DIETRO (MEGLIO, DAVANTI) ALLE QUINTE / La statale 67 di Vasco Errani

Concede il bis, il presidente. Quando, alle battute finali del convegno organizzato nella mattina di ieri a Castelnovo ne’ Monti dal Pd, Vasco Errani, a capo della nostra Regione, tira le somme dell’incontro e propone le sue valutazioni, non una ma ben due volte la nostra statale diventa per lui la numero… 67. Peccato che siamo a un convegno per parlare della 63.
Ci siamo incuriositi e, una volta a casa, davanti al pc, abbiamo verificato di che arteria mai si trattasse, data l’insistenza. E così è risultato piuttosto evidente il lapsus freudiano. La 67 infatti è la statale che collega (sempre Toscana ed Emilia) Pisa con Marina di Ravenna. E Ravenna è la provincia di nascita di Errani.

* * *

Ma non solo questo. Il presidente ha anche scambiato per tre volte il (presente) Romano Albertini con (l’assente e on.) Angelo Alessandri, chiamandolo vieppiù “collega”. Sempre di Lega Nord si tratta, d’accordo, però…

* * *

Fabio Filippi. Nel momento in cui sembrava che i cattivoni del Pd, dal palco, non intendessero dargli la parola (a lui come agli altri quattro colleghi consiglieri regionali come lui, ma della maggioranza, compreso un assessore, reggiano, Lino Zanichelli), s’è preso su e ha fatto per uscire, in modo plateale (si trovava per l’appunto in platea, in basso, dove il gesto era ben evidente a tutti), evidentemente piuttosto scocciato dal diniego. Lo ha bloccato dal palco Errani, che lo ha invitato a salire, “per cortesia”, a costo di interrompere Sonia Masini visibilmente contrariata (e che poi glielo farà notare), che aveva appena iniziato il suo intervento.

* * *

Se qualche dubbio c’era, ora non lo si ha più. Il Comitato (alias Roberto Malvolti) a sinistra è guardato con diffidenza. Dapprima la Montemerli sbotta: “Sento dire che qui si parla – Malvolti, ndr – di ‘politici pagati’. Bene io sarei una di quelle? Guadagno poco più di mille euro al mese per fare il sindaco. Guadagnavo di più col mio mestiere precedente”.
Ma a fare piazza pulita – a buon intenditor… - ci pensa la presidente Sonia Masini: “Il Comitato non ha la legittimazione popolare – sottointeso, come invece ha la politica – per svolgere azioni. Può però contribuire a vigilare e fare sentire la sua voce…”. Un comitato non legittimato? Un siluro. In sala, però, risuonano ancora i quattro applausi strappati da Malvolti.

* * *

Ancora Errani. Poco diplomatico nel momento in cui, mentre parlava Albertini, lo interrompe (non sono mancate le interruzioni, come si nota, nel miglior stile talk show) dicendogli: “Stai parlando nelle migliori modalità romane. Cioè: non ho capito nulla di quel che stai dicendo. Ma non me ne volere, te lo dico perché è vero. Ma se la ritieni un’offesa ritratto tutto”.

* * *

Roberto Malvolti scaglia il siluro sulle (presunte) dichiarazioni dell’ingegner Lelio Russo. “Mi ha anche detto che è amico di Ugo Caccialupi e che mangiano spesso assieme”. Diventa rovente la poltrona su cui in sala siede il sindaco di Collagna che asserisce: “Sì, sì, io e l’ingegnere siamo amici…”.

* * *

Una nota di colore: Errani dimostra, nell’intervento conclusivo, di essere quantomeno un politico navigato. Ma in fatto di gusto: giacca grigio soviet insolitamente lunga, cravatta allacciata corta non oltre l’ombelico, pantaloni arruffati. Si può fare di più.

* * *

Sempre a proposito di moda. Sonia Masini, rivolta a Romano Albertini (voto 5 per l’efficacia delle argomentazioni proposte, voto 10 per il coraggio a prendere le parola nella tana del lupo, anche se qualcuno dal pubblico lamenta: “togliti il cappello”): “Avete un concetto molto sbiadito di federalismo: un po’ come la tua sciarpa Albertini”.
“E’ stata scorretta Sonia Masini”, lamenta il nostro e la aspetta al varco: “Non è stato corretto tirare in ballo la mia sciarpa. Ora – dice scherzando – ne parlerò a mia moglie…”

* * *

Correlati:
- Statale 63 / “L’ing. Lelio Russo ha detto che per avere la strada i reggiani devono imparare a votare meglio” (23 gennaio 2010);
- Montemerli: “Statale 63? Ok, ma ancora prima la banda larga”. Masini: "Anas da abolire" (24 gennaio 2010)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Comitati e comizi
    Meno male che ieri sera Bersani (ascoltato e visto in tv Reggio) era vestito da persona normale e non ha parlato, sbagliando, di viabilità e persone. Si è limitato, con un aperto e franco cipiglio, ad indicare vie nuove per migliorare, secondo le proprie vedute, la situazione generale italiana. E quando ha detto Roma intendeva dire Roma. Niente errori di luoghi. Che sia stato solo perchè non c’era dibattito partitico?

    (GS)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48