Home Cultura Riecco l’antologia di… Scrittori reggiani

Riecco l’antologia di… Scrittori reggiani

29
0

ASRSono una quarantina d’anni che l’Associazione scrittori reggiani pubblica, a fine anno, l’antologia “Un poco di noi”, una raccolta, in poesia e prosa, dei lavori dei propri aderenti.

L’associazione ha attualmente quasi 80 iscritti, provenienti da tutta la provincia, ma da sempre tiene fede al suo atto costitutivo che dice: “Lo scopo è avvicinare e unire fra loro i poeti della provincia che sentono il bisogno di un amichevole scambio di idee e di esperienze culturali”. E’ nata così questa pubblicazione, confronto tra poeti e letterati (con anche vari componimenti in dialetto), ma anche legame con la città e il territorio tutto. Certamente anche con la nostra montagna, se si considera che una quindicina di loro sono residenti o originari del nostro Appennino. Solo per citarne due fra i più conosciuti, segnaliamo Armido Malvolti e Eolo Biagini. Nell’introduzione al volume  del 2010, Francesco Genitoni (di Cola) diceva: "Finchè manifesteremo  le emozioni, senza paura di sembrare deboli, il nostro mondo sarà più bello e meno povero”.

Ed  effettivamente i tanti autori che troviamo in questa edizione ci trasmettono ricordi, passioni,  riflessioni; ognuno col suo stile e a modo suo. Si presentano ai lettori, rigorosamente in ordine alfabetico, al di là della loro notorietà o della loro capacità. Con un’unica digressione: al termine dei testi appaiono i profili biografici degli artisti e tutti i loro recapiti. Un modo per avvicinare gli scrittori al popolo dei lettori, per rafforzare quel legame che da tempo li unisce ai reggiani, dal Po all’Appennino.

Da oltre 15 anni l’antologia è accompagnata, nella copertina e in disegni interni, da opere di Nani Tedeschi, noto pittore e incisore. Come da tempo (è attivo presidente dal 1995) la prof.ssa Clementina Santi, studiosa, ricercatrice e autrice di vari saggi sulla cultura e la letteratura appenninica, introduce il testo con sue riflessioni o approfondimenti.

In questa edizione il ricordo è per la poetessa Elvira Fangareggi Cingi, scomparsa, ma non dimenticata, una quindicina d’anni fa. Il volume è presentato da Chiara Novelli, presidente dell’associazione culturale “La città di Murex” di Firenze.

Questa Strenna, vero regalo per tanti, è reperibile in molte librerie ed edicole di Reggio e provincia.

(Patrizio Prampolini)