Questo è l’Appennino che investe. Progetti per oltre 5 milioni di euro

APPENNINO REGGIANO E MODENSE (14 dicembre 2012) – 30 domande presentate per una previsione di spesa di 5.276.781 euro. Questi sono i dati delle domande pervenute a chiusura del bando del Gal Antico Frignano e Appennino Reggiano per la “Qualificazione dei servizi delle micro imprese turistiche e di artigianato artistico tradizionale e di qualità”, chiusosi il 10 dicembre scorso.
Questa è la conferma della vivacità del settore turistico montano e della voglia degli imprenditori di qualificare e migliorare l’offerta ricettiva e la qualificazione dei servizi turistici, per soddisfare le esigenze di un mercato sempre più competitivo ed esigente. Ma soprattutto la scommessa vincente di un filosofia che crede nella valorizzazione di un turismo lento che nasce dalle nostre qualità ambientali, culturali e enogastronomiche.
“Un bando al quale abbiamo creduto molto, - dice Luciano Correggi, presidente del Gal – strategico per la valorizzazione e lo sviluppo del territorio rurale con l’obiettivo di sostenere gli investimenti che lo rendano attrattivo verso i potenziali visitatori e accogliente per qualità e varietà dei servizi turistici e ospitalità”.
1.250.000 euro è il budget che il Gal ha messo a disposizione per la concretizzazione di tale proposta, ricevendo un feedback positivo che va ben oltre le aspettative: infatti ammontano a 1.617.380 euro le richieste di contributo dei partecipanti. Ciò dimostra la grande attenzione e attività che contraddistingue da sempre le piccole imprese territoriali.
In più, il bando punta anche ad accrescere l’impatto sulla domanda turistica di alcuni progetti promossi e realizzati e da realizzare a breve dallo stesso Gal nell’ambito del programma Leader: “Cammini d’Europa”, “Valorizzazione degli itinerari culturali di Raimondo Montecuccoli e di Matilde di Canossa”, “Valorizzazione turistica dei castagneti”, “Appennino Reale”, “Itinerari Polifunzionali dell’Emilia Romagna”.
Un’offerta turistica identitaria del territorio rurale che rappresenta un obiettivo originale, insito nella filosofia del nostro progetto di sviluppo, che non copia altri modelli: questo bando va in tale direzione, riassumendo, inoltre, un dibattito durato due anni tra Gal, mondo associativo economico ed enti” conclude Correggi.
Il bando, pubblicato i primi di settembre, rivelerà le graduatorie entro 60 giorni. Alle aziende vincitrici saranno comunicati i tempi per la conclusione dei progetti di investimento, che comunque dovranno avvenire entro l’autunno 2013.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48