Ospedale S. Anna / Guido Tirelli e Leana Pignedoli: “Progetto potenziamento ospedale inizia a concretizzarsi. Procediamo in questa direzione”

“Vogliamo esprimere la nostra soddisfazione per l’avvio dell’attività chirurgica senologica oncologica presso l’Ospedale Sant’Anna di Castelnovo ne’ Monti. L’impostazione di una equipe multidisciplinare che può raggiungere alti livelli di intervento è esattamente l’idea di specializzazione che stiamo sostenendo. Interventi specializzati in area chirurgica che potranno servire il comprensorio e attrarre utenza dal resto della provincia, diminuendo liste d’attesa e ponendo gli utenti in condizioni ambientali, di struttura e attrezzature di alto livello”. Ad affermarlo è Guido Tirelli, coordinatore del Pd zona montana.

“Ritengo molto importante che il progetto di potenziamento dell’ospedale presentato a suo tempo ai sindaci si stia concretizzando per tappe. L’urologia, come struttura operativa dipartimentale, che era tra i primi punti di quel progetto si è già avviata il mese scorso. Ora – aggiunge Leana Pignedoli – il programma, che prevedeva investimenti su pronto soccorso (sia in strutture che in potenziamento personale), interventi specialistici su ortopedia e traumatologia oltre alle funzioni di otorinolaringoiatria, ginecologia e il potenziamento dell’attività di riabilitazione, richiede una illustrazione dettagliata riguardo i tempi e i modi di attuazione che ci auguriamo avvenga al più presto, con un incontro ad hoc tra l’assessore Venturi e i sindaci”.

“Intanto – prosegue Tirelli – il Partito democratico continua nel ciclo di incontri  con la popolazione sul progetto dell’intero ospedale, oltre, naturalmente, al tema del punto nascita. L’obiettivo è confrontarsi con i cittadini per accrescere il rapporto ospedale e territorio”.

“In questi incontri – conclude Leana Pignedoli – sono diversi i punti all’ordine del giorno che includono le valutazioni sui servizi territoriali e il rapporto ospedale-territorio. Presenteremo i dati raccolti al termine del ciclo di appuntamenti”.

Articolo correlato

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

10 Commenti

  1. Che tripudio d’intenti, siamo vicini alle elezioni?

    (MA)

    Rispondi
  2. ‘sta gente è davvero convinta di poterci vendere un forno crematorio come attrazione turistica!

    (Mv)

    Rispondi
  3. Ma la decenza di tacere, no? Classe dirigente Pd non all’altezza.

    (MB)

    Rispondi
  4. Le elezioni si avvicinano e i sondaggi (quelli veri, non quelli pubblici) devono essere drammatici. Notiamo, intanto, inversione a “u” sull’immigrazione: adesso non sono più “migranti che ci pagano le pensioni” ma “traffico di esseri umani”. Poi, Enrico Rossi (governatore della Toscana), che dice che sulla sanità abbiamo tagliato troppo, siamo vicini al punto di rottura, ma va?, non ce ne eravamo accorti! e bisogna invertire la rotta. La realtà è nel DEF (il documento di programmazione economica): aumento dell’avanzo primario (cioè taglio della spesa pubblica) e diminuzione della spesa sanitaria in percentuale sul PIL. Avanti pure!

    (Commento firmato)

    Rispondi
  5. Esatto, almeno il pudore di tacere, ma non è roba per tutti. Hanno il governo in mano dappertutto e possono decidere quel che vogliono. Quindi le decisioni, siano quelle (chiusura progressiva di tutto) o siano altre (mantenimento dei servizi), sono frutto tutto ed esclusivamente piddino. Ora la strategia prossima potrebbe essere la seguente: dopo la programmata chiusura tra settembre e ottobre prossimi, aspettiamo a sopprimere l’ostetricia almeno a dopo le prossime politiche. Siamo furbi, noi. E, soprattutto, abbiamo davanti una parte di elettorato belante. Inguardabili, incredibili, invotabili a vita.

    (Giovanni)

    Rispondi
  6. La sanità della nostra montagna è cosa troppo importante per essere usata come terreno di scontro politico fra parti contrapposte per principio. La buona politica non è uno scontro tra tifosi. Si tratta io credo di individuare gli obbiettivi, perseguirli e realizzarli. Chi ha più potere lo eserciti nella giusta direzione. Questo conta. Conosco la senatrice Pignedoli da anni e non sempre sono stato in sintonia con le sue scelte, ma le riconosco intelligenza e impegno vero, grande senso di responsabilità e determinazione. Qualità importanti che mi fanno ben sperare nel suo sincero convincimento di lavorare anche questa volta per la sua, la nostra comunità. Verba volant, scripta manent. Voglio ripeterlo: politica e buona amministrazione, non tifo da stadio.

    (Carlo Boni)

    Rispondi
  7. Chiedere un minimo di rispetto non mi pare possa essere letto come un isterismo da stadio. Sì, verba volant et scripta manent, sed etiam, nemo plus iuris ad alium transferre potest, quam ipse habet.

    (Mv)

    Rispondi
  8. Dal mio punto di vista non è uno scontro politico. Assolutamente. Da battitore libero, come sono e voglio essere, valuto i fatti, le persone e i partiti. Per il PD, e i rappresentanti locali, il pollice è verso senza alcun indugio. Poi che la senatrice Pignedoli sia una brava persona è cosa certa. Non che i politici di livrea azzurra siano meglio, ma almeno tacciono senza costringere il popolino ad abuso di antiulcera.

    (MA)

    Rispondi
  9. Apprezzabili gli intenti e la buona riuscita per il funzionamento di tutto, sì di tutto tranne l’ostetricia perché è sempre e solo un problema di numeri e di rendita. Tutto molto bello ma stiamo aspettando risposte a domande vecchie tutti bravi a ricordar la fiaccolata che inizialmente era nata per la solidarietà del punto nascite e ora viene ricordata anche come simbolo di salvezza per tutto l’ospedale. Belle le parole di elogio e di stima pubbliche che tanto fanno bene al Pd di questi tempi ma il loro impegno dovrebbe essere un dovere e non un trionfo perché sono loro che stanno al governo. Intanto fateci vedere anche concretamente come trionfate con il punto nascite che comunque è un enorme problema ancora irrisolto da risolvere prima delle elezioni e non da lasciare in eredità ai prossimi che arrivano.

    (Simona Sentieri, consigliera M5S)

    Rispondi
  10. Un buon tacer non fu mai scritto. Ecco: anche questa volta occasione mancata.

    (Alessandro Torri Giorgi)

    Rispondi

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48