Buon onomastico a… novembre

Anche novembre, come ottobre e dicembre, conserva nel nome la posizione che occupava nel primitivo calendario romano. La parte iniziale del nome ce lo ricorda: november = nono mese. Nel calendario della Rivoluzione Francese fu chiamato Frimaire, Frimaio. Cominciava il 21 novembre e terminava il 20 Dicembre.

 

Per chi viveva in mezzadria Novembre era il mese del rendiconto. Con la festa di San Martino, infatti, i mezzadri erano confermati o licenziati. Il modo di dire fare San Martino ne è la testimonianza. Ciò accadeva perché tutti i grandi lavori, quelli che impegnano per un anno, sono ormai conclusi. In quella data terminava anche la consegna del latte al caseificio.

 

Novembre è anche il mese della Commemorazione dei defunti, delle visite ai cimiteri. È il mese della natura spoglia, ormai a riposo, pronta ad affrontare l’inverno. Ma è pure il mese del vino nuovo e delle caldarroste. Con qualche conseguenza di circostanza.

 

Novembre al Carducci piaceva: ce lo ricorda con questi versi in San Martino:

 

Ma per le vie del borgo,

 

dal ribollir de’ tini,

 

va l’aspro odor dei vini

 

l’animo a rallegrar.

 

1 novembre

 

Oggi ricorre l’onomastico di tutti coloro che non hanno un santo protettore o che non lo conoscono.

 

La festa di Ognissanti o di Tutti i Santi era già celebrata nel IV° secolo in Antiochia. Ricorreva la domenica successiva alla Pentecoste. I monaci irlandesi chiesero di farla coincidere con la festa celtica Samhain. La data fu confermata da papa Gregorio III° (731-741) in occasione della consacrazione di una cappella in San Pietro dedicata “alle reliquie dei Santi Pietro e Paolo e di tutti i Santi, martiri e confessori, e di tutti i giusti resi perfetti che riposano in pace in tutto il mondo”, poi nuovamente dal re franco Luigi il Pio che nell’835 la decretò festa di precetto "su richiesta di Papa Gregorio IV° e con il consenso di tutti i vescovi". Al tempo di Carlo Magno la festa era diffusa ovunque.

 

1993 – Entra in vigore il Trattato di Maastricht.

 

Proverbio

 

Pr’i Sânt

 

tira föra i guânt.

 

Pr’i Môrt

 

la brîna int l’ôrt.

 

2 Novembre

 

Commemorazione di tutti i defunti - Questa celebrazione ha radici lontane. Tutti i popoli dell’antichità avevano un culto basato sulla memoria e sul timore dei morti. Come si è visto, nel Cristianesimo era la festa di tutti i martiri, di coloro che avevano dato la vita per le fede. L’usanza di ornare le tombe risale a quella festa. Come commemorazione fissa dei defunti fu istituita da Odilone di Cluny nel 998 per i monasteri benedettini. Papa Giovanni XIX° la estese poi a tutta la chiesa nel 1006. È accostata alla festa di tutti i Santi perché in qualche modo continua il discorso: i santi dell’1 Novembre sono dei defunti già nella gloria del Padre. I defunti ricordati il 2 sono coloro che potrebbero avere bisogno di suffragi da parte nostra.

 

1906– Nasce il regista Luchino Visconti.

 

Proverbio

 

Per San Martîn

 

la bùta piena d’ vîn.

 

Ma chî ch’ rimpìsa al butûn

 

l’é sempr’al siûr padrûn.

 

(A San Martino la botte è piena, ma chi riempie la botte grossa è sempre il padrone).

 

[Da La Véta muntanara di Giovanelli e Benasssi].

 

3 Novembre

 

Giusto - Justus in latino significa: probo, onesto. Oggi si ricorda San Giusto martirizzato a Trieste nel 279. È il patrono di Trieste.

 

Silvia – In latino significa: che ama vivere nei boschi. Oggi si festeggia Santa Silvia madre di San Gregorio Magno papa. Era originaria della Sicilia ed è morta nel 592.

 

Protettori speciali: Per la protezione delle gestanti e per i dolori di parto si invoca San Pirmino (660-753). I cacciatori, i fonditori e le guardie forestali si affidano alla protezione di Sant’Uberto (VIII° sec.), che protegge anche dalla rabbia degli animali. San Martino de Porres è protettore dei parrucchieri.

