Home Economia Brusca frenata della produzione manifatturiera per le imprese dell’Appennino reggiano

Brusca frenata della produzione manifatturiera per le imprese dell’Appennino reggiano

1
0

Brusca frenata della produzione manifatturiera per le imprese dell’Appennino reggiano nel corso del terzo trimestre 2011. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente il volume produttivo registra infatti una riduzione del 4,2% a fronte di una situazione di stazionarietà che si osserva per la provincia nel suo insieme. Tiene, invece, il commercio, che si muove in controtendenza rispetto al calo provinciale, mentre l’incremento della popolazione mostra una battuta d’arresto.

Lo rileva la recente indagine congiunturale condotta dal sistema camerale e presentata nel corso del seminario che si è tenuto nella sala consigliare del Comune di Castelnovo ne’ Monti nell’ambito dei periodici incontri promossi dall’Osservatorio economico, coesione sociale, legalità che la Camera di commercio realizza in condivisione con le amministrazioni locali e le organizzazioni imprenditoriali e sindacali dell’area.

“Il primo aggiornamento dei dati dell’Osservatorio sull’Appennino reggiano – sottolinea Giovanni Teneggi, componente della Giunta camerale con incarico per la ricerca economica – confermano innanzitutto l'importanza della scelta della Camera di commercio di dedicare uno strumento specifico e locale per lo studio della realtà economica della nostra montagna. I dati, con le luci e le ombre che evidenziano lo stato del territorio, possono infatti essere utili ai decisori pubblici ed imprenditoriali, a maggior ragione se utilizzati in una forte relazione con le imprese, le associazioni e i sindacati, le famiglie che vivono sui luoghi; proprio questo è ciò che l'Osservatorio andrà a fare nei prossimi mesi con incontri che consentiranno una lettura comune e partecipata della situazione, perché se è vero che nuove imprese sono attive e hanno iniziato la loro attività dando segnali di fiducia, oggi è importante capire da chi sono state attivate, in che condizioni e per quali visioni di sviluppo”. “In montagna – conclude Teneggi – questa opportunità in più di relazione tra i diversi soggetti va dunque colta come risorsa di tenuta”.

I risultati analitici dei dati rilevati per l'Appennino reggiano sono reperibili sul sito http://osservatorioeconomico.re.it.

Articolo precedenteQuali regali per il Natale 2011? Costosi o fai da te?
Articolo successivoPrima neve e primi inghippi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.