La curiosità / Un Tex politico

Ecco il Tex che non ti aspetti. L’eroe più noto di Casa Bonelli, letto da tanti appassionati di fumetti, nella sua ultima uscita mensile fa un’affermazione che non passa inosservata a proposito di un tema oggetto di dibattito politico, che anche su questo giornale web tempo fa aveva registrato diverse prese di posizione.

Ci riferiamo alla questione-acqua, un bene che si va facendo sempre più prezioso e che tanti ormai chiamano “oro bianco”, ad indicare la sua portata anche economica. E allora: acqua bene pubblico da preservare dalle speculazioni e dalle quotazioni mutevoli dei mercati finanziari oppure la sua destinazione è fatalmente quella di divenire merce in mezzo a tutte le altre merci?

Beh, Tex Willer un’idea precisa la esprime nell’albo intitolato, non a caso, “Giochi di potere”, uscito nelle edicole proprio nel corrente mese di agosto, prosecuzione dell’avventura iniziata in luglio con un altro significativo “La grande sete”. In sostanza, Willer e il suo “pard” Kit Carson sventano un progetto speculativo: la costruzione di una grande diga il cui bacino di raccolta dovrebbe accogliere le acque di un vicino corso d’acqua opportunamente deviate per mezzo di cariche esplosive appositamente piazzate in un vicino argine. Inutile dire che ad esplodere non sarà l’argine ma la diga stessa, con buona pace di chi voleva “assetare” indiani e contadini della zona.

La frase di Willer, dicevamo, in chiusura della storia: “L’acqua è di tutti! Non è un bene che possa essere acquistato e venduto da nessuno. Punto e basta!”. Più chiaro di così…

Siccome un dibattito si era appunto sviluppato anche su queste colonne, abbiamo pensato che valesse la pena proporre questa insolita veste assunta da un (seguitissimo) personaggio dei fumetti. Vi richiamiamo qui sotto un esempio degli articoli pubblicati a suo tempo.

* * *

Correlati
- Privatizzazione dell'acqua? (4 novembre 2008)
- Acqua alla gola (23 novembre 2008)
- "Acqua di tutti? Basta pagarla" (30 novembre 2008)
- "La fusione Iride-Enìa? Ecco i risultati..." (6 dicembre 2008)
- Fusione Enìa-Iride / Continuano i dubbi (18 dicembre 2009)
- Castelnovo / Raccolta firme per mantenere l'acqua di proprietà pubblica (22 gennaio 2009)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48