Le coop sociali entrano nella “sanità leggera”

D sx Franco Viappiani, Emma Davoli, Giuseppe Alai, Mauro Ponzi, Nunzio Dallari, Maurizio Gozzi

Da sinistra: Franco Viappiani, Emma Davoli, Giuseppe Alai, Mauro Ponzi, Nunzio Dallari, Maurizio Gozzi

La cooperazione sociale reggiana entra per la prima volta nel campo della cosiddetta “sanità leggera” (poliambulatori specialistici e laboratori odontoiatrici) e lo fa con uno dei maggiori investimenti mai realizzati nel nostro territorio.

Sabato 21, infatti, sarà inaugurato – e a tagliare il nastro sarà il ministro Graziano Delrio – il poliambulatorio (600 metri quadrati in Largo Marco Gerra) di “3C Salute”, società nata da una inedita partnership che vede attivi il Consorzio Oscar Romero, le cooperative sociali L’Ovile, CO.RE.S.S., Dimora d’Abramo, Creativ, L’Arcobaleno Servizi, Nuovo Raccolto, Madre Teresa e, insieme ad esse, Confcooperative, Cna e Banca Reggiana, unitamente al partner tecnico Welfare Italia Servizi, società che fa capo al Gruppo sociale nazionale CGM ed è specializzata proprio sul modello di sanità leggera.

“Una compagine sociale – sottolinea il presidente di 3C Salute, Mauro Ponzi, affiancato dall'amministratore delegato Maurizio Gozzi – che già esplicita il senso di questo progetto e cioè l’essere espressione di una comunità e non di un interesse di parte: una comunità che si organizza e investe per la cura della persona in un’area, come quella della salute, in cui è necessario rafforzare un’offerta privata che sia in grado di assicurare non solo alta qualità, ma anche una inclusività che si lega a prezzi delle prestazioni contenuti ed accessibili”. “Anche per questo, e prima ancora in quanto espressione di una cooperazione sociale che da sempre opera nell’interesse di una comunità – aggiunge Ponzi - la nuova società di caratterizza come impresa sociale, cioè come soggetto senza scopo di lucro che amplia ed integra l’offerta privata a sostegno dei diversi ceti sociali e, al contempo, offre nuovi strumenti di collaborazione al sistema pubblico”.

Ma “3C” non è solo un nuovo servizio per la comunità, come sottolinea Emma Davoli, presidente del Consorzio Oscar Romero, capofila della cordata di coop sociali che hanno dato il via all’iniziativa.

“In un territorio spesso abituato a pensare alla cooperazione sociale come ad una sorta di “costola” del pubblico in campo socio-assistenziale – spiega la presidente del “Romero” - questo progetto esplicita bene quella dimensione e quella capacità imprenditoriale che ogni giorno le nostre imprese esprimono in tante aree del disagio, riuscendo non solo a gestire strutture e servizi di interesse collettivo sulle quali si scaricano, più che altrove, gli effetti dei tagli della spesa pubblica, ma investendo e rischiando in proprio (e il capitale sociale di “3C” è di oltre 300.000 euro-n.d.r.) su nuovi servizi a beneficio della persona e della comunità”.

“Proprio questo orientamento al servizio e ad una funzione sociale che si associano ad uno spirito d’impresa che ora si manifesta in modi e con intensità senza precedenti – affermano Nunzio Dallari, presidente di Cna, e Giuseppe Alai, presidente di Confcooperative – è la ragione dell’ingresso delle nostre associazioni nel capitale della nuova società, cui si unisce la possibilità di offrire a decine di migliaia di nostri soci una serie di nuovi servizi e, a tutti i cittadini, la testimonianza di un ulteriore e tangibile impegno delle nostre associazioni in aree cui si legano bisogni diffusi che vanno oltre l’impresa”.

Il poliambulatorio di “3C Salute (e le tre C stanno per "cura, comunità e cooperazione"), come  si è detto, è in Largo Marco Gerra, 2, in città. Disposto su un unico piano, il centro – di cui è direttore sanitario il dr. Franco Viappiani, già direttore dei distretti Ausl di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti – offre diverse specializzazioni nel campo della medicina e servizi per la salute, coprendo aree che vanno dalle malattie cardiocircolatorie e respiratorie alla chirurgia ambulatoriale, oculistica, odontoiatria (sono già attivi 2 ambulatori, con spazi fino a 4), psicologia, medicina del lavoro, medicina dello sport, logopedia, fino ad alcuni segmenti della diagnostica (è presente un centro prelievi) e alla riabilitazione, con locali appositamente attrezzati.

L’inaugurazione di sabato avrà inizio alle 10 nella sala convegni di Confcooperative (Largo M. Gerra, 1), con interventi di Mauro Ponzi, Maurizio Gozzi e Franco Viappiani (presidente, amministratore delegato e direttore sanitario di “3C Salute”), Emma Davoli (presidente del Consorzio Oscar Romero) e Stefano Granata (presidente del Consorzio nazionale CGM e Welfare Servizi Italia). A seguire, le Lectio Magistralis di Carlo Borzaga (Università di Trento) su “Welfare innovativo, sfide possibili” e di Paolo Venturi (direttore di Aiccon) su “Nuove forme societarie per il nuovo welfare”, poi gli interventi di Fausto Nicolini, direttore generale dell’Ausl di Reggio Emilia, e del ministro Graziano Delrio, che alle 12,30 inaugurerà i locali.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Sarebbe utile indicare chiaramente le modalità di accesso: a chi è rivolto; di quali problematiche specialistiche si occupa, chi ci lavora; orari, giorni di apertura e modalità di accesso; costi. Grazie.

    (Roberta Ollari)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48