Robertino Ugolotti candidato al Parlamento

Sarà l’unico candidato alle prossime elezioni politiche del nostro Appennino: Robertino Ugolotti, attualmente membro della minoranza consiliare “Progetto per Castelnovo ne’ Monti”, da anni è impegnato in politica e per questo molto conosciuto in montagna e non solo. Sarà candidato al Senato nel collegio plurinominale 2 con la lista “Civica popolare”, la formazione politica guidata dal ministro Beatrice Lorenzin. “Siamo all’inizio di una nuova campagna elettorale per decidere chi governerà il nostro paese per i prossimi cinque anni”, spiega Ugolotti. “Una campagna elettorale vede in campo diverse forze politiche e che ha già visto avanzare tante proposte e promesse, alcune di esse palesemente irrealizzabili, con il lampante obiettivo di conquistare il consenso degli italiani facendo leva sulla loro buona fede. Ringrazio gli amici dei ‘Centristi per l’Europa’ che mi hanno chiesto di portare il mio piccolo contributo a questa competizione. ‘Centristi per l’Europa’, di cui da alcuni anni sono responsabile provinciale, che assieme ad altre forze politiche di centro, hanno deciso di formare questa nuova forza, ‘Civica popolare’, guidata dal ministro Lorenzin. Una realtà che vuole ripartire dal civismo, dai riformisti, dai moderati cattolici e laici, dai popolari della grande cultura europea, dall’unione dei territori. Una forza aperta che unisca e non divida, che vuole guardare insieme ai bisogni delle persone, al meglio per il futuro delle nuove generazioni e che ha l’obiettivo di completare un lavoro iniziato anni fa, sostenendo i governi Letta-Renzi e Gentiloni. Una lista che non vuole promettere cose che non sarà poi in grado di mantenere”.

Conclude Ugolotti: “Ho scelto di correre al Senato con spirito di servizio, con la passione che mi guida da sempre nel cercare di dare il mio contributo per il mio territorio, bellissimo, con potenzialità enormi, che non sempre è riuscito a cogliere e sviluppare, a partire dal valore dell’ambiente, dell’agricoltura, il turismo, il volontariato. Potenzialità che potrebbero, se ben sfruttate, invertire la rotta di un Appennino che a volte sembra in decadenza e che in questi anni ha subito anche sconfitte difficili da superare, come l’interruzione o la riduzione di servizi che sono essenziali per le famiglie e i lavoratori e l’incertezza che tocchiamo con mano sul futuro tutti i giorni. ‘Civica popolare’ vuole essere uno strumento per invertire la rotta partendo proprio dai problemi del territorio, dalle persone, con un progetto che deve ancora svilupparsi e crescere, ma che parte da valori solidi e per noi fondamentali, e con uno sguardo europeo. Ognuno di noi può dare il proprio impegno, il proprio tempo, idee e progetti. Io ho deciso di essere testimone nel mio piccolo, di un impegno che parta dal mio vivere in Appennino. Mi auguro che sarete in tanti a condividere con me questa esperienza”.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

7 Commenti

  1. Un caloroso “in bocca al lupo” all’amico Robertino.

    (Ivano Pioppi)

    Rispondi
  2. Meno male che la montagna ha un candidato, indipendentemente dal partito di appartenenza di Robertino Ugolotti, che non conosco e non mi importa conoscere. Nelle poche volte che ho avuto l’occasione di sentirlo, mi ha dato l’impressione di essere una persona che ama il nostro territorio montano e che il suo impegno non lo farebbe mancare. In Val Taro hanno sempre ottenuto tutto e di più perchè hanno sempre avuto un candidato che tutti eleggono, a partire da Marcora. Cari montanari, non facciamoci scappare l’occasione di mandare in Parlamento uno di noi; queste sono le occasioni per essere campanilisti.

    (Franzini Lino)

    Rispondi
  3. Super complimentoni! Ti auguro l’elezione, sicuro che porterai a Roma le tematiche della nostra montagna e ti batterai sempre per il suo bene .
    Una sola cosa ti chiedo: di mai piegarti alle logiche della politica, sii sempre te stesso.

    (zini enrico)

    Rispondi
  4. Anch’io Le auguro l’elezione. Se mai fosse eletto, una sola cosa Le chiedo: fra cinque anni cerchi di non “imparare” che negli ultimi cinque è stato senatore.

    (mv)

    Rispondi
  5. Auguro a Robertino la sua elezione. Finalmente avremo uno che ama la sua terra e la sua gente e che si batterà per il suo bene, a dispetto di altri che hanno fatto ben poco. Auguroni!!!

    (Ferrari Giovanni)

    Rispondi
  6. Domanda molto semplice: ma adesso in consiglio comunale come si pone?
    Una volta era all’opposizione adesso invece è passato dall’altra parte… la coerenza…?
    Io invece le auguro di non essere eletto… perchè fà parte di uno schieramento, centro-sinistra, che spero perda e vada a casa su tutti fronti… sopratutto da noi in montagna dove il PD ha fatto solo danni e ha guardato solo al proprio orticello.

    (commento firmato)

    Rispondi
  7. Credo che l’ultimo “commento firmato” sia molto illuminante per chi non conosceva questo retroscena. A mio avviso la cosa più inaccettabile è quella di chi si candida con uno schieramento e approfitta della popolarità ottenuta per poi passare con un altro schieramento; questo da parte mia è la cosa più vergognosa che un uomo, o donna, possono fare. Queste persone non dovrebbero ottenere neppure un voto, anche se fossero le persone più in gamba del mondo.

    (Pierluigi)

    Rispondi

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Officina48