 

1901– A Parigi nasce André Malraux, romanziere, saggista, archeologo, politico. Muore il 23 Novembre 1976.

 

1970– Salvador Allende viene eletto Presidente del Cile. Era nato il 26 Giugno 1908. Viene destituito da Pinochet l’11 Settembre 1973. Non è sicuro se si sia suicidato o se sia stato ucciso.

 

Proverbio

 

In certe località in Novembre cominciava già la potatura delle viti. Questo perché gli alberi sono già a riposo, quindi non si rischia di farli seccare:

 

Chi zappa (la vite) a gemma dormiente

 

beve abbondantemente.

 

Oppure:

 

Chi vuole del buon vino

 

zappi e poti a San Martino.

 

4 Novembre

 

Carlo – Karl nell’antico tedesco significa: uomo libero. San Carlo Borromeo è nato nel 1538. A 22 anni era già cardinale. Oltre che riformatore della Chiesa fu il promotore dei seminari per la formazione morale e culturale del clero. È morto il 3 Novembre 1584. Gli è dedicata la colossale statua di Arona.

 

È festeggiato a Cassinago e a Pigneto.

 

Vitale – In latino vitalis significa: vigoroso, pieno di vita. San Vitale era il servo di un altro santo, Agricola, e con lui fu martirizzato in Bologna nel 305. È il protettore dei domestici.

 

Viene festeggiato a Santa Caterina e a S. Vitale di Carpineti.

 

A S.Stefano di Pineto festa di San Generoso.

 

Protettori speciali: San Chiaro prete e martire (ucciso intorno all’880) protegge dalle malattie agli occhi ed è il protettore dei vetrai. San Carlo è il protettore dei catechisti, dei maestri, dei librai, dei legatori. Sant’Agricola protegge i datori di lavoro.

 

1995 – Viene assassinato Ytzhak Rabin da un estremista ebraico.

 

Proverbio

 

Da San Martîn a Nadâl

 

tú-c i purèt i stân mâl.

 

5 Novembre

 

Guido – Wido nell’antico tedesco significa: istruito. Il beato Guido M. Conforti è nato a Casalora Rovatese nel 1865 ed è morto a Parma, dove era vescovo, nel 1931. È il fondatore dei Missionari Saveriani.

 

Elisabetta – In aramaico Elischeba significa: colei che giura per Dio. Oggi si ricorda Santa Elisabetta madre di Giovanni Battista, che lo ebbe in età avanzata grazie all’intervento divino.

 

È festeggiata a Monchio Ferrara e a Soraggio.

 

1914 – L’Inghilterra si annette Cipro.

 

Proverbio

 

Il vino nuovo, specialmente nei giorni festivi, potrebbe creare delle situazioni imbarazzanti, come dicono in Romagna:

 

Per San Martéin, volta e gira,

 

tòt i bèch i’ van in fîra.

 

[A San Martino, in un modo o nell’altro, tutti i becchi vanno alla fiera].

 

6 Novembre

 

Beatrice – In latino Beatrix significa: colei che rende felici. Santa Beatrice di Olive (Belgio) era una monaca Cistercense vissuta tra il XIII° e il XIV° secolo. Stando alla leggenda fuggì dal monastero. Dopo quindici anni vi rientrò ma le consorelle non si erano accorte della sua assenza perché la Madonna l’aveva sostituita in tutto per tutti quegli anni.

 

Protettori speciali: San Leonardo, vissuto nel VI° secolo, protegge gli agricoltori, i carcerati, i fabbri, i fruttivendoli e facilita un buon parto. San Vinnoco è patrono dei mugnai.

 

2007– Muore Enzo Biagi.

 

Proverbio

 

Se a Nuvèmbr’ a tîra ‘l trûn

 

pr’al furmênt al srà un àn bûn.

 

7 Novembre

 

Ernesto - Nell’antico tedesco era Arnust, e significava: fortissimo, valoroso combattente come l’aquila. Il Sant’Ernesto ricordato oggi fu abate a Zwiefalten e morì martire in Arabia nel 1147.

 

1903 – A Vienna nasce il biologo Konrad Lorenz, Nobel nel 1973. Muore ad Altenberg nel 1989.

 

Proverbio

 

Quando il dito indica la luna

 

lo sciocco guarda il dito.

