Ciano, il 28 maggio mostra di 400 opere di 70 bambini

Circa 400 opere firmate da 70 bambini dai due ai sei anni diventeranno una mostra arricchita di catalogo a valenza nazionale. Accade a Ciano d’Enza di Canossa, dove sabato 28 maggio alle 15,00 Mariannina Sciotti, presidente della Federazione italiana scuole materne, inaugurerà questo evento dal titolo “Il bambino come l’artista ... l’artista come il bambino”. Teatro di tutto ciò sarà la scuola dell’infanzia parrocchiale ‘San Giuseppe’, che per un giorno si trasformerà in una vera e propria galleria d’arte. Alla presenza del parroco e presidente della scuola stessa, mons. Valerio Beneventi, delle insegnanti Simona Domenichini, Eva Ceresoli e Paola Rabotti, e dell’atelierista Simona Scarduelli, si potranno ammirare le diverse centinaia di opere, frutto di un anno di lavoro e di un preciso progetto che ha coinvolto tutte le sezioni della scuola. “Si è trattato di un progetto artistico, di un incontro con le opere d’arte e le libere sperimentazioni, di un fantastico viaggio dei sensi accompagnato da autori famosi - dicono le insegnanti - I laboratori proposti hanno consentito ai bambini di crescere dal punto di vista estetico e di potenziare gli altri ambiti cognitivi, linguistici e espressivi”. Svariati gli strumenti utilizzati: computer, lavagna luminosa, statue di gesso, videocamera, macchina fotografica digitale, quadri in cornice ... ”. "Al termine di ogni laboratorio - parole ancora delle insegnanti - abbiamo chiesto ai bambini di produrre elaborazioni grafiche e verbali dell’attività svolta”. Otto i momenti forti del progetto, incentrati ciascuno su un autore e su un modo espressivo: Jackson Pollock (azione-colore), Mattia Fiore (macchie fluide), Enrico Baj (assemblage), Kazimir Malevic (forma e colore), Vincent Van Gogh (colore-materia), Daniele Masacci (collage-pittage), di nuovo Enrico Baj (scultura lignea) e Keith Harring (arte stilizzata). Inoltre, l’originale galleria comprenderà le attività di programmazione annuale relative al progetto ‘Le stagioni attraverso l’arte’ e i mosaici dei bimbi eseguiti nell’ambito del corso di religione. “Si tratta di un lavoro improntato sulla creatività del bambino - spiega Mariannina Sciotti - Lo sviluppo di tale caratteristica rappresenta per noi un vero e proprio filone educativo. L’aver dato visibilità alle opere dei bambini rappresenta un fatto importante anche per i loro genitori, le loro famiglie e la comunità intera. Come Fism ci siamo fatti carico della pubblicazione del catalogo della mostra, che sarà distribuito nell’ambito di tutta la serie di corsi e incontri da noi organizzati a livello nazionale. Quella di Ciano è una scuola viva, inserita nel tessuto sociale della comunità, che è aumentata sia nel numero delle sezioni che dei bambini iscritti”. La giornata di sabato per la Fism sarà importante anche perché in mattinata a Carpineti si terrà la festa delle scuole materne parrocchiali della montagna (vedi nostro annuncio in Comunità web). La mostra di Ciano resterà aperta sino alle ore 18,00.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48