“Andare al cinema fa bene”. Lezioni di cinema con il noto critico Bruno Fornara

Bruno Fornara

Bruno Fornara

L’associazione culturale “Teatro aperto” di Castelnovo ne’ Monti organizza, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune e la biblioteca comunale “Raffaele Crovi”, un nuovo ciclo di lezioni di cinema tenute da Bruno Fornara, critico (e già direttore editoriale) della rivista Cineforum, docente di cinema alla scuola Holden di Torino e membro della commissione di selezione dei film per la Mostra del cinema di Venezia.

Dopo gli apprezzati cicli di incontri organizzati negli anni scorsi (tra i quali, per citare solo i più recenti, quelli dedicati al cinema italiano del Novecento, alle “Visioni di mondi”, cioè a come il cinema riflette sul mondo, la vita e il male, a “Visibile e invisibile nel cinema – Come mostrare il nascosto”, ai “Capolavori sconosciuti, dimenticati, amati”, al “Cinema di guerra – Uomini che uccidono”, questo nuovo appuntamento presenterà un corso dal suggestivo titolo “Andare al cinema fa bene”.

E’ il completamento e il seguito del corso dallo stesso titolo tenuto nel dicembre 2015 e presenta una ricca selezione dei migliori titoli delle produzioni cinematografiche delle stagioni più recenti. Un’accurata  compilation che propone film di casa nostra o di paesi lontani, film poco visti, distribuiti per breve tempo o mai apparsi nelle sale, film di tutti i generi, d’autore e di qualità, a grande budget o realizzati con pochi soldi, ma sempre di notevole interesse culturale e di linguaggio. Un ideale giro del mondo alla scoperta di persone, caratteri, volti, luoghi e storie, che aiuta a viaggiare nel tempo, a pensare, emozionarsi, ridere, piangere e anche arrabbiarsi.

L’elenco dei titoli del programma è molto nutrito: solo per citarne alcuni, si andrà da Still life a Il tocco del peccato, da Love & Mercy a Little Sister, da Anomalisa a I colori della passione, da La grande scommessa a Brooklyn, da Il giovane favoloso a Storie pazzesche. E poi ancora Birdman, Due giorni una notte, Timbuktu, Fuocoammare, Fiore, Non essere cattivo, Il club, Il figlio di Saul, La corte, Sangue del mio sangue, Francofonia, Rams – Storia di due fratelli e otto pecore, Dheepan, The Lobster, L’immagine mancante. Per terminare con due classici memorabili, restaurati e riapparsi nelle sale con grande gioia del pubblico: Femmina folle di J.M. Stahl e Il cielo può attendere di E. Lubitsch. E la full immersion di un breve ma intenso corso di cinema diventa anche un viaggio attraverso la vita, un’occasione per riflettere sull’esistenza con leggerezza e profondità.

LocandinaIl corso si terrà nel fine settimana da venerdì 13 a domenica 15 gennaio 2017, presso il centro culturale polivalente di Castelnovo ne’ Monti, via Roma, 4. In caso di forte maltempo (neve), il corso verrà rinviato alla settimana successiva (20, 21 e 22 gennaio), negli stessi orari. E’ rivolto a tutti – cinefili e persone che si avvicinano per la prima volta all’analisi del linguaggio cinematografico – e offrirà anche agli insegnanti e agli operatori del settore spunti e motivi di interesse per l’attività didattica e professionale.

Il programma si articola in un modulo ormai collaudato di 3 lezioni consecutive che si terranno: venerdì 13 dicembre, dalle 20,30 alle 23; sabato 14, dalle 15 alle 18,30; domenica 15, dalle 10 alle 13.

Per la partecipazione al corso (che si attiverà al raggiungimento di un numero minimo di 15 iscritti e fino ad un massimo di 60 posti disponibili) è prevista una quota di iscrizione (ad abbattimento delle spese) di € 25 (€ 20 per gli associati a Teatro aperto), da versare entro il termine di mercoledì 11 gennaio. E’ possibile anche l’iscrizione alla lezione singola al prezzo di € 10 (€ 8 per gli associati a Teatro aperto).

Per informazioni: Luciano Rivi – Teatro aperto: 339.82.78.685, email: luciano.rivi@libero.it

Per iscrizioni: biblioteca comunale “R. Crovi”, via Roma 4, Castelnovo ne’ Monti, tel. 0522 610.204-273, indirizzo mail: biblioteca@comune.castelnovo-nemonti.re.it.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48