Magazzino medicine

L'unione della sanità è probabile che parta prima ancora della riforma delle province e degli enti locali, di cui si dibatte da molti anni senza esito alcuno.

È stato infatti inaugurato a Reggio Emilia dal ministro per gli Affari regionali Graziano Delrio e dal presidente della Regione Vasco Errani un nuovo magazzino centralizzato per gestire in maniera più efficiente, e con minori costi, i farmaci per le aziende sanitarie di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena. Si tratta di 5mila metri quadrati di alta tecnologia e di una notevole innovazione nella gestione dei prodotti a basso impatto ambientale.

"E' un’opera importantissima – ha detto Delrio – con una logistica più efficiente l’Italia potrebbe risparmiare diverse decine di miliardi di euro. La scelta di centralizzare il magazzino non va a detrimento delle province vicine, ma mostra la capacità di fare cooperazione tra sistemi".

L'obiettivo del nuovo magazzino, ha sottolineato Errani, è più l’efficienza che il risparmio. "Non stiamo facendo i ragionieri della sanità – ha detto – abbiamo condotto una battaglia per avere un fondo minimamente adeguato per il 2014. Il processo di innovazione più grande in corso è proprio nella sanità: noi ci siamo dentro, e l’interpretiamo. Nessun passo indietro: per il ruolo che ha questa Regione, non possiamo permettercelo".

Il magazzino è dotato di 11 baie, di cui cinque per la ricezione della merce e sei per l’uscita. Per realizzarlo sono stati investiti 14 milioni, di cui circa 11 per la costruzione e 3 per l’acquisto del terreno.

Il costo è stato suddiviso tra le sette Aziende dell’area vasta nord Emilia in base ai volumi di utilizzo. La nuova struttura dimostra come alcune funzioni delle Aziende sanitarie e delle aziende ospedaliere possono essere gestite in modo unitario, non più quindi a livello aziendale.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48