 

8 Novembre

 

Goffredo – In gotico Guthafriths significa: protetto da Dio. San Goffredo fu vescovo di Amiens. Morì nel 1115.

 

Protettori speciali: I Santi Claudio, Nicastro e Sinforiano sono i protettori dei tornitori, dei marmisti, dei lapicidi e degli scultori.

 

1895 - Conrad Röntgen (1845 – 1923), scopre i Raggi X. Nel 1901 è insignito del Nobel.

 

Proverbio

 

Quand un purèt al mangia ‘na galîna

 

o l’é malâ ‘l purèt o la galîna.

 

9 Novembre

 

Teodoro – In greco Theòdoros significa: dono di Dio. San Teodoro era un soldato di Tiro martirizzato ad Amasea nel 306.

 

Oreste – In greco orestēs significa: montanaro. Il Sant’Oreste festeggiato oggi, detto anche Areste, era un medico di Tiana, martirizzato in Cappadocia nel 304.

 

1989 – Viene abbattuto il muro di Berlino.

 

Proverbio

 

A Novembre, con le foglie,

 

cadon giù capelli e voglie.

 

10 Novembre

 

Leone – San Leone Magno, o S. Leone I° papa, dottore della chiesa, per alcuni era nato a Volterra intorno al 390, per altri a Roma. È morto a Roma il 10 Novembre 461. Già come diacono manifestò notevoli doti dottrinali ed organizzative. Fu eletto papa nel 440 dal clero e dal popolo Romano. Dovette combattere le eresie insorgenti. Nel 452, secondo la leggenda, affrontò Attila e lo convinse a lasciare l’Italia.

 

Ninfa – In greco Nympha significa: sposa. Santa Ninfa vergine e martire era figlia del prefetto di Palermo, vissuta nel V° secolo.

 

Protettori speciali: San Leone I° è invocato dalle gestanti e da chi è affetto da torcicollo.

 

1483 – A Eisleben, in Germania, nasce Martin Lutero, l’iniziatore del protestantesimo.

 

1997 – Accordo tra il Vaticano e lo Stato di Israele.

 

Proverbio

 

Non si ruba il bue

 

per dare la coda in beneficenza.

 

11 Novembre

 

Martino – In latino significa: dedicato a Marte. San Martino era un soldato della Pannonia, diventato poi vescovo di Tours. È morto nel 397. La sua storia è legata all’aneddoto del povero che gli chiede l’elemosina e il santo gli dà anche metà del proprio mantello.

 

Sagra a Ciano, a Pantano e a Vezzano. Festa anche a Corneto, Bellessere, Croce e Groppo.

 

Protettori speciali: San Martino è il patrono dei bottai, della fanteria, dei mariti traditi, dei mendicanti, dei militari in genere, degli albergatori, degli osti, degli ubriachi, dei poveri, ed è invocato contro le sbronze.

 

2004– A Parigi muore Yesser Arafat.

 

Enigma: Facciamo spesso uso dell’adagio: Per un punto Martin perse la cappa. Espressione che viene abbinata al S. Martino festeggiato oggi. Non abbiamo certezze su come sia nato l’adagio ma di sicuro non si riferisce al santo di Tours. Pare che il Martino chiamato in causa fosse il priore del monastero di Asello, persona molto dedita all’ospitalità verso pellegrini e viandanti, che fece scrivere sull’arco d’ingresso al monastero la seguente frase: Porta patens esto. Non claudaris honesto. E intendeva dire: Porta, rimani sempre aperta. Non chiuderti mai in faccia ad una persona onesta. Ma l’incaricato sbagliò spostando il punto dopo il non e stravolgendo il senso della frase, che divenne: Porta, non aprirti mai. Resta chiusa per l’onesto. Ciò scatenò le ire dei superiori che deposero Martino da priore vanificando le eventuali aspirazioni a diventare abate (la cappa nominata era il simbolo dell’autorità abbaziale). A conferma di tale teoria esiste un altro verso, sempre in latino: Uno pro puncto caruit Martinus Asello (Per un punto Martino fu privato di Asello). Probabilmente il monastero di Asello non era molto rinomato perché il verso, passato in Francia, fu interpreto così: Per un punto Martino fu privano dell’asinello. Il che equivale al nostro: fu appiedato, perché l’asinello allora equivaleva alle nostre auto blu.

 

Proverbio

 

Per San Martîn

 

castìgni e vîn.

