Home Cronaca Dalla Cina a Collagna, nel segno della pace e dei pesci

Dalla Cina a Collagna, nel segno della pace e dei pesci

2
2

COLLAGNA (23 giugno 2011) - Da un lato il sindaco che ha diviso, dall'altro l'imprenditore che aveva capeggiato l'altra lista. Ora eccoli in sieme per merito dei... cinesi. E' accaduto, infatti, che lo scorso lunedì 20 giugno una delegazione del Governo cinese ha fatto visita all’impianto di pescicoltura e ricerca “I Giardini dell’acqua” dell'imprenditore Pierpaolo Gibertoni. E a salutare la delegazione costituita da alti funzionari ministeriali del settore pesca e agricoltura è intervenuto il sindaco Paolo Bargiacchi assieme al biologo genetista Maurizio Penserini oltre che, naturalmente, al titolare medesimo, Gibertoni.

E' stato lo stesso Bargiacchi a esprimere il saluto ufficiale di benevnuto, mettendo in in risalto "l’opportunità e la necessità di cooperazione tra popoli fieri e lavoratori quali quello italiano e quello cinese e della sentita gratitudine nell’aver scelto di fare visita ufficiale proprio ad una rinomata e pionieristica azienda presente sul territorio rurale e montano del Comune di Collagna e che opera da ormai 20 anni a livello nazionale ed internazionale".

Il Direttore dell’Ufficio governativo Servizio Pesca e Acquacoltura della Regione Autonoma del Guangxi Zhuang, il dottor Lu Yi, ha espresso gratitudine per l’accoglienza ricevuta e ha elencato le motivazioni della visita proprio in quel di Collagna: “L’attività agricola acquicolturale può rappresentare per i territori montani una grande opportunità di sviluppo e di servizio alla comunità. Il dottor Gibertoni ha saputo conciliare il ruolo biologico-conservazionistico dell’acquacoltura protesa alla tutela delle specie ittiche autoctone con il ruolo della messa a punto di specie di interesse sportivo e alimentare, il tutto in un contesto di turismo, divulgazione e partecipazione dei vari livelli della comunità; per noi può essere un modello da seguire coltivando collaborazioni e partnership”.

Dopo lo scambio di doni, una targa e il gagliardetto del Comune di Collagna da una parte ed una scultura in bronzo raffigurante un tamburo propiziatorio, augurio di forza e felicità dall’altra, lo staff scientifico della struttura ha accompagnato la delegazione in visita ai vari settori del Centro di Ricerca e Riproduzione, sede peraltro anche del Mediterranean Trout Research Group presieduto dal medesimo Gibertoni che ha salutato la delegazione alla fine della visita con l’auspicio di operare globalmente e in totale cooperazione al fine di proteggere e riqualificare gli ambienti fluviali, di salvaguardare le specie ittiche native, tutelare e divulgare gli usi e i costumi delle genti di montagna che da sempre pescano non solo per approvvigionarsi di un sano e completo alimento, ma che utilizzano questa passione per conoscere sempre di più l’ambiente in cui vivono e per renderlo alle generazioni future integro e produttivo".

Articolo precedenteCasina, muore cadendo dalla finestra
Articolo successivoIl Rally dell’Appennino reggiano su Radionova. AGGIORNAMENTI SUCCESSIVI – Vincono Rudy Michelini e Michele Perna – LA FOTOGALLERY

2 Commenti

  1. Grande Pier
    Grande Pier ho sempre sostenuto che la vera risorsa montanara fossi Tu.. con le tue idee e con i tuoi investimenti.. Complimenti.

    (Gianluca Ugoletti)

  2. Un modello da seguire…
    Complimenti Pierpaolo, la tua passione e la tua competenza sono ormai consacrate a livello internazionale, inorgoglisce pensare anche al ritorno d’immagine per il Comune di Collagna e l’intero alto Appennino Reggiano.
    Non manchero’ quest’estate ai tuoi Giardini.
    Fa piacere osservare dall’esterno una collaborazione con il nuovo Sindaco.

    (Miriano)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.