Quando cultura e cucina s’incontrano

Stretta di mano tra i vincitori del concorso letterario indetto dagli Amici della Rocca di Minozzo nel 2015 e 2016. Si è svolta a Minozzo la serata “tortelli e cultura al desco podastarile”

Stretta di mano tra Albertini e Santi

Stretta di mano tra Albertini e Santi

Stretta di mano tra i vincitori del concorso letterario indetto dagli Amici della Rocca di Minozzo nel 2015 e 2016. Si è svolta a Minozzo, presso l’hotel Due Pini, la serata “tortelli e cultura al desco podastarile”, molto sentita e partecipata dagli autori locali e non.

Significativa la presenza di Annalisa Santi, scrittrice veneta, che per l’occasione è giunta in visita col marito Lorenzo passando il fine settimana sulle nostre montagne, visitando anche Rocca e Pieve di Minozzo.

Durante la cena è stato proiettato lo slide delle foto “come eravamo”, che conta all’attivo più di cinquecento fotografie che molte persone hanno donato agli Amici della Rocca. Questo tesoro fotografico e documentario vanta il reportage all’aereo caduto nel 1958, gentilmente concesso dal professor Giuseppe Giovanelli. Ma non solo. Da poco venuto alla luce l’articolo del 1960 apparso sul mensile “Oggi” dedicato alle donne lavoratrici minozzesi. E, naturalmente, foto di famiglie, foto di persone, foto di un tempo che ancora strappano emozioni su emozioni.

Foto di Gruppo

Foto di Gruppo

Poi è il momento degli Autori. Autori con la “A” maiuscola, che hanno scritto storie incredibili ambientate a Minozzo. Moderato dalle giurate Nazzarena Milani ed Elisabetta Paroli, coadiuvate dalla coordinatrice del concorso Angela Delucchi, si è chiacchierato assieme alla già citata Annalisa Santi, Domenico Albertini, Paola Ranzani e Paola Fontana. Per la sezione “scuole” partecipa l’insegnante Loretta Albertini, che spiega il progetto relativo alla valorizzazione del territorio come strumento didattico.

Importante presenza di Raffaella Guidetti, ricercatrice storica, che con ampie pennellate ha fatto un quadro della Minozzo che fu, lanciando importanti stimoli di riflessione. A sorpresa, il poeta di Piolo Ivo Guiducci legge alcune sue poesie.

Una serata all’insegna del divertimento, che dimostra che cultura e tradizione legano con il buon cibo e la buona cucina.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48