Pasqua di falò, di scoccino e di potassa

La gara alla Predella. Ma anche le gare con i falò, i botti e il buon gusto della tradizione. Nelle parole di Francesco Genitoni

Verso la S. Pasqua (15) / Gesù risorge

Il male era sembrato vincere. Questo non accadrà più. Ora si aspetta e si lavora per il grande ritorno. Crescere e far crescere in noi e attorno a noi, il Regno: è il mandato che ci resta; finchè poi Lui verrà: lo rivedremo, ci ricongiungeremo: il Regno sarà compiuto

Verso la S. Pasqua (14) / Gesù è deposto nel sepolcro

Come spesso accade a noi giuristi, esperti di sottili “distinguo”, anche Giuseppe di Arimatea, uomo ricco e stimato, membro del Sinedrio, tribunale locale, pur essendo discepolo di Gesù, se ne stava “occulto – dice Giovanni – per la paura dei Giudei”

Verso la S. Pasqua (13) / Gesù è deposto dalla croce

“Sono chiamato, da medico proteso alla difesa della vita, a constatare la morte di questo Crocefisso, prima che il Potere conceda l’autorizzazione ai familiari di riprendersi la salma. Dovranno far presto perchè il tramonto si avvicina e la legge del sabato non consente neppure di seppellire i morti…”

Verso la S. Pasqua (12) – Gesù muore in croce

Nell’ultimo grido lanciato al cielo che anneriva, prima che anche la terra tremasse, Tu hai chiesto perdono soprattutto per me

Verso la S. Pasqua (10) – Gesù viene spogliato

Ma chi erano quei soldati che si divisero la veste? Forse era gente che – come me – veniva dai campi, o vi aveva lavorato, o vi avevano lavorato i loro genitori, in qualche remoto angolo dell’impero; gente che aveva ambito entrare nella stimata milizia romana, gente che non aveva potuto farne a meno per la pessima vita, per l’abbandono e la fame delle campagne…

Verso la S. Pasqua (9) – Gesù, annientato dalla sofferenza, cade per la terza volta

“O Gesù caduto, incapace di rialzarti da solo, e a fare dolore, mi assomigli! Io sono uno di quelli che gli uomini chiamano handicappato fisico…”

Verso la S. Pasqua (8) – Le donne di Gerusalemme

Non troviamo una donna in tutto il Vangelo che abbia offeso o insultato o, comunque, mostrato men che amore a Gesù. Anche questo doloroso viaggio di morte è lì a testimoniare l’assidua presenza di gruppi di donne…

Verso la S. Pasqua (7) – Gesù cade per la seconda volta

Un giovane: “Occorre riguardare alle grandi idee della fondazione di quel Regno di cui Egli non dette i termini politici assegnando a ciascun di noi il compito di ricercarli nel cambiamento”

Verso la S. Pasqua (6) / La Veronica asciuga il volto di Gesù

“Quel volto poi le è rimasto in cuore, e forse impresso nel velo, come la pia leggenda dice…”

Verso la S. Pasqua (5) / Il Cireneo aiuta Gesù

“Tornando indietro duemila anni, vorrei esser lì a dare la mia spalla a quel corpo di sconosciuto operaio mio simile che invoca con gli occhi…”

Verso la S. Pasqua (4) / Gesù incontra la Madre

“Forse non v’è stata generazione – dopo quella del tempo di guerra – in cui il sentimento materno sia stato fatto così oggetto di violenza…”

Verso la S. Pasqua (3) / Gesù cade la prima volta

“Gesù aveva subito il flagello, ‘orribile’, come lo chiama Orazio, delle verghe: il collo, il dorso, i fianchi, le braccia, le gambe si squarciavano, i vasi sanguigni scoppiavano; dappertutto, il flagellato versava il sangue; un ammasso di povere carni sanguinolente, sfigurato…”

Verso la S. Pasqua (2) / Gesù prende la croce

“I sofferenti per violenza, gli uccisi, i prigionieri, i sequestrati in attesa di liberazione, gli orfani, gli aspettanti in pianto, trovano in Gesù vittima il loro compagno”

Verso la S. Pasqua (1) / Gesù condannato a morte

Una serie di brevi testi per riflettere sulla più importante festa cristiana. “Gesù è processato e condannato a morte da una società che aspettava il suo liberatore, il Messia, e non ha saputo riconoscerlo, e, peggio, lo ha maledetto e ucciso. Saprebbe la società d’oggi riconoscere e accogliere il Cristo?”

Il Cristo per le vie del paese

Torna ogni anno la suggestiva celebrazione nel venerdì di Pasqua. Ed ecco tornare la luce della croce dei terrazzamenti

L’ambulanza per i bambini arriva dentro l’uovo di Pasqua

La sorpresa della Croce Verde Castelnovese: il primo mezzo in Appennino per ridurre un ulteriore trauma ai più piccoli trasportati

Pasqua a Cerreto Laghi

Sono previsti mercatini di prodotti tipici, iniziative di “cooking show” e appuntamenti sulla neve per le ultime discese con gli sci o gli snowboard

Castelnovo ne’ Monti / 35° “scusin”

Anche quest’anno lo scusin in centro storico torna ad animare strade e piazze. Una tre giorni di divertimento per grandi e piccini. Il programma

Il coniglietto pasquale: una tradizione augurale del nord Europa che si è diffusa

Simbolo di fertilità e di rinascita insieme alle uova. Da noi predomina il consueto “Scusin”

Powered by WordPress | Officina48