 

Ma in Romagna le cose cambiano:

 

Par San Martéin

 

u s’imbariêga grand e zîn.

 

[A San Martino si ubriacano grandi e piccini].

 

12 Novembre

 

Nilo – In greco Neilos significa: fiume. San Nilo era un prefetto di Costantinopoli, poi diventato abate.

 

Protettori speciali: San Giosafat, dell’Ordine di San Basilio, vescovo e martire in Polonia, protegge dall’epatite.

 

2003 – A Nassiriya strage di carabinieri italiani.

 

Proverbio

 

In Piemonte:

 

Ôca, castàgne e vîn,

 

tën tút per San Martîn.

 

E questo perché, in antico, il 12 Novembre iniziava l’avvento, periodo di penitenza e astinenza in preparazione al Natale. Allora questo era l’ultimo pasto abbondante prima di quello natalizio.

 

13 Novembre

 

Diego - Il nome deriva dallo spagnolo ed è la variante di Dìdaco, che in greco significa: istruito. San Diego di Alcalà, missionario francescano, è morto nel 1463.

 

Protettori speciali: Contro ogni infermità si invoca San Diego. Le infermiere si affidano a Santa Agostina Pietrantoni.

 

1850– Ad Edimburgo nasce Robert Louis Stevenson, poeta e narratore. Muore a Opulu, Samoa, nel 1894. È l’autore de L’isola del tesoro.

 

Proverbio

 

Per San Martino

 

la neve sullo spino;

 

per Sant’Omobono (13 Novembre)

 

la neve o il tempo buono.

 

14 Novembre

 

Giocondo – Jucundus in latino significa: allegro. Il San Giocondo ricordato oggi era un prete di Pontida.

 

2001 – Dopo i restauri riaprono le Terme di Pompei.

 

Proverbio

 

A San Martino

 

s’indossa il gabanino.

 

15 Novembre

 

Alberto – Nell’antico germanico significa: illustrissimo. Sant’Alberto Magno era nato a Lauingen nel 1200. Nel 1223 entrò nei domenicani a Padova. Dopo avere insegnato in diversi studi tedeschi fu inviato a Parigi. Ritornò a Colonia, al nuovo Studio Generale ove ebbe come discepolo anche S. Tommaso d’Aquino dal 1248 al 1252. Fu poi superiore della provincia germanica. Nel 1260 fu nominato vescovo di Ratisbona. Morì a Colonia nel 1280.

 

Leopoldo - Leutpold in tedesco significa: che si distingue. Oggi si festeggia San Leopoldo III°, mangravio austriaco, detto il pio, morto a Kahlemberg, presso Vienna, nel 1136.

 

Protettori speciali: Contro la lebbra si invoca San Menna soldato egiziano nato a Niceo nel 285, poi eremita in Frigia dove muore a Cotyæum nel 309. Sant’Alberto è il patrono dei naturalisti e degli scienziati.

 

2003 – A Istanbul strage in due sinagoghe.

 

Proverbio

 

E pensiamo anche ai cacciatori! A quei cacciatori di un tempo, per i quali la caccia non era un passatempo ma serviva per procacciarsi il cibo:

 

A San Martino

 

passa il beccaccino.

 

16 Novembre

 

Margherita – Significa: perla. Può derivare dal persiano mervarid o dal greco margaritēs. La Santa Margherita ricordata oggi era figlia di Edoardo detto l’esule. Dovette fuggire dall’Inghilterra e rifugiarsi in Scozia. Sposò Malcom III° nel 1070. Cercò di civilizzare la nuova patria e di unire la Chiesa di Scozia a quella romana. Morì nel 1093, dopo che le erano stati uccisi il marito e il figlio, anche lui di nome Edoardo come il nonno.

 

Giuseppe – I Giuseppe nati oggi hanno come protettore il medico San Giuseppe Moscati, nato a Benevento il 25 Luglio 1880 e morto a Napoli il 12 Aprile 1927.

 

Protettori speciali: Santa Geltrude di Eisleben, badessa, vissuta nel XIII° secolo, protegge contro il diabete.

 

1988 – In Pakistan Benazir Bhutto vince le prime elezioni libere.

 

Proverbio

 

Se al dé d’ San Martîn

 

al sûl al va in bisàca, [tramonta con cielo nuvoloso]

 

vend al fên e tîn la vàca.

