“Viabilità montana in abbandono”

"La Uil zona montana evidenzia lo stato di abbandono in cui versa la viabilità nella nostra montagna. Nello specifico - dice il responsabile Giovanni Riatti - intendiamo la viabilità del comune di Ligonchio per il tratto di strada provinciale per Pradarena che collega le frazioni di Ospitaletto e Vaglie al capoluogo, cosa che sta creando enormi disagi alla popolazione che abita in queste frazioni. La Uil chiede all’assessore provinciale alla viabilità Alfredo Gennari e al sindaco di Ligonchio Giorgio Pregheffi di attivarsi per sopperire in tempi rapidi a questo disagio".

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. E’ ammirevole da parte della UIL di zona per la sensibilità dimostrata, anche in passato, riguardo i problemi di viabilità sul nostro crinale. Non bisogna mai demordere, però è evidente oramai che da parte del nostro ente provinciale fare orecchie da mercante è la norma. Solo in occasione di elezioni imminenti fa qualche promessa. Oramai ci siamo abituati, però lo ritengo profondamente ingiusto, solo chi vive da queste parti si rende veramente conto di cosa stiamo parlando, ci sono due frazioni, Vaglie e Ospitaletto che non hanno nemmeno mezzi pubblici. Solo in occasione di interruzioni su strade limitrofe allora va bene passare anche in queste frazioni, siamo veramente stufi di questa situazione. Voglio rivolgere l’invito alla stampa locale di venire a verificare di persona, specialmente in questo periodo e poi ci sappiano dire come si possa continuare a vivere da queste parti. Venite ad abitare in questa montagna, saluti.

    (ZD)

    Rispondi
  2. Cari concittadini, tenete duro che presto arriva la fusione dei Comuni e siamo tutti salvi. Sentendo il parere dei nostri politici con la fusione ritorniamo a vivere, non avete visto il bel perimetro che è stato disegnato? Tante belle parole, arriveranno migliaia di euro, vedrete quante opere verranno fatte nella nostra montagna, mah!

    (P.F)

    Rispondi
  3. Signor “P.F.”, vedo che per lei ogni notizia è buona per dar contro alla fusione. Non si sa quali siano però le idee alternative per lo sviluppo della montagna che lei propone. Anch’io scrivo un bel “mah” riferito a come si strumentalizzano gli avvenimenti.

    (Md)

    Rispondi
  4. A scanso di equivoci io sono per la fusione dei comuni, compreso Villa con Toano e non a corrente alternata come alcuni politici che vanno per la maggiore in montagna. Credo che il comune di Ligonchio abbia il sistema viario molto dissestato. Vi sono frane più o meno importanti ed estese come la frana di Caprile, la frana di Vaglie, la frana di Montecagno, la frana sulla strada provinciale per Busana appena passato l’incrocio per Casalino – Piolo, oltre alla frana in oggetto dell’articolo. La frana sulla strada che va verso Ospitaletto – Vaglie è in essere da svariati anni e se invece di continuare a buttare ghiaia e quindi peso si fosse fatto quanto si pensa di fare ora (carotaggi per verifica a che profondità si trova il buono e operare di conseguenza) sicurante non ci sarebbe il disservizio e si sarebbero risparmiate risorse e spese inutili per i cittadini. Mi auguro che le altre frane non si muovano tipo quella di Caprile. A questo servono i politici lungimiranti e che non pensano agli interessi di bottega o dei risultati immediati ma aleatori.

    (Giovanni)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48