“Grazie Anas”

"Non è passato inosservato a questo Comune e alla cittadinanza di Collagna il modesto, ma significativo, intervento recentemente operato sulla SS  63 in zona Piagneto. Ne è scaturita una situazione di effettivo miglioramento che alimenta la fiducia e l’aspettativa di ulteriori passi in avanti in direzione di una maggiore sicurezza e stabilità della situazione  viaria  in un tratto particolarmente delicato,  ma fondamentale per l’economia della montagna e di entrambi i versanti appenninici". Sono parole che il sindaco Paolo Bargiacchi ha affidato alla stampa.

"Sappiamo bene - prosegue la breve nota - in quali difficoltà economiche si dibattono oggi gli enti pubblici nazionali e locali,  ma l’aver dato cortese ascolto e almeno parziale soddisfazione alla nostra richiesta ci sollecita  ad esprimere un sentito ringraziamento e viva gratitudine  all’Anas e al suo gruppo dirigente  cui è affidato il compito di provvedere alla manutenzione della SS  63. Non mancheremo di sollecitare interventi più organici e risolutivi già dalla prossima primavera".

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. Leggiamo con attenzione la nota del sindaco Bargiacchi, riteniamo la stessa una missiva di “cortesia” dovuta ad Ana alla quale tutto il Comitato della SS 63 si associa. Premesso questo, però, riteniamo che un politico di LUNGO CORSO non si possa far lusingare da una cunetta pulita, da un rail sostituito o da pochi metri di asfalto posato. Sono 3 anni che scriviamo ad AnasS e se permettete un piccolo dubbio/domanda lo abbiamo. Se non si fosse fissata la manifestazione di domani, si sarebbero mossi? Non abbiamo la risposta ma qualche certezza sì. Il sindaco parla di progetti, di primavera, però ci va di ricordare che di primavere ne sono passate oramai 4; in merito alle ristrettezze, rammentiamo che il presidente Ciucci (da documenti pubblici) percepisce circa 1 milioncino di €, ma anche a questo la gente è abituata, basta guardare lo scandalo della liquidazione di 5 milioncini del presidente Finmeccanica, premio dei 9 anni nei quali ha affossato il valore dell’azienda.
    Nella speranza che all’alba del 2012 queste letterine di comodo smettano di esistere e che la POLITICA chiami all’ordine chi non fa e chi continua a far viaggiare i nostri concittadini con una FRANA sopra la testa.
    Cordialmente.

    (Il Coordinamento Comitato strada statale 63)

    Rispondi
  2. Faccio notare la tempestività del comunicato: alla vigilia della manifestazione organizzata dal Comitato statale 63 proprio a Collagna per sollecitare la sistemazione della frana a tre anni di distanza dall’evento, anni passati inutilmente. Preso atto della situazione, fossi nel Comitato annullerei la manifestazione di domani.

    (Armido Malvolti)

    Rispondi
  3. Che vuoi Armido!! Io ho aspettato 16 anni il rimborso del danno subito da una assicurazione, il 12 ottobre erano esattamente 16 anni, sono uscito sui giornali con un articolo, in 15 giorni saldato… Che ne pensi?

    (Eros Tamburini)

    Rispondi
  4. IL sindaco di Collagna ringrazia l’Anas ma di che, di quattro sbadilate date a un argine? Dal sig. Bargiacchi, autorità pubblica da molti anni che sa bene come nel tempo sono andate le cose, mi sarei aspettato una presa di posizione diversa, aldilà del fair play e delle buone maniere. Perchè ringraziare chi per decenni si è dimenticato di questa importante arteria lasciandola andare in malora (complice anche l’assordante silenzio dei politici che nel tempo si sono avvicendati a rappresentarci, meno due che assolvo e tutti sanno chi sono)? Sono un amante della SS 63 e quando posso la percorro per raggiungere la Toscana, purtroppo però è un pericolo continuo, cade a pezzi! Ad ogni angolo, ad ogni curva hai l’impressione che da un momento all’altro qualcosa di grave possa accadere. Ringrazio, questo sì, il Comitato della SS 63 per l’encomiabile impegno nel cercare di sensibilizzare i “potenti” ad intervenire in modo esaustivo e non con “patacche” come sono soliti fare.
    Caro Roberto, se non facciamo un’altra “Colombiade” ho il timore che non se ne farà nulla.
    Saluti.

    (Sergio Tagliati)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48