Domani a Villa Minozzo si festeggia il volontariato

Discorso di Sassi nelle precedenti edizioni (foto Croce verde Villa)

Non si parla solo di numeri in questo 38° anno di fondazione della Croce Verde di VillaMinozzo. Si parla di persone.

Persone che ogni giorno mettono cuore, passione e dedizione a un’attività che non è un lavoro, e pertanto non retribuita in termini monetari, ma certamente capace di regalare grandi soddisfazioni interiori.

Sì, perché essere volontari significa questo: fare qualcosa per gli altri, per portare il proprio contributo nel sociale, più volte restando nell’ombra, senza emergere o senza ricevere riconoscimenti. La festa del Volontariato diventa un inno a chi aiuta senza chiedere niente in cambio.

La ventesima edizione si terrà il 12 agosto a Villa Minozzo, e ospiterà il quindicesimo raduno delle ANPAS (Associazioni Nazionali Pubbliche Assistenze) della provinciali e non solo. La regia sarà affidata ancora una volta al Comm. Elio Ivo Sassi, Presidente dell’Associazione che altresì riveste il ruolo di Coordinatore delle Pubbliche ANPAS.

Spiega Sassi: «La Croce Verde di Villa Minozzo è un importante presidio sul territorio che garantisce determinati servizi: dal primo soccorso al trasporto in ospedale, alla consegna di farmaci urgenti, ai trasporti di varia natura e per varie esigenze. Nei suoi quasi quarant’anni di vita è andata ampliandosi e migliorando grazie anche al sostegno economico della cittadinanza, e oggi può vantare di personale qualificato e attento che agisce su mezzi all’avanguardia. In collaborazione col Comune possiamo assicurare trasporti alle scuole, consegna domiciliare di pasti e l’accompagnamento alle persone diversamente abili.»

Sassi assieme alle Autorità sottolinea l’importanza del volontariato

Ricordiamo che la Croce Verde fa anche parte della  Protezione Civile e si attiva in  accordo al Coordinamento Regionale e Nazionale delle Pubbliche Assistenze ANPAS e al Coordinamento Provinciale Protezione Civile per soccorrere popolazioni italiane e straniere colpite da gravi calamità, come nel caso del terremoto di Amatrice. È altresì attivo il servizio di soccorso presso gli impianti sciistici di Febbio, garantendo così alla Stazione un importante presidio di assistenza sia estiva che invernale.

«Facendo parte di un’unica USL che raggruppa vari comuni, non possiamo fermarci lungo il confine villaminozzese – continua Sassi – il progetto del “paese cardioprotetto” con defibrillatore già installato in sedici frazioni in meno di due anni, si è spinto anche verso Quara e zone limitrofe. A breve sarà installato a Sologno e a Cerré Sologno, per arrivare infine a Piolo.»

Tutto questo non sarebbe possibile se non ci fosse chi ci crede sul serio, e che presta la propria opera usando mani, testa e cuore. E la festa del Volontariato vuole proprio ricordare quei cuori che pulsano insieme diventando un unico battito. Un battito capace di salvare delle vite.

 

La festa inizierà alle ore 17.00 con raduno presso il Municipio situato in Piazza della Pace, e accompagnati dalla Banda di Villa Minozzo e dagli sbandieratori del gruppo “Maestà della Battaglia” di Quattro Castella, si procederà con la tradizionale sfilata dei mezzi e dei volontari per le vie del paese.

Seguirà il saluto del Presidente comm. Elio Ivo Sassi, dell’On. Antonella Incerti, del Sindaco del Comune di Villa Minozzo Luigi Fiocchi, di un referente del Coordinamento di Protezione Civile e di altre Autorità presenti.

Alle ore 19.30 Foto di gruppo e Apericena con buffet offerto dai Volontari della Croce Verde presso la Sede Croce Verde, in Piazza del Volontariato 1.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48