 

Se al sûl al va šù srên

 

vend la vàca e tîn al fên. [Sarà un inverno difficile].

 

17 Novembre

 

Alfio, Alfeo – Deriva dall’osco Alfu e significa: bianco. Il Sant’Alfeo ricordato oggi è un martire di Cesarea, ucciso nel 303.

 

Protettori speciali: Santa Elisabetta d’Ungheria è patroma dei panettieri.

 

1913 – Viene aperto il Canale di Panama.

 

Proverbio

 

Chi non gioca a Natale,

 

chi non balla a Carnevale,

 

chi non beve a San Martino

 

è un amico malandrino.

 

18 Novembre

 

Frediano – In celtico Find barr significa: bianchissimo. San Frediano era di origine irlandese. Fu vescovo in Italia, ove morì nel 588. È il patrono di Lucca.

 

Romano – Significa: originario di Roma. San Romano, palestinese, era un diacono di Cesarea. Fu martirizzato ad Antiochia durante la persecuzione di Diocleziano.

 

Protettori speciali: Per ottenere la pioggia e per evitare il distacco della retina si invoca Sant’Oddone, nato a Mans nell’ 879, morto nel 942, abate di Cluny.

 

1404– A Genova nasce Leon Battista Alberti, architetto, letterato (italiano e latino), saggista, archeologo, pittore, scultore. Muore a Roma il 25 Aprile del 1472.

 

1928– Inizia la pubblicazione di Topolino.

 

1952– A Charenton-le-Pont muore Paul Éluard, pittore e poeta. È lo pseudonimo di Eugène Grindel, nato a Saint-Denis nel 1895.

 

Proverbio

 

I denti della vecchia

 

San Frediano l’aspetta.

 

[Il freddo fa battere i denti ed è facile che i vecchi muoiano].

 

19 Novembre

 

Matilde – Dall’antico gallico Mathelt, passato nel germanico arcaico con Mahtihild, poi in latino con Mathildes, significa: possente in battaglia. Oggi ricordiamo la beata Matilde di Hackenborn, morta nel 1200.

 

Barbara – Il nome Bàrbaros in greco, Bàrbarus in latino, indica gli stranieri. Significa: balbettante in quanto gli stranieri, non conoscendo la lingua, non riescono a farsi capire. Oggi ricordiamo Santa Barbara martire che, secondo la leggenda, fu decapitata dal padre perché cristiana, a Nicomedia nel IV° secolo. Sempre la leggenda narra che il padre fu poi incenerito da un fulmine. Viene però festeggiata prevalentemente il 4 Dicembre.

 

1864 – La capitale d’Italia viene trasferita da Torino a Firenze.

 

Proverbio

 

Se il camino non tira

 

vuol dire che il vento gira.

 

20 Novembre

 

Ottavio – Il nome veniva imposto all’ottavo figlio. In seguito è diventato anche un cognomen della gens Octavia. Sant’Ottavio è un martire, soldato della legione tebea, ucciso a Torino durante la persecuzione di Massimiano.

 

Protettori speciali: Contro la scarlattina si prega Santa Massenzia anacoreta di Beauvais, scozzese, martirizzata in Francia presso l’ Oise.

 

1996 – Muore lo scrittore Leonardo Sciascia.

 

Proverbio

 

Primi amori e primi denti

 

cadono senza stenti.

 

21 Novembre

 

Presentazione di Maria al tempio – Era tradizione presso gli ebrei portare i figli al tempio per consacrarli a Dio appena ciò era possibile (dopo che la madre si era ristabilita). Lo fecero anche Gioacchino ed Anna nei confronti di Maria. Di per sé la consacrazione avrebbe comportato la permanenza del neonato presso il tempio per tutta la vita. Poiché ciò non era possibile al suo posto veniva offerto un altro essere vivente (tortore o altro animale in base alle disponibilità della famiglia). Di questa festa ci sono tracce già dal III° secolo.

 

Negli istituti religiosi la festa della presentazione veniva solennizzata come ingresso nella comunità religiosa (vocazione). Molto gradita anche agli studenti perché quel giorno si faceva vacanza.

 

Protettori speciali: Sant’ Alberto di Lovanio è il patrono dei panettieri.

 

1694 – A Parigi nasce Fronçois-Marie Arouet, ossia Voltaire, poeta, drammaturgo, pubblicista. Muore nel 1778.

