Il tormentone dell’estate? Nasce dal web. Gratis per tutti!

Elisa and group: e se la nuova hit dell’estate giungesse dal web? Mostruoso mondo virtuale. Immaginate se di qui a poco tempo si potesse avverare una rivoluzione culturale musicale. Dove, almeno nel mondo della musica, chi va avanti, oltre ad essere bravo ed appetibile al pubblico, non debba necessariamente disporre del legame, a volte asfissiante, con un produttore.

Succede che qualche giorno fa nella casella di posta elettronica di Radionova – la mamma di Redacon, ndr – arriva una garbata e-mail che dice: “Salve. Abbiamo in questo periodo terminato la registrazione di un brano che sottoponiamo alla Vostra gentile attenzione e se d'interesse radiofonico anche per l'eventuale messa in onda da parte della Vostra emittente. La canzone si intitola ‘Non fa per me’ ed è cantata da Elisa Doglio. Gli autori sono Giuseppe Mongiello, Simone Calegari e Alessandro Gioppo. Siamo tutti torinesi e così abbiamo deciso anche di proporla a voi. Nei nostri concerti dal vivo è stata considerata dal pubblico il nuovo tormentone estivo. Giudicatela voi, noi siamo talmente piccoli che l'unica possibilità di proporci al mondo musicale è questa. Scusate l'intrusione”.

Che fare? La prima cosa, naturalmente, è stata quella di ascoltare il ‘presunto’ tormentone. Un rapido consulto con i responsabili della programmazione di Radionova e, visto che la canzone funziona, si procede alla messa in onda. Anzi per chi la volesse ascoltare diamo la possibilità: cliccando su “Non fa per me” (“pesa” circa 4,5 MB).

Ne vogliamo sapere di più e chiediamo all’autore della simpatica missiva come si può inseguire un sogno tramite web.
“Cosa dire di noi? – ci risponde subito Giuseppe Mongiello, soprannominato Mongy e uno degli autori del brano -. Siamo un gruppo di amici, della provincia di Torino, che si sono uniti per diletto e non per cercare il successo. I miei collaboratori sono Elisa Doglio (voce, 23 anni), Alessandro Gioppo (autore, 33), e Simone Calegari (autore, 28). Io ho 48 anni, sono papà del gruppo ed effettivamente sono sposato e ho un figlio di 20 anni”.

Ma come vi è nata la bizzarra (?) idea di promuovere tramite e-mail la vostra canzone?
“Non conoscendo il mondo dei produttori discografici ho pensato che questo fosse il modo migliore per farlo. Del resto si parla di musica e la musica ha bisogno di essere ascoltata e giudicata. E chi meglio di voi, dopo un libero ascolto, può promuoverla? I mass-media sono l'anima della trasmissione di tutto e noi vi amiamo perchè esistete. Il vostro contatto? Mi ha fatto tantissimo piacere ricevere la vostra mail, perchè devo confessarvi che ne ho mandate tante ma tante e ancora tante. Alcune hanno risposto e hanno provveduto alla trasmissione del brano e per me e tutto il gruppo è stato il massimo poter ascoltare la nostra musica in radio. Altri ci chiedono informazioni su di noi. Questo metodo ha funzionato”.

Un breve curriculum delle vostre esperienze musicali?
“La nostra band ha iniziato a lavorare insieme dall'inizio dell'anno 2008. Precedentemente io e Elisa ci occupavamo esclusivamente di discografia e molte volte siamo apparsi in tv in numerose manifestazioni. Conosci Millevoci? Grazie a questa trasmissione moltissime nostre canzoni hanno avuto il piacere di essere ascoltate e giudicate in tutta Italia. Ely ha partecipato alla trasmissione Cultura Moderna a Canale5, in Rai, ecc. ecc.. L'altr'anno abbiamo vinto l'ambito premio Mogol al concorso Senzaetichetta di Ciriè (Torino) e quest'anno sempre a questa manifestazione il premio Tecnocasa. Il 12 luglio parteciperemo alla finale dell'‘Acanto’ festival di San Damiano d'Asti, ridente cittadina astigiana vicinissima al luogo di nascita del grande Paolo Conte. In questo periodo stiamo concludendo un altro brano che molto probabilmente termineremo a fine estate. Non abbiamo un cd, siamo indipendenti, cioè cerchiamo di esserlo: ma non ci sono problemi, tutta la nostra musica è regolarmente registrata alla Siae”.

