50enne di Baiso preso per furto

Mentre smontava le telecamere esterne dell’impianto di videosorveglianza di un bar del comune di Carpineti non ha tenuto conto che l’ultimo filmato registrato nel sistema sarebbe stato proprio il suo furto. Una disattenzione che è costata cara al ladruncolo raggiunto presso la sua abitazione dai Carabinieri di Carpineti che hanno recuperato anche le telecamere ad infrarossi restituendole al bar derubato.

Questa in sintesi la premessa dei fatti che ha visto i Carabinieri delle Stazioni di Carpineti e Casina denunciare, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia, un 50enne di Baiso, chiamato a rispondere del reato di furto aggravato. Nella sua abitazione i Carabinieri hanno rinvenuto le telecamere ad infrarossi rubate al bar del valore di 800 euro che sono quindi state restituite all’esercente derubato. Ha agito la notte tra il 10 e l'11 ottobre probabilmente poiché il bar ieri l'altro, undicesimo giorno del mese corrente, osservava un turno di riposo e quindi il barista si sarebbe accorto del furto solo all’apertura del 12, consentendo al ladruncolo di aver il giusto margine per assicurarsi l’impunità.

Tuttavia nel pomeriggio di giovedì il barista, recatosi presso il proprio esercizio, constatava l’ammanco delle telecamere richiedendo l’intervento dei carabinieri del paese. I militari di Carpineti, giunti sul posto, avviavano le indagini partendo dal server del sistema di videosorveglianza del bar nell’ipotesi investigativa che le ultime immagini fossero quelle del ladro delle telecamere. Ed è stato proprio così. L’ultimo filmato in memoria ritraeva un cliente del bar che aiutandosi con un bastone smontava le due telecamere del bar. La prova del nove, anche se in questo caso non era necessaria, si è avuta allorquando i Carabinieri si sono recati presso l’abitazione dell’indagato per dar corso alla perquisizione domiciliare. Nel garage e in camera da letto i militari hanno recuperato le due telecamere ad infrarossi, poi restituite al barista. Per il disattento ladro invece scattava la denuncia in stato di libertà in rodine al reato di furto aggravato.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48