Home Cultura Vacanze musicali all’ombra della Pieve

Vacanze musicali all’ombra della Pieve

3
0
La facciata della Pieve matildica di Toano

(Toano, 17 luglio 2012). “Sarà una vacanza estiva ricca di attività musicali”: Marco Gianferrari, presidente dell’associazione culturale Hirmos di Reggio Emilia, presenta così i corsi che avranno inizio dopodomani, giovedì 19 luglio, nella “splendida cornice della pieve matildica di Santa Maria in castello”.

Oltre al patrocinio del Comune, l’iniziativa “si realizzerà - sottolinea il sindaco Michele Lombardi - anche grazie ad alcune preziose collaborazioni, tra cui quella della Parrocchia toanese e dell’Istituto comprensivo ‘Ugo Foscolo’ che, con il particolare interessamento del dirigente Silvia Razzoli, ha messo a disposizione dei giovani musicisti, provenienti soprattutto dalla pianura, le aule di studio”.

La pieve romanica “sarà invece il suggestivo ambiente - prosegue il primo cittadino - in cui si svolgeranno le lezioni giornaliere aperte al pubblico e alcuni concerti, tra i quali quello inaugurale di sabato prossimo”.
I corsi di perfezionamento strumentale e interpretazione musicale “si avvalgono - spiega il presidente di Hirmos - della collaborazione di docenti con esperienza didattica maturata in importanti istituzioni scolastiche. La vita comunitaria e la tranquillità del luogo potranno favorire la concentrazione nello studio, lo scambio reciproco e l’arricchimento culturale ed artistico degli studenti”.

Gli insegnanti del corso, che terminerà domenica 29, sono le pianiste Charlotte Lootgieter e Franca Bacchelli. “Siamo certe - rilevano le due docenti - che si tratterà di un'esperienza formativa importantissima per tutti i partecipanti. I ragazzi dedicheranno gran parte della giornata allo studio sullo strumento. Seguirà poi ogni giorno una lezione individuale pubblica, alla quale assisteranno tutti gli studenti, che costituisce un'esperienza formidabile di confronto e di crescita professionale e umana. Ovviamente confidiamo anche nella partecipazione a lezioni e concerti degli abitanti toanesi”.

Conclude il sindaco Lombardi: “Siamo onorati di ospitare questa esperienza, che crediamo possa far conoscere in modo più approfondito il nostro comune e le sue ricchezze ambientali, artistiche e culturali, e nello stesso tempo promuovere sul territorio, in modo originale, le discipline musicali”.

 

Articolo precedenteEduchiamo alla legalità, in bici
Articolo successivoPartita l’undicesima edizione del Memorial Stefano Pasini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.