilità a una azione congiunta e coordinata per il controllo del territorio. Anche la Polizia di Stato inizierà ad intensificare pattugliamenti e controlli per prevenire questa recrudescenza di atti criminosi. Ringrazio davvero l’ispettore Rocchi ed i suoi uomini. Ricordo di nuovo anche il Capitano Amoroso ed i Carabinieri, tutti impegnati per la sicurezza dei Cittadini. Queste sono le Istituzioni, questo è lo Stato senza demagogia e strumentalizzazioni!

    (Gian Luca Marconi, Sindaco)

    Rispondi
  11. La versione di Felicino Magnani e la relazione scritta e sottoscritta dall’agente della polizia municipale sono completamente divergenti. Il mandato ai vigili è molto chiaro. Se il capogruppo Tamburini è così convinto della maleducazione, arroganza, slealtà e a questo punto della falsità della Polizia municipale si faccia avanti ed essendo consigliere comunale porti casi e prove documentate. Ad ognuno il suo compito e le sue responsabilità.

    (Gian Luca Marconi, sindaco)

    Rispondi
    • Mi domando come si possa documentare, a questo punto, il comportamento dei vigili… (che tutti a Castelnovo conoscono), se nemmeno presentando gli scontrini di sosta come ha fatto il signor Magnani si puo avere ragione dei propri diritti. Dovremo iniziare a riprendere i vigili con videocamere in giro per il paese? Ah, no… anche questo è stato fatto e non ha sortito dei grandi effetti…

      (Commento firmato)

      Rispondi
  12. Caro Sindaco, più che casi e prove documentate credo ai 71 commenti su Redacon in ordine al comportamento dei vigili a Castelnovo. Sono davvero stupito nell’apprendere che solo stasera ha contattato la Polizia di Stato… non lo poteva proprio fare prima…? Ha proprio dovuto aspettare la sollecitazione di “Persone e montagna”? Mi sembrerebbe suo precipuo compito e responsabilità muoversi tempestivamente su tematiche sensibili.

    (Federico Tamburini, consigliere)

    Rispondi
  13. Non voglio continuare il dialogo con il capogruppo Tamburini su Redacon, questo è il mio ultimo intervento sul tema, ci vedremo in Consiglio comunale ma certamente lo posso rassicurare che con l’ispettore Rocchi mi sento molto frequentemente ed ho ufficializzato la sua posizione ieri, avendolo risentito, come quella del Capitano Amoroso che ho sentito alcuni giorni fa, solo davanti alla sua demagogia e strumentalizzazione. Precedentemente avevo usato la riservatezza e la discrezione che mi era stata chiesta dagli stessi. Secondo punto, con tutto il rispetto per i vari commenti questi sono come dice il termine “commenti”, porti cittadini, prove e testimoni… e le valuteremo insieme con il comandante della polizia municipale, che comunque ha il diritto di sapere e difendersi e con il quale lei si è già più volte confrontato facendogli anche i complimenti in consiglio comunale e non solo, senza nessun muro di gomma da parte nostra.

    (Gian Luca Marconi – Sindaco)

    Rispondi
  14. Martedì hanno rubato per l’ennesima volta nelle auto parcheggiate davanti all’asilo del Peep. Ho fatto un bel cartello che possano leggere i genitori, per sensibilizzare un po’ il nostro spirito di osservazione… noi arriviamo sempre di corsa, con la testa fra le mille cose da fare e loro… sono lì che ci osservano… a pochi metri dai nostri bambini… Svegliamoci un po’, impariamo ad osservare le persone che non vengono giù a prendere i bimbi e rimangono ferme in auto, auto sospette. Segnaliamo le situazioni strane ai carabinieri e alla polizia, non faremo di sicuro dispiacere. In questi giorni carabinieri e polizia municipale sono più presenti, ma anche noi dobbiamo contribuire, guardandoci un po’ più intorno…

    (S.R.)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48