 

1964– Inaugurato il ponte di Brooklin.

 

Proverbio

 

La troppa cortesia

 

fa temer che inganno vi sia.

 

22 Novembre

 

Cecilia – Deriva dal latino cæcus, quindi cieco, miope. Ma c’è chi sostiene che derivi dal nome del fondatore di Preneste Cæculus, da cui anche il cognomen della gens Cæcilia. Santa Cecilia era una vergine romana, andata poi sposa al pagano Valeriano. Cecilia convertì lui e il fratello di lui. I due vennero fatti uccidere dal prefetto Almacchio. Cecilia fu sottoposta al supplizio, ma il carnefice riuscì solo a ferirla al collo. Morì dopo tre giorni, il 16 Settembre del 232. Il suo corpo fu trasferito nelle catacombe di San Callisto. Papa Pasquale I°, (821 – 824) lo traslò nella basilica di Santa Cecilia in Trastevere. Alla ricognizione del 1599 fu trovato intatto. È legata al mondo della musica perché un aneddoto agiografico racconta che durante i tre giorni di agonia si udivano cori angelici.

 

Protettori speciali: Santa Cecilia, è la protettrice dei cantori e dei musicisti.

 

1916 – A Glen Ellen (California) muore lo scrittore Jack London. Era nato a S. Francisco nel 1876. Tra i suoi scritti: Zanna bianca; Il richiamo della foresta.

 

2005– Angela Merkel viene eletta cancelliere tedesco.

 

Proverbio

 

Gente disciplinata

 

gente rispettata.

 

23 Novembre

 

Clemente – Significa: indulgente. San Clemente I°, papa, venne esiliato da Vespasiano e mandato in miniera. Sotto Traiano fu annegato con un’ancora al collo.

 

Colombano – Nome di origine celtica ma tradotto in latino con columbus, con lo stesso significato. San Colombano era un monaco irlandese nato a Leinster fra il 528 e il 540. Verso il 590 guidò un gruppo di monaci verso il continente e nei Vosgi fondò l’abazia di Luxeuil. Scacciato dal paese si trasferì nell’Italia del Nord, e fondò l’abazia di Bobbio (Piacenza). Morì nel 615.

 

Protettori speciali: San Colombano protegge dalle occlusioni arteriose. S. Clemente protegge i barcaioli, i gondolieri, i marinai, i marmisti, gli scalpellini e i lapicidi.

 

1980 – Terremoto in Irpinia.

 

Proverbio

 

Per San Clemênt

 

l’ivêrne al mèt i dênt.

 

24 Novembre

 

Prospero – Dal latino prosper, significa: felice, fortunato. San Prospero è il Patrono di Reggio. Purtroppo mancano notizie su questo santo. Si sa solo che fu vescovo di Reggio nel V° secolo, che è morto il 25 Giugno del 466, e che ha retto la diocesi per 22 anni.

 

Sagra a Cagnola, a Regnano, a Carpineti, a Cerrè Marabino, a Costabona, a Manno, a Rovolo e a Valbona.

 

Protettori speciali: Per avere figli maschi si invoca Santa Felicita martire (vissuta nel II sec.).

 

Proverbio

 

Chi vuole un’oca fina

 

la metta ad ingrassare

 

per Santa Caterina.

 

25 Novembre

 

Caterina - Kataos in greco significa: puro. Oggi si festeggia Santa Caterina di Alessandria, che in molti luoghi viene festeggiata il 25 Settembre. Viene descritta come dottissima in filosofia, tanto da confondere i dotti della corte di Massimino Daia, confutando il loro politeismo. Fu imprigionata, sottoposta al supplizio della ruota poi decapitata.

 

Festa a Santa Caterina di Carpineti e a Bondolo.

 

Un tempo era fiera a Scandiano.

 

Gioconda - Dal latino Jucùndus, significa: allegro. Santa Gioconda è una vergine vissuta fra il IV° e il V° secolo in Emilia, forse proprio a Reggio.

 

Protettori speciali: A Santa Caterina di Alessandria si affidano: sartine, mugnai, prigionieri, balie, nutrici, barbieri, parrucchieri, filosofi, arrotini, modiste, teologi, studenti, predicatori.

 

1990 – Prime elezioni libere in Polonia.

 

Proverbio

 

Per Santa Caterina

 

o neve o brina.

