Alla scoperta dell’Austria

Riceviamo e pubblichiamo.

—–

Noi, classe 3ª dell’I.I.S. “N. Mandela”, in aprile abbiamo svolto un viaggio di quattro giorni alla scoperta di Salisburgo. Il viaggio aveva come scopo quello di approfondire l’Uda (unità di apprendimento) del nostro anno scolastico, ossia il pellegrinaggio.

In questi quattro giorni abbiamo visitato la parte più importante di Salisburgo (Salzburg). Appena arrivati, ci siamo recati in centro storico per mangiare e far una piccola e veloce visita nella zona del Duomo, e poi abbiamo passato il pomeriggio al giardino Mirabell (Mirabellgarten), antistante il castello Mirabell (Schloß Mirabell), ritornando poi con il pullman all’albergo Schwaighofen, a pochi chilometri dalla città.

Il giorno dopo, recatici con l’autobus pubblico in città, dopo una breve camminata, siamo arrivati ai piedi della fortezza di Hohensalzburg (Festung Hohensalzburg), utilizzando per la salita e la discesa la caratteristica funicolare, dove abbiamo visto un museo medievale e un paesaggio mozzafiato. Ritornando in centro, abbiamo visitato il Duomo (Salzburger Dom) e la sua cripta, e nella piazza (Domplatz) abbiamo ammirato la statua di Mozart, di fianco al Duomo si innalzava anche la fontana in stile Barocco. Dopodiché abbiamo visitato la casa natale di Mozart (Mozarts Geburtshaus) al centro della Gestreidegasse, concludendo la giornata con la visita allo zoo (Salzburg Zoo) e un’uscita serale a Salisburgo.

Il terzo giorno abbiamo potuto visitare il Dom Quartier, nel quale abbiamo ammirato opere artistiche di grande valore e anche la mostra di Rembrandt “Sotto il colore” (Unter der Farbe). Abbiamo visitato anche la tribuna dell’organo dalla quale è possibile vedere l’imponente Duomo e la galleria della Residenza. Nel pomeriggio abbiamo visitato il museo delle scienze naturali (Haus der Natur) e l’Europark (uno dei centri commerciali in ambito architettonico unico nel suo genere e anche uno dei più grandi in Europa). Dopo la cena in albergo, abbiamo visto un documentario su Salisburgo per i 200 anni di unione tra il principato di Salisburgo e l’Austria.

Purtroppo abbiamo dovuto lasciare una splendida città caratterizzata da pulizia, rispetto delle regole e con un’alternanza di zone naturali stupende e grandi capolavori antropici medievali. Prima del ritorno in Italia abbiamo fatto una breve visita alla città di Innsbruck, dove abbiamo visto il Duomo dedicato a San Giacomo (Dom zu St. Jakob) e punto di riferimento per la via di pellegrinaggio denominata germanica.

La scelta della città di Salisburgo è stata più che azzeccata e ha rappresentato in tutto e per tutto l’UDA. Siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla calda accoglienza degli abitanti e dai loro comportamenti più responsabili verso l’ambiente e il rispetto altrui. L’Austria ci ha dato l’impressione, infatti, di essere uno stato avanzato e dalla mentalità aperta.

Vogliamo ringraziare anche i nostri professori, Isabella Calavani, Fabrizio Frignani e Giuliana Sciaboni, per essersi impegnati a render possibile questo viaggio che si è dimostrato un’esperienza indimenticabile e formativa.

(I ragazzi e le ragazze della classe III T dell’I.I.S. “N. Mandela”)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Bravi ragazzi e complimenti al prof. Frignani ed alle prof.sse Calavani e Sciaboni per l’impegno e la disponibilità dimostrata nei confronti dei nostri ragazzi. Per un genitore è bello sentirsi dire che i nostri ragazzi si sono comportati egregiamente e che hanno saputo apprezzare quanto proposto. Bravi!

    (Una mamma)

    Rispondi

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48