E’ crisi della carne suina

E’ grave crisi per gli allevatori italiani di carne suina. Almeno questo denuncia la Cia – Confederazione italiana dell’ agricoltura, di Reggio Emilia. “I trasformatori pagano la carne per salumeria a1 massimo 1,15 euro per chilo e il mangime costa fino al 35% in più. Gli allevatori cioè lavorano in perdita. Ed addirittura, in questa fase, i suinetti vengono svenduti”.

“La situazione – dice ancora la Cia, in una nota stampa - è stata segnalata dalla nostra associazione, unitamente alle organizzazioni dei produttori, con la richiesta al Governo dello stato di crisi del settore”.

Tra le altre richieste avanzate dagli allevatori al Governo: il consolidamento della normativa per l’obbligo dell’indicazione d’origine delle carni suine e dei derivati; una campagna di promozione mirata per i prodotti suini Dop; la richiesta presso l’Ue dell’apertura di un contingente tariffario di importazione di mais a dazio ridotto e la revisione della normativa che regola il funzionamento delle Commissioni prezzi presso le Camere di Commercio.

Per discutere su questi temi è previsto un incontro fissato per domani sera in città.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48