 

26 Novembre

 

Leonardo – Leonhard in longobardo significa: forte come un leone. Oggi si festeggia San Leonardo da Porto Maurizio, sacerdote dei frati minori, predicatore in Corsica, nato nel 1676 e morto nel 1751.

 

1909 – A Slatina, in Romania, nasce lo scrittore Eugen Jonescu, o Eugène Jonesco. Muore a Parigi il 28 Marzo 1994.

 

Proverbio

 

Menzogne e giuramenti

 

spesso sono parenti.

 

27 Novembre

 

Virgilio – In latino Vergilius richiama la costellazione delle Pleiadi, dette appunto Vergiliæ, da cui prese il cognomen una gens romana. San Virgilio, detto Fergal, fu l’apostolo della Carinzia e vescovo di Salisburgo. Morì nel 784.

 

Valeriano – Significa: appartenente alla gens Valeria. San Valeriano fu vescovo di Aquileja. È festeggiato anche il 27 Settembre.

 

1989 – A Praga sciopero generale che prelude alla caduta del regime.

 

Proverbio

 

Fortunati gli animali

 

che non leggono i giornali.

 

28 Novembre

 

Giacomo – Dall’aramaico Jaakob, significa: seguace di Dio. Oggi festeggiamo San Giacomo della Marca, francescano, morto nel 1476, cofondatore dei Monti di Pietà, evangelizzatore della Boemia.

 

Protettori speciali: Contro le otiti invochiamo Sant’Ortolano, vescovo e martire.

 

1954 – Muore il fisico Enrico Fermi. Nato a Roma nel 1901 nel 1938 riceve il Nobel per la fisica.

 

Proverbio

 

Vita quieta,

 

mente lieta,

 

e moderata dieta.

 

29 Novembre

 

Saturnino – Significa: di carattere malinconico. Oggi si ricordano due santi con questo nome:

 

San Saturnino che fu martire in Roma nel 250, e che viene soprannominato il vecchio;

 

San Saturnino che fu il primo vescovo di Tolosa, vissuto nel III° secolo, apostolo della Languedoc.

 

Protettori speciali: San Saturnino di Tolosa protegge dal soffocamento.

 

1803 – Il fisico C. Doppler scopre il fenomeno denominato “Effetto Doppler”.

 

Proverbio

 

Tutti si nasce piangendo

 

e nessun muore ridendo.

 

30 Novembre

 

Andrea – In greco Andrèas significa: gagliardo, valoroso. Sant’Andrea era il fratello di San Pietro, anche lui pescatore, nato a Bethsaida, già discepolo del Battista. Fu l’evangelizzatore della Tracia, della Scizia, della Grecia e dell’Epiro. Subì il martirio della crocifissione in Patrasso, ma con la speciale croce a X, detta poi di Sant’Andrea.

 

Sagra a Garfagnolo e a Ligonchio. Festa ad Asta e a Colombaia.

 

Protettori speciali: Sant’Andrea è il patrono dei pescatori.

 

1466 – A Oneglia nasce l’ammiraglio Andrea Doria.

 

Proverbio

 

La neve Sant’Andrea l’aspetta;

 

se non a Sant’Andrea, a Natale;

 

se non a Natale, più non l’aspettare.

 

* * *

 

FONTI:

 

Selene: DIZIONARIO DEI NOMI - CDE – 1983:

 

AA.VV.: MINERVA - NUOVA ENCIC. UNIV. – Ed. Vita – Milano 1977;

 

E. De Simone: NOMI D’ITALIA – Epoca - Mondadori - 1987;

 

C. Lapucci – A. M. Antoni: I PROVERBI DEI MESI – Vallardi – 1985;

 

M. Pia Tosti-Croce: I PROVERBI ITALIANI - CDE Milano – 1990;

 

Anonimo: PROVERBI VENETI Francisci Ed. - 2004 – Abano Terme;

 

Spallicci Aldo: PROVERBI ROMAGNOLI Giunti (Fi) - 1996;

 

Santoni G.: C’ERA UNA VOLTA – dialetto marchigiano – Ediz. propria - 2004

 

Mazzaperlini Mario: A ‘S FÀ PÉR MÔD ÉD DÎR Bizzocchi (RE), - 1986;

 

G. Giovanelli-C. Benassi: LA VÉTA MUNTANARA – Bizocchi (RE) - 1977;

 

INTERNET

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48