Finti carabinieri rapinano anziano a Ligonchio

Sembra impossibile, ma la vecchia scusa del controllo dei soldi tenuti in casa per verificarne l'eventuale falsità serve ancora a convincere qualcuno a tirare fuori il portafoglio e a mostrarlo ad estranei. Se poi questi estranei si presentano come carabinieri con tesserini (questi sì falsi!) e berretti simili a quelli dei veri carabinieri, il gioco si fa facile. E' successo questo ad un 73ennne a Ligonchio che, nel momento in cui ha presentato il portafoglio agli sconosciuti finti carabinieri, si è visto spintonato e rapinato del portafoglio stesso con 400 euro. Subito avvisati i carabinieri, quelli veri, di Ligonchio e di tutta la montagna hanno avviato le ricerche per trovare i rapinatori. L'episodio di Ligonchio, che si somma ad altri episodi di furto avvenuti in montagna negli ultimi giorni, ha dato il via ad una azione pressante e diffusa sul territorio delle forze dell'ordine per cercare di stroncare le attività delittuose.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

7 Commenti

  1. Furti?
    Cosa succede alla nostra montagna? Non passa giorno che si legga… furto! Soprattutto ora nei paesini più remoti dell’alto crinale e sicuri finora… Ora indifesi dalla lotta criminale a noi finora sconosciuta. Come comportarci? Servirà molta più informazione a tutta la popolazione da parte delle istituzioni per meglio proteggere gli indifesi…

    (Eros Tamburini)

    Rispondi
  2. Signore, occhio alle borsette!
    Proprio oggi una signora di 73 anni ha lasciato incautamente la borsetta in auto vicino ad un bosco di Marola, dove si era recata per cercare funghi e dove vi erano altre tre auto. Al ritorno si è ritrovata l’auto forzata e la borsetta sparita, bottino 20 euro con danni all’auto per quasi 200!!!! Inoltre nella borsa teneva tutti i suoi documenti e i danni morali saranno difficili da rimarginare! Davvero complimenti al ladro!!

    (Commento firmato)

    Rispondi
  3. Vivere la montagna
    …dopo l’acqua e i funghi ecco che ci rubano anche la cosa più importante, la libertà di vivere la nostra amata montagna, il vivere di cose semplici, del zero stress, almeno questo lasciatecelo!!! Viverla come abbiamo sempre fatto, lasciare la chiave sulle toppe delle porte… Caso strano chi compie questi furtarelli sono immigrati… Questi sono gli inizi di questa finta integrazione!!!

    (Enrico Ferretti)

    Rispondi
  4. Il demanio è di tutti
    Sig. Ferretti, buongiorno! Lei ha scritto quanto segue: …dopo l’acqua e i funghi ecco che ci rubano anche la cosa più importante, la libertà di vivere la nostra amata montagna, il vivere di cose semplici, del zero stress, almeno questo lasciatecelo!!! Viverla come abbiamo sempre fatto, lasciare la chiave sulle toppe delle porte… Caso strano chi compie questi furtarelli sono immigrati… Questi sono gli inizi di questa finta integrazione!!! (Enrico Ferretti)
    Non credo (e questa è una mia opinione) che noi messi geograficamente più in basso siamo dei ladri di acqua, di funghi e del suo meritato vivere a stress zero. Noi non siamo i barbari della nostra montagna (forse io la rispetto come Lei o più).
    Vorrei farle notare che il sottosuolo del demanio è di proprietà dello Stato, l’acqua sgorga, i funghi crescono per tutti i cittadini. Non faccia per favore di tutta un’erba un fascio, sicuramente ci sarà un lato positivo… Provi a cercarlo, grazie.

    (Eros Tamburini)

    Rispondi
  5. Per il Sig. Tamburini. La proprietà privata bene da difendere!!
    Salve Sig. Tamburini!! Ha perfettamente ragione dicendo che l’acqua è un bene di tutti, però le varie tubazioni e captazioni che passano e sorgono all’interno di terreni privati e mai risarciti di chi sono? …a raccogliere i funghi le ricordo che entriamo in proprietà private!?… Che invece volutamente vengono spacciate come demaniali. Lo sa che il 95% del crinale e del suo bosco si sviluppa su proprietà privata?… e che anche in Emilia esiste la proprietà privata?! Inoltre le chiedo se secondo lei è giusto pagare un tesserino funghi alla Provincia per calpestare dei terreni privati? Lucrandoci sopra e ingannando gli ignari cittadini che pagano un tesserino per la disinformazione?! Le ricordo che nei terreni sopra citati i legittimi proprietari ci pagano già le tasse. Inoltre per ribattere al fatto… di fare tutto l’erba un fascio, ho solo riportato le notizie che vengono pubblicate sui giornali dove questi furtarelli vengono attribuiti a stranieri… Sbaglio? Se mi risponde, magari mi aiuta a capire questi paradossi cattocomunisti.
    Ringrazio anticipatamente.

    (Enrico Ferretti)

    P.S. – Se vuole andare ai funghi la invito volentieri con me… ma senza pagare il tesserino, la porto nella mia piccola proprietà… Scordavo non si può!!

    Rispondi
  6. Proprietà privata, permessi e licenze!
    Salve a Lei, sig. Ferretti… Non è che non voglia risponderLe, diventerebbe noiosissimo per i lettori di @CRedacon#C… Insomma una telenovela. Sono a sua completa disposizione se vorra contattarmi: [email protected].
    …Ci conto.
    Cordiali saluti.

    (Eros Tamburini)

    Rispondi
  7. Attendo risposta
    Sig. Tamburini, La invito anche tramite @CRedacon#C a rispondermi, come da lei richiesto: [email protected]
    Grazie.

    (Enrico Ferretti)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48