Castelnovo, scoppiettante assemblea in Comune

cagAssemblea interessante, quella che s'è svolta nei giorni scorsi nella sala consiliare castelnovese. Partecipazione del pubblico però piuttosto scarsa, cosa da imputare, secondo diversi intervenuti, alla scarsa pubblicità fatta dall'Amministrazione comunale.

Presenti diversi esponenti della giunta, dell'opposizione, alcuni cittadini e anche un paio di villeggianti. La discussione è stata piuttosto vivace, in cui non sono mancati anche momenti di scambio abbastanza accesi.

Argomento al centro del dibattito era la presentazione dei lavori (peraltro già partiti) sulla pineta di monte Bagnolo. Ma s'è finito per parlare di un po' tutto il verde pubblico a Castelnovo. La giunta è stata più volte attaccata. Sostanzialmente il rimprovero mossole (dettagliato in particolare da Dante Simonazzi e Ugo Viappiani, nonchè, "scontato" - ma in realtà vi sono stati anche apprezzamenti -, dagli oppositori politici Umberto Casoli, Robertino Ugolotti e Luigi Bizzarri; quest'ultimo anche autore di una specifica interpellanza) era quello di non seguire adeguatamente la necessaria manutenzione del verde pubblico esistente.

Ha preso la parola Nuccia Mola, neo-assessore all'ambiente, che ha illustrato le varie fasi del progetto e i relativi costi (150.000 euro per il primo stralcio e 100.000 per il secondo), assicurando la fine dei lavori per la prossima primavera e comunicando l'"ottimo stato" di salute delle pinete, secono informazioni ricevute dalla Forestale.

L'ing. Zobbi di Felina, progettista, ha descritto i particolari più propriamente tecnici. A lui s'è rivolto Benito Vanicelli, chiedendo di poter visionare con maggiore chiarezza, attraverso lo schermo piazzato nella sala, una simulazione-confronto della situazione attuale e futura.

Marconi nel suo intervento è entrato nel merito dell'interpellanza di Bizzarri, anticipando alcune delle risposte che probabilmente sentiremo nel prossimo Consiglio, quando la stessa interpellanza sarà posta all'ordine del giorno.

Casoli, nel dichiarare il proprio apprezzamento per il progetto messo in cantiere dall'Amministrazione, ha chiesto rassicurazioni circa la manutenzione costante dell'area una volta terminati i lavori.

Un villeggiante ha fatto richiesta di porre attenzione nel mettere in atto tutti gli accorgimenti possibili tesi a facilitare l'accesso agli anziani alla pineta.

"Scatenato" Gianni Cagnoli, che, rimarcando più volte che parlava in quanto "capo" del "comitato per monte Bagnolo" "capace di raccogliere in poco tempo '383-firme-383'", s'è rivolto agli amministratori dicendo che essi "temono l'attività del suo gruppo". Soffermandosi talvolta anche su temi magari meno pertinenti, ha poi battibeccato col sindaco, che lo ha a più riprese invitato al rispetto della scaletta degli interventi e dei tempi. Ma Cagnoli ha anche dato atto alla giunta di aver risposto in tempi brevi (visto il poco tempo trascorso dal momento del suo insediamento) a questa richiesta che sale dalla cittadinanza: "Tempi certamente più brevi - ha detto - di quelli impiegati a suo tempo dal sindaco Silvetti e dalla sua maggioranza per risolvere il problema della mancanza del cinema a Castelnovo, e che aveva portato anche in quel caso alla costituzione di un comitato, animato dai giovani di Monteduro". Giù il sipario alle 23,30.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48