Apertura del castello di Carpineti 2017: il sindaco Tiziano Borghi ne tira le somme

Riceviamo e pubblichiamo.

—–

Con domenica primo ottobre si è concluso il periodo di apertura ufficiale del castello di Carpineti, anno 2017.

Severino Marazzi, presidente del gruppo storico folkloristico “Il melograno” (che da quest’anno gestisce la struttura) sprizza gioia da tutti i pori mentre snocciola un po’ di dati. E’ un numero importante quello delle presenze 2017: ben 4.500 unità fra visitatori paganti, ingressi omaggio e coloro che hanno presenziato agli eventi posti a calendario.

Il pubblico è stato molto variegato: gruppi, comitive, single e coppie hanno deciso di trascorrere qualche ora tra le mura  del Castello preferito da Matilde di Canossa. Da segnalare un buon afflusso da parte delle scolaresche che in primavera hanno potuto apprezzare le attività di animazione proposte in specificoper i ragazzi.

Il record giornaliero si è avuto il 16 giugno quando 227 persone, tra ragazzi e animatori, hanno portato una ventata di allegria e colore nel sito monumentale.

Diversi sono stati anche i gruppi di scout che hanno scelto il Castello di Carpineti  quale teatro delle loro iniziative.

Sfogliando il libro firme, si notano le provenienze più disparate. Hanno fatto visita al maniero persone provenienti da tante parti del mondo: Tasmania, Cile, Filippine, Olanda, Brasile, Francia, Belgio, Portogallo, Germania, Moldavia, Usa, El Salvador, Svizzera e molte altre ancora. I turisti italiani sono stati la maggioranza dei visitatori, originari da tutte le regioni del nostro paese, con prevalenza da quelle del nord.

Il sito monumentale è rimasto aperto grazie alla disponibilità di 42 volontari maggiorenni e 13 minorenni oltre a 7 dipendenti “a chiamata” (dei quali 2 studentesse di scuole secondarie di secondo grado, 3 studenti universitari, 1 persona disoccupata e 1 persona occupata anche con un’altra attività).

Gli addetti si sono alternati in costume per accogliere i visitatori e farli rivivere un po’ di storia. A queste persone Severino Marazzi fa arrivare i più sinceri ringraziamenti in particolare ai ragazzi minorenni “della Security” -come a loro piace essere identificati- che  hanno affiancato gli adulti nei turni di apertura, dimostrandosi seri e responsabili.

Da aprile a settembre si sono susseguite ben 17 iniziative culturali che hanno spaziato tra rappresentazioni teatrali,concerti, mostre, mercatini e presentazioni di libri. Corre dunque l’obbligo per il presidente di esprimere gratitudine atutti gli artisti che a vario titolo hanno scelto la location matildica per proporre le proprie attività e precisa che queste si sono svolte tutte garantendo agli utenti sempre la possibilità di accedere al sito monumentale come previsto dalla convenzione stipulata con il Comune di Carpineti.

Da non dimenticare poi i matrimoni che sono stati celebrati all’interno delle mura ed hanno permesso agli sposi di godere di una cornice unica per il giorno del loro sì.

Grande soddisfazione si è avuta anche dalla gestione del Metato Castello:  struttura con camere  che può accogliere turisti, pellegrini e camminatori che desiderano dormire ai piedi del mastio e svegliarsi aprendo gli occhi sulla vallata del Secchia: una vista mozzafiato che si può ammirare spalancando le finestre di questeaccoglienti camere.

Con la rappresentazione teatrale sul tema della natività dal titolo “C’è posto per la notte?” (in fase di allestimento) in programma per domenica pomeriggio 17 dicembre prossimo al Castello, Il Melograno chiude il 2017 e da  appuntamento alla prossima primavera.

Fervono già i lavori per definire il calendario 2018: diversi artisti hanno già assicurato la loro presenza. Chi fosse interessato a proporre le proprie iniziative può contattare l’associazione per prendere accordi. Il sito resterà  disponibile per le visite anche nei prossimi mesi – previa prenotazione – per i gruppi e comitive che vorranno visitarlo (gruppostoricoilmelograno@gmail.com – Maria Grazia cell 3392313875  Rita cell 333 2319133).

 Un sentito “grazie”, a nome mio personale e dell’Amministrazione Comunale, la quale è molto soddisfatta del pregevole operato dell’Associazione Gruppo storico “Il Melograno i cui numeri di visitatori del castello in loro gestione è il giusto risultato di un impegno che l’associazione ha costantemente mantenuto. In un estate, che è stata particolarmente unica sotto tanti punti di vista. La ristrettezza di risorse economiche, cui è costretta l’Amministrazione Comunale non ha impedito di avere un cartellone di rilievo e di forte richiamo. Segno che la passione per la cultura, l’amore per le tradizioni e la promozione delle nostre ricchezze non si fermano nemmeno di fronte alle difficoltà oggettive. E questo è un bellissimo messaggio di speranza per il futuro.

(Tiziano Borghi, sindaco di Carpineti)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48