Castelnovo, Consiglio caldissimo. Dimissioni del sindaco non richieste esplicitamente ma…

"Gli amministratori ci fanno una figura pessima". "Attacchi strumentali, personali e ingiuriosi". Umberto Casoli attacca; Gian Luca Marconi risponde. La maggior parte dell'attenzione di consiglieri e pubblico (stavolta qualcuno in più del solito, circa una decina) è stata catturata dalla discussione del punto che vedeva la mozione del gruppo di minoranza "Lista civica" riguardante l'iter di alcune pratiche edilizie (si veda nostro precedente pezzo).

"Dimissioni" è la parola mai pronunciata durante tutta la seduta - durata dalle 19 alle 22,30 circa - ma ha aleggiato costantemente sulla sala. Una specie di remora ha forse impedito/consigliato agli attaccanti di richiedere esplicitamente le dimissioni del sindaco (ma l'intenzione era implicita e tutti l'hanno inteso perfettamente); mentre un altro indefinibile sentimento, generato dalla trepida attesa di sentire cosa ne veniva fuori, ha serpeggiato tra i banchi della maggioranza. Testimonianza eloquente di quanto si afferma è il silenzio quasi innaturale osservato da tutti gli eletti mentre Casoli esponeva il documento del suo gruppo. Non solo: per la prima volta (lo ha sottolineato lui stesso) il sindaco ha pronunciato la sua replica leggendo: "Giusto perchè voglio esprimermi con precisione; perchè di solito parlo a braccio".
E' senza dubbio l'atto politicamente più pesante presentato finora in questa legislatura.
Il risultato del voto, dopo circa un'ora e mezza di discussione, ha visto il seguente risultato: 4 favorevoli (Lista civica) e 14 contrari (11 maggioranza, 2 "Castelnovo trasparente" e 1 "Voce della montagna"). Mozione dunque respinta.

* * *

Molto animato anche il dibattito sul seguente punto all'ordine del giorno, riguardante l'istituzione del registro delle coppie di fatto. Si trattava di un argomento proposto dal gruppo "Castelnovo trasparente-Rifondazione Comunista". Approvato il documento, con i voti, oltre che della minoranza di sinistra, della maggioranza ulivista (escluso il consigliere Muzzini). Bocciata invece un'analoga interpellanza presentata dalla "Lista civica". In ambedue i casi si è astenuto il consigliere Ferrari.

Presto proporremo una cronaca completa della serata.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48