Caricamento eventi

« Tutti gli eventi

  • Questo evento è passato.

Ciano d’Enza, dal 17/2 al 7/4 tre iniziative “in giallo”

17 febbraio ore 20:30 - 4 aprile ore 23:00

“Tre serate in giallo. Rassegna di romanzi del nostro territorio”: è con questo titolo che la “Nuova pro loco di Ciano d’Enza”, col patrocinio del Comune di Canossa, propone un ciclo di presentazioni in anteprima di romanzi ambientati principalmente nelle nostre terre e scritti da autori reggiani. Le iniziative si terranno tutti alle ore 20,30 nel teatro Matilde di Canossa di Ciano d’Enza. Si parte venerdì 17 febbraio con “Plein air, l’ultimo caso del maresciallo Bianchi”, di Eugenio Pattacini. Il libro ha come protagonista il maresciallo dei carabinieri Pietro Bianchi, la cui indagine si dipana da Ligonchio, Roncaglio e Vedriano, sino a Madonna di Campiglio, con un intreccio di storie, eventi, scelte e perversioni al limite del paradosso. L’autore, classe 1960, è di Montecchio Emilia. Tra le sue opere, “In apparente normalità” (2012) e ‘Melodie del cuore’ (2016 con Manuela Chiarottino).

La seconda serata è prevista per venerdì 17 marzo, quando il canossano Denis Busani presenterà la sua ultima fatica letteraria, “Nella trappola di Canossa”, la cui narrazione inizia negli anni della Seconda guerra mondiale e giunge sino ai giorni nostri, quando una giovane e avvenente archeologa perugina, attraverso mille peripezie, torna a far brillare il nome di Canossa nell’Olimpo della Storia. Denis Busani (1973) ha già pubblicato “Il segreto di Canossa” (2014) e “La profezia di Canossa” (2015).

L’ultima delle “Tre serate in giallo” è calendarizzata per venerdì 7 aprile (purtroppo in aprile non era disponibile un venerdì 17, come per le altre due date). In quell’occasione sarà illustrato “The soapmaker”, volume ispirato al caso Cianciulli, la saponificatrice di Correggio.  La trama è ambientata nella bassa modenese, dove l’improvvisa e oscura morte di tre donne richiama alla mente la celeberrima saponificatrice. Il romanzo è firmato “I.L.Federson”, pseudonimo col quale i fratelli Italo e Livio Garavaldi, reggiani doc, hanno già scritto altri racconti polizieschi: “Viking connection” (2014) e “La corazza di Teoderico” (2014).

 

Powered by WordPress | Officina48