Le sfide dell’Udc per la montagna

Robertino Ugolotti

Robertino Ugolotti

E’ di questi giorni la notizia della costituzione dei nuovi gruppi parlamentari centristi “Per l’Italia”. Un passaggio che segna una svolta profonda, come emerge dall’intervento del presidente provinciale dell’Udc, Robertino Ugolotti: “Dopo 20 anni di politica, nel corso dei quali alcune cose sono state fatte ma molte occasioni sono state invece perdute, oggi il Paese Italia si trova a dover ripartire per affrontare nuove sfide. Anche come Udc ci aspetta la partecipazione a queste nuove sfide, partendo dal presupposto che i partiti così come li abbiamo conosciuti fino ad oggi hanno perso molto della loro credibilità e devono quindi riformarsi. Ora, con la costruzione dei gruppi parlamentari 'Per L'Italia', comincia un percorso nuovo, sia a livello nazionale ma anche sul territorio locale. A livello nazionale l'impegno resta quello di sostenere il Governo Letta con lealtà, per arrivare alle necessarie e non più rinviabili riforme istituzionali e dalla legge elettorale, per la quale rivendichiamo la battaglia sulle preferenze condotta ormai da diversi anni. Ma si deve puntare anche a lavorare per una nuova Europa, che sia più comunitaria, più solidale, ad un maggiore e più proficuo impegno sul lavoro e sulla crescita economica, con un occhio di riguardo per le nuove generazioni ormai spesso sfiduciate e preoccupate. Come accennavo, questo impegno si deve trasformare in azioni concrete anche sul nostro territorio, proponendo un partito a forte spinta popolare, che torni in mezzo alla gente per raccoglierne le istanze e fare proposte di governo alternative, a Reggio Emilia come in montagna. Proposte che prendano atto di una classe politica superata anche dal risultato delle primarie del Partito democratico".

"Alcuni temi prioritari anche per il nostro territorio - prosegue Ugolotti - saranno quelli del sociale e la salvaguardia dell’ospedale S. Anna di Castelnovo ne' Monti, il riassetto idrogeologico dell’Appennino, una scuola che oltre a formare dei buoni cittadini crei le condizioni di sviluppo e di occupazione nel terziario turistico in collaborazione con gli enti già preposti quali Parco nazionale, Gal ed enti turistici ma dia anche la possibilità a molti giovani di creare occupazione, utilizzando intensamente le nuove tecnologie, incrementando la banda larga, rilanciando fortemente la green economy. Un territorio che deve guardare ad una razionalizzazione delle risorse, anche attraverso il riordino degli enti, le unioni e le fusioni di comuni, attraverso però percorsi di reale coinvolgimento e confronto con la popolazione affinchè sia garantito il livello dei servizi. È per tutti questi motivi che abbiamo deciso di dar vita non ad un ennesimo partito ma ad una formazione che rappresenti un aggregazione di uomini e donne in grado di dare risposte concrete alle esigenze dei territori e dei loro abitanti, radicato nelle proprie convinzioni, negli ideali ed i valori che ne rappresentano le fondamenta, ma al passo con le nuove sfide, che si collochi nella famiglia del Partito popolare europeo. Questo è il nostro impegno, e speriamo di condividerlo con molti cittadini”.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma…” (Antoine-Laurent de Lavoisier)

    (MV)

    Rispondi
  2. Egregio Robertino Ugolotti, non voglio mettere in dubbio la sua buona fede e l’onestà dei suoi propositi, però siamo alle solite: una ripartenza di un movimento politico “navigato”, con un look seminuovo e una lista interminabile, quanto teorica, di come verrà trasformato in paradiso il nostro territorio. Le sfide di cui parla non sono “nuove”, sono le solite di cui il paese ha bisogno; il tempo per attuarle in “azioni concrete” vi è stato concesso (e questo vale anche per i suoi colleghi con diversa livrea) senza peraltro giungere a risultati soddisfacenti. Commento generalista, se vuole, ma credo condivisibile da molti. Cordialità

    (Sincero Bresciani)

    Rispondi
  3. Egregio signor Sincero Bresciani, è vero, può sembrare il libro dei sogni, ma questo è quello che vorremmo realizzare se i cittadini ci daranno la maggioranza in qualche comune alle prossime elezioni amministrative, altrimenti continueremo il nostro impegno sia da forza di opposizione sia come semplici cittadini che vogliono dare il proprio contributo alla “cosa pubblica”, così come abbiamo fatto in questi anni. Speriamo che anche con il suo contributo possiamo ottenere risultati più soddisfacenti. Con cordialità.

    (Robertino Ugolotti)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48