Il riccio, graziosa bestiola che popola la nostra montagna, esce dal letargo

Una deliziosa coppia di ricci

In questo periodo il riccio (Erinaceus europaeus) esce dal letargo, quindi è possibile trovarne sulle strade mentre di notte si aggira alla ricerca di cibo. E’ assai frequente vedere piccoli corpicini ai lati della carreggiata, vittime delle auto. A questo proposito ricordiamo agli automobilisti che fino ad ottobre queste bestiole saranno attive e utilissime, infatti si alimentano di invertebrati di qualsiasi tipo (insetti, ragni, lombrichi, chiocciole, millepiedi), rettili ed anfibi. Non disdegnano nemmeno i piccoli mammiferi, soprattutto topi, di cui sono considerati cacciatori spietati poichè uccidono gli adulti e dissotterrano i nidi per nutrirsi dei piccoli.

E’ necessaria solo un po’ di attenzione per salvaguardare un patrimonio faunistico di cui è ricca la nostra montagna.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Ma che meraviglia,queste fotografie. Proprio lo spettacolo della natura, complimenti e dai, automobilisti, state attenti!!

    (Patrizia)

    Rispondi
  2. Meravigliosi e simpatici animaletti! Da diversi anni una numerosa colonia popola il mio giardino e oltre ad essere utilissimi per l’ecosistema hanno imparato a socializzare. Nonostante sembri un animaletto goffo e lento il riccio è molto agile ed è in grado di arrampicarsi velocemente e sa addirittura nuotare.

    (Federica)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48