Rimpianti?
“Dovevamo partecipare al Festivalbar ma per problemi organizzativi (il pezzo è stato registrato in ritardo) forse saremo presenti il prossimo anno”.

Tutti cercano una casa discografica… voi avete scelto il passa parola su internet e il contatto diretto con le radio.
“Siamo stati contattati da dei produttori discografici ma non abbiamo ancora firmato nulla. La Vivamusic di Bologna si è interessata a noi e... insomma speriamo. Notiamo come spesso si guardi soprattutto al denaro!”.

Cioè?
“Il mondo musicale e, specialmente, quello dei produttori è ‘malsano’. Mi spiego: questi talent scout per proporti cosa ti chiedono? Non tutti chiaramente, ma soldi e ancora soldi. Allora io ho ideato la famosa catena di Sant’Antonio, inviando i file musicali a molte radio, con l'intento di autoprodurci. L'idea sta andando in porto e molte emittenti già trasmettono il brano. Molta gente si chiede chi siamo e tutti sono curiosi di conoscerci”.

(Gabriele Arlotti)

* * *

Ulteriori informazioni sul gruppo su www.myspace.com/apogeomongy.

Nella foto sopra, partendo da sinistra: Gianni, Marina, Giulia, Elisa, Gabriele, io (l'intervistato, ndr), Pino e Simone (autori della song sono Giuseppe Mongiello, Alessandro Gioppo e Simone Calegari). Il gruppo per ora si chiama "Elisa and group".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

6 Commenti

  1. Grazie!!!!
    Ciao a tutti! Sono felicissimo per quanto state facendo per noi! Se organizzate feste dalle vostre parti contattateci, verremo sicuramente. Un particolare ringraziamento giunga a tutta la redazione e che NON FA PER ME porti fortuna anche a voi.
    Nuovamente grazie.

    (Pino Mongy)

    Rispondi
  2. Complimenti =)
    Complimenti, ragazzi, per la vostra musica e per l’entusiasmo che ci mettete. Ho appena ascoltato anche “L’altra metà del cielo”… Siete semplici ed emozionanti. Grazie e in bocca al lupo per i vostri progetti!

    (Commento firmato)

    Rispondi
  3. Ringrazio!!
    Grazie per aver ascoltato anche l’altra metà del cielo. Io l’adoro!! Nuovamente grazie.

    (Pino Mongy)

    Rispondi
  4. Concordo
    “L’altra metà del cielo” è un pezzo che emoziona; mi faceva rimembrare il notissimo “When a man loves a woman”… Anch’io me lo sono ascoltato più volte. Chissà mai che queste misteriose strade reggian-torinesi non possano incrociarsi… Nel frattempo cari auguri e complimenti a Elisa & group!

    (Prima)

    Rispondi
  5. Perchè no!!!
    L’incontro e in particolare il gemellaggio non sarebbe male. L’amicizia non ha confini e la musica unisce tutti. Un salutone a te (Prima).
    Ciao.

    (Pino and band)

    Rispondi
  6. Grazie anche a voi!
    La nostra song è supergettonata! Pensate che anche nella mitica Radiomargherita musica italiana in tutta Italia viene trasmessa almeno 3 volte al giorno (@Lhttp://[email protected]=www.radiomargherita.com#L, play list). Un grazie anche a voi!!!!

    (Pino Mongy and band)

    P.S. – Dimenticavo!! Abbiamo anche il nostro link http://www.statale10.com (presto on-line)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48