Il “panfilo” democratico

Luca Zini

Riceviamo e pubblichiamo.

-----

Mi accomuno alla mia collega di partito Elisa Bellesia e condivido ogni sua premessa, sul comportamento da tenere in merito alle primarie. Come lei ho tirato fiato ma ho ascoltato anche il mio cuore, per essere coerente con me stesso e con il mio operato. Anche per me la prima consapevolezza è che passato il tempo delle primarie rimarremo (come siamo ora) tutti insieme, dentro al "panfilo" Pd e lavoreremo, come abbiamo fatto fino ad ora, per il bene del nostro paese. Per questo il confronto tra i candidati dovrà essere onesto e avvenire in un clima di serenità e reciproco rispetto.

Come segretario, infatti, a tutela di quanto anzi esposto ho scelto di non aderire a nessun comitato per garantire agli elettori la massima trasparenza e fiducia nell’istituzione del nostro partito. Ho preso questa decisione per essere al di sopra delle parti appunto come Elisa, arbitro severo e imparziale nel confronto democratico.

Questa posizione l’ho maturata nell’ultima settimana e voglio sottolineare che, al di là delle primarie, delle regole, dei comportamenti, passato questo “breve” istante mi auguro che ci si metta veramente a lavorare sui contenuti, sulle proposte, sulla politica che spesso viene lasciata a margine di eventi come questi, che sono si importanti, ma non quanto i programmi, le idee e le possibilità da mettere in campo per cercare di salvare questa Italia che si sta autodistruggendo.

Quindi affrontiamo serenamente questo momento di democrazia, con la lungimiranza e la serietà che sempre ci ha contraddistinti, augurando un buon lavoro a tutti. Un particolare “grazie” a Elisa per aver “aperto” questa nuova "porta o strada", comportamentale.

(Luca Zini, segretario del circolo Pd di Casina)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. “…mi auguro che ci si metta veramente a lavorare sui contenuti, sulle proposte, sulla politica che spesso viene lasciata a margine di eventi come questi, che sono si importanti, ma non quanto i programmi, le idee e le possibilità da mettere in campo per cercare di salvare questa Italia che si sta autodistruggendo”. Mi scusi signor Zini, ma il pd sta scegliendo il candidato premier sulla base di proposte e programmi o sul numero di peli dei glutei?
    (commento firmato)

    Rispondi
  2. Al lettore precedente vorrei ricordare che, anzichè fare battute che lasciano il tempo che trovano, basterebbe che si andasse a leggere i programmi sui rispettivi siti dei candidati.
    (Rabotti Vittorio)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48