Matilde incisa: immagini dedicati alla Grancontessa

L’associazione culturale “Matilde di Canossa” in collaborazione con ALI – Associazione Liberi Incisori di Bologna presenta la mostra “Matilde Incisa” con il patrocinio della Società Reggiana di Studi Storici. Nel 2015, in occasione del IX centenario della morte della Grancontessa, gli artisti di ALI hanno realizzato 55 incisioni raccolte in 5 sezioni (I luoghi di Matilde, Alla ricerca di un volto, Memorandum, Immaginaria e Bologna scelse Matilde) che sono state esposte con grande successo nella Basilica di San Luca a Bologna.

Ora, grazie alla collaborazione con la gestione del Castello di Rossena, le incisioni saranno ospitate all’interno di questa splendida fortezza, luogo di grande fascino legato alla memoria di Matilde. Per l’evento sono state realizzate due incisioni dedicate alla rocca di Rossena che saranno a disposizione degli appassionati.

Domenica 23 aprile alle ore 16 inaugurazione e presentazione della mostra con interventi di:

Mons. Tiziano Ghirelli – direttore dell’Ufficio Diocesano per i Beni Culturali della Chiesa e nuova edilizia di Cculto, Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla.

Marzio Dall’Acqua – storico e critico d’arte, curatore del catalogo della mostra.

Seguirà buffet in collaborazione con Galleria Levi Eventi.

La mostra farà parte del percorso di visita del Castello e resterà presso il Castello di Rossena dal 23 aprile al 31 agosto 2017.

 

Orari di apertura del Castello

Sabato: ore 15 – 19; domenica e festivi: 10-12,30 / 15-19.

Tutti i giorni su prenotazione.

Nel mese di agosto tutti i giorni due visite senza prenotazione: ore 10,30 e ore 18.

Per info: 366.89.69.303 – 0522 878.974; associazionematilde@libero.it; castellodirossena@gmail.com; www.castellorossena.eu; facebook: CastelloDiRossena; Google+: CastelloDiRossena.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48