Alpinisti appenninici ancora in Karakorum al Gasherbrum K4 (Gasherbrum 2 8.035 mt. slm)

Dopo il Cho-Oyu un gruppo di alpinisti "nostrani" si prepara ad affrontare un'altra spedizione in Karakorum.

Obiettivo il Gasherbrum K4 (noto come Gasherbrum 2 di 8.035 mt. slm) raggiunto per la prima volta da una spedizione austriaca nel 1956.

K4 è il suo nome originario, ma sulle carte è chiamato Gasherbrum 2, che in lingua Baltì significa "Muraglia scintillante".

La via di salita prevede di ripercorrere la traccia dei primi salitori austriaci del 1956 lungo l'itinerario dello sperone sud e poi della cresta est.

Presentazione dell'iniziativa venerdì 10 giugno, dalle ore 20, nella sala del Cconsiglio comunale di Castelnovo ne' Monti. Guida il gruppo Fabrizio Silvetti.

La spedizione gode del sostegno del Comune di Castelnovo ne' Monti, della Provincia di Reggio Emilia, della Comunità montana dell'Appennino reggiano, del Parco nazionale dell'Appennino tosco-emiliano, della sezione Cai di Castelnovo ne' Monti, del Soccorso alpino Emilia-Romagna e del Rifugio Monteorsaro, che offrirà agli intervenuti un sontuoso buffet.

Nell'occasione sarà possibile acquistare le magliette, disegnate da Emanuele Lamedica, il cui ricavato verrà donato al "Ceena welfare service", una struttura di Gilgit-Baltistan in Pakistan che raccoglie bambini orfani.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. PER RUFFO E SAMUELE
    Gli amici fanno un immenso “In bocca al lupo” a Massimo e Samuele per la loro prima spedizione “Over 8000”.

    (Gli amici dell’Appenino)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48