10 Ragazzi per me / Lorenzo Spaggiari, professore e chirurgo oncologo. Prevenzione dei tumori. Fattori di rischio e nuove scoperte. ORA IL SUO LIBRO

Il professore Lorenzo Spaggiari

Lorenzo Spaggiari ha pubblicato il libro "Io dopo" con le testimonianze dei suoi pazienti. A richiesta ripubblichiamo la sua intervista su Radionova. 

(La redazione)

-----

Lorenzo Spaggiari è nato a Casina nel 1961. Dopo aver studiato a Parma si specializza in chirurgia a Parigi e successivamente all'IEO, a fianco del professor Umberto Veronesi che ne riconosce le capacità. Qui diventa primario di chirurgia toracica e inizia una brillante carriera, fino a essere riconosciuto tra i cento medici eccellenti nella cura del cancro al polmone. Un uomo carico di entusiasmo e vitalità, che riesce a trasmettere una grande positività. Attento alla persona prima ancora che alla patologia, Lorenzo Spaggiari viene apprezzato per le sue eccelse doti di chirurgo, ma ancora di più per la sua carica umana e affabilità. Schietto, spontaneo, disponibile e alla mano, come solo chi è davvero grande riesce a essere. Sui monti per le vacanze di Pasqua regala a Redacon in esclusiva una lunga intervista divisa in due parti, dove rivela il suo progetto: un libro scritto con la storia di suoi giovani pazienti. "Incontrare la malattia e confrontarsi con la morte a 16 anni cambia per sempre la vita. Voglio raccogliere la testimonianza dei ragazzi che ho operato".

Ascolta i file audio

Prima parte

Seconda parte

Terza parte

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

6 Commenti

  1. Abbiamo conosciuto il Prof. Spaggiari e la sua classe. Siamo corsi da lui quando a mio marito è stato diagnosticato un adenok di sei cm., il tutto in apparente pieno benessere. Erano interessate anche una surrene e la D5… Non era possibile operarlo… è morto in tre mesi… Niente i sali di platino, niente la gemcitabina. Resto con il rimpianto di non averlo consigliato a rimanere su ricoverato allo IEO; siamo ritornati in Toscana e purtroppo in provincia. Nonostante tutto, so che con il Prof. Spaggiari la ricerca va avanti e allo IEO si respira un’aria diversa rispetto a tanti ospedali italiani. A lui va la stima di tantissimi italiani.

    (Monica Lelli)

    Rispondi
  2. A lui devo la guarigione di mio papa’, l’IEO è un eccellenza per l’Italia in fatto di ricerca e cura, e il Prof. Lorenzo Spaggiari è una persona eccezionale sia a livello umano che di bravura.
    Nella nostra sfortuna siamo stati fortunati ad essere stati seguiti da una persona così straordinaria.
    A lui tutta la nostra stima.

    (Ambra Campani)

    Rispondi
  3. Avrei voluto un medico così per curare il mio babbo.. Forse non sarebbe riuscito a salvarlo (K al polmone di 13 cm, vicinissimo al cuore) ma gli avrebbe alleviato le sofferenze.. e io non sarei qui dopo nove anni dalla sua morte a chiedermi se ho fatto abbastanza.. Un grosso in bocca al lupo a tutti i medici e i ricercatori che ricostruiscono il futuro agli ammalati.

    (Sonia Capello)

    Rispondi
  4. Sono stata ricoverata nel reparto di chirurgia toracica nel 2007 per togliere una metastasi al polmone e devo ringraziare il Professore Spaggiari e tutta l’équipe: dai dottori, alle infermiere e alle signore delle pulizie. Grande stima a tutti.

    (Raffaella Temponi)

    Rispondi
  5. Sono stata sua compagna di classe per cinque anni ai tempi del liceo: divertente, simpaticissimo, brillante; tutto di lui faceva presagire un grande futuro. Complimenti davvero, Lorenzo, per tutto quello che hai fatto e continui a fare per alleviare le sofferenze di tantissimi di noi.

    (Lorella Pighini)

    Rispondi
  6. A Natale del 2007 ho un grosso problema di respirazione, controllandolo alcuni ospedali della Lombardia (3) mi visitano e mi diagnosticano un tumore al polmone, incurabile. Non mi do per morto, mi faccio visitare visitare dal professor Lorenzo Spaggiari dell’I.E.O., il quale, pur non assicurandomi nulla, propone un’operazione al polmone (asportazione completa polmone destro). L’operazione viene eseguita alla fine del mese successivo. Oggi, 22.11.2015, pur con la limitazione di avere un polmone solo, vivo.

    (Alberto Locati)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48