Castelnovo ne’ Monti / La posa delle targhe commemorative “pietre d’inciampo”

La cerimonia domenica 15 gennaio con partenza alle ore 10 da Gombio

pietreIn febbraio-marzo mille studenti reggiani parteciperanno al “Viaggio della memoria” 2017.

In gennaio, in preparazione al viaggio, si poseranno nella nostra provincia alcune “Pietre d’Inciampo”, aderendo così a questo monumento diffuso che si sta costruendo in tutta l’Europa.

Cos’è una “Pietra d’Inciampo”? Si tratta di una piccola targa in ottone a scopo commemorativo posta su un sanpietrino, che l’artista berlinese Gunther Demnig posa in memoria delle vittime del fascismo e nazismo, davanti all’ultima abitazione scelta liberamente.

Domenica 15 gennaio 2017 Castelnovo ne’ Monti ospiterà Demnig che con l’installazione di ormai oltre 56.000 pietre in 17 Paesi e centinaia di comuni ha dato vita ad un vasto e capillare monumento antifascista che in tutta Europa invita il passante a fermarsi, a leggere e a non dimenticare questi cittadini vittime della deportazione.

L’istituto storico Istoreco, l’amministrazione comunale e i ragazzi degli istituti superiori Nelson Mandela e Carlo Cattaneo/Aldo Dall’Aglio invitano i concittadini, studenti, genitori, parenti o amici, a partecipare alla posa delle “Pietre d’Inciampo” in ricordo dei nostri vicini di casa, deportati, perseguitati, terrorizzati, morti nei lager nazisti.

Domenica 15 gennaio 2017 a Castelnovo ne’ Monti:

ore 10,00 alla casa di Roberto Carlini, via Pian del Lago 17, Gombio, comune di Castelnovo ne’ Monti;

ore 10,20 partenza;

ore 10,45 arrivo alla casa di Dino Peretti, via Pian del Pre 26, Fariolo, comune di Castelnovo ne’ Monti;

ore 11,10 partenza;

ore 11,30 arrivo alla casa di Pierino Ruffini, Renato Guidi e Anselmo Guidi, Isolato Maestà 3 (grattacielo), Castelnovo ne’ Monti.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Grazie a tutti i promotori di questa iniziativa che ci fa ricordare chi ha combattuto e si è sacrificato per noi.

    (Dino Peretti)

    Rispondi

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48