Gli alpinisti d’Appennino verso il campo 1 a 5900 mt

Nicola, Fabrizio, Massimo e Samuele sono stati rintanati in tenda sotto una bella nevicata, ma da stanotte stanno lavorando per portarsi a quota 5900 mt. dove allestire il campo 1.
Qui passeranno la notte prossima per poi tornare al campo base.
Ci sono da allestire le corde fisse, da sistemare le bandierine per segnare il percorso, le tende da montare.

Intanto si pensa alla Pietra e Fabrizio si dà alla poesia dialettale:

Star chè l'è acme star a cà dal Diavle..
Quanta via ch'iema fat!
Po arivema su e a taca a nevre.
I parema tut dal marmot quand a ven l'inverne, tut rintana in dla tenda.
"Et vist ac montagne?" a dis Samuele
"An sga la cava gnan a guardale tùte" a rispond me
"Quan i'era un ragaset anca la Preda l'am pariva acsè granda"
"Beh, l'an sarà mia acsè granda ma la Preda l'è un gran Sass".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Loro lassù
    Vai mitico bonghetto, sei un mito.

    (Gio campa Franz)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48