Il PD di Castelnovo ne’ Monti ufficializza le candidature alle primarie per il nuovo sindaco

pdIl Circolo del Partito Democratico di Castelnovo ne’ Monti ufficializza che domenica 2 marzo 2014, per la prima volta nel nostro comune, si svolgeranno le primarie per individuare il proprio candidato sindaco alle elezioni amministrative del prossimo maggio.

Spiega il neo segretario del Circolo PD di Castelnovo, Cosetta Gattamelati: “I candidati a queste primarie saranno tre: Enrico Bini, 58enne, Presidente uscente della Camera di Commercio di Reggio Emilia, già Presidente della Cna provinciale, negli ultimi anni si è speso molto soprattutto sul fronte della lotta alle infiltrazioni malavitose in diversi settori produttivi, e ha seguito da vicino, attraverso l’Osservatorio economico della Cna, l’evolversi della crisi economica sottolineando le difficoltà dell’Appennino.

Il secondo candidato è Giuliano Maioli, che è già stato Assessore alla Scuola ed ai Lavori pubblici, un ruolo che lo ha visto molto presente ed impegnato su vari fronti. Docente all’Istituto comprensivo di Castelnovo ne' Monti, tecnico ed imprenditore nel settore delle energie rinnovabili, ha 59 anni.

Terzo candidato, in semplice ordine alfabetico, sarà Wassili “Nello” Orlandi: attuale Consigliere di maggioranza, è anche Presidente della Commissione Consiliare per la sicurezza sociale, ed è attivo con ruoli di responsabilità in diverse realtà associative appenniniche: la sezione Anpi di Castelnovo, la locale sezione Auser, il Centro Sociale Insieme. Ha 66 anni.

Si tratta di candidature che segnano a nostro parere una proposta di alto livello. Due dei candidati, Orlandi e Maioli, sono tesserati del PD, mentre Bini è indipendente.

Tutti e tre i candidati hanno avviato in questi giorni la raccolta delle firme: ne saranno necessarie 150, che dovranno essere depositate entro il 2 febbraio.

Poi, dal 2 febbraio fino al 1° marzo, saranno organizzate tavole rotonde e incontri pubblici di presentazione delle candidature, e ci si potrà confrontare su temi quali il lavoro e le imprese, il welfare, il riordino istituzionale e la riforma dell’articolo V della Costituzione, i diritti, e tutti i temi inerenti il territorio appenninico, facendolo a diretto contatto con gli elettori.

Si tratta di passaggi importanti perché, come detto, è la prima volta che Castelnovo vede delle primarie per individuare il candidato sindaco del Partito Democratico, dopo un lungo ciclo amministrativo che ha visto una continuità tra le amministrazioni guidate da Leana Pignedoli e le ultime guidate da Gian Luca Marconi.

In questi anni il Partito si è rinnovato, e ci sembra fondamentale oggi un maggior contributo degli elettori in vista di scadenze fondamentali come le elezioni amministrative, per parlare e confrontarci con tutti. A breve sarà reso noto il calendario degli incontri e delle assemblee, che toccheranno tutte le frazioni.

Intanto l’ufficio del Circolo del PD sarà aperto tutti i lunedì mattina per incontrare chiunque voglia porci domande o chiedere informazioni”.

* * *

Lettera di Giuliano Maioli agli elettori

Vi candidate con me?

Giuliano Maioli si candida a sindaco di Castelnovo ne'  Monti:

Sì, è vero. Ho avuto molti dubbi. Come tutti gli esseri umani.

Perché candidarsi a fare il sindaco della tua Comunità non è come scegliere il modello dell'auto. È una sfida faticosa e durissima. Significa sacrificare affetti, amicizie, tempo libero.

Significa impegnare la propria vita al bene dei tuoi concittadini. Sì, è vero, ci ho pensato molto. Anche perché non vivo di certezze.

Sono un uomo, e non un eroe.

Ma siete arrivati voi. Con i vostri sms, le vostre email, i vostri inviti quando ci incontravamo in piazza o al bar. E per strada, con i vostri sorrisi, il vostro incoraggiamento, le vostre pacche sulle spalle.

I vostri «vai Giuliano, siamo con te». E allora ho pensato: se siete con me, io ci sono.

In fondo questo è il mio paese e non ha bisogno di supereroi, ma di tante donne e tanti uomini normali, come me, come voi.

Per migliorare, insieme, le piccole cose e per programmare, insieme, quelle grandi.

Non ho molte certezze, ma una si, la determinazione e la concretezza nel  risolvere i problemi sono sempre state la mia forza. Lo saranno anche in questa occasione.

Ma se credete che io possa farlo da solo, siete fuori strada. Insomma, mi avete chiesto tante volte, in questi giorni: «Giuliano, ti candidi?». La risposta è «Sì, mi candido».

Ma voi non lasciatemi solo. Basterà che dedichiate un po’ del vostro tempo, un po’ della vostra intelligenza, un po’ del vostro cuore, alla nostra comunità nei prossimi cinque anni.

E questa non sarà più solo la mia candidatura. Sarà la nostra.

Occuparci di Castelnovo, sarà un'esperienza straordinaria. Perché se stiamo insieme, se pensiamo insieme, se ci impegniamo insieme, sono sicuro che raggiungeremo ogni traguardo.

Progettare e realizzare insieme il futuro di Castelnovo sarà un'impresa straordinaria, affascinante e coinvolgente.

 Allora, si parte. Vi candidate con me?

[email protected]

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

12 Commenti

  1. Il nuovo che avanza… che tristezza!

    (UF)

    Rispondi
    • Beh, dalle voci che si sentono in giro non è che le altre componenti politiche presenteranno novità sfolgoranti. Vedremo cosa farà il M5S che si sta muovendo in modo interessante, però al momento credo si debba riconoscere che poter proporre tre profili, tutti e tre comunque credibili, sia politicamente che professionalmente, non se lo possano permettere molti partiti in montagna…

      (Commento firmato)

      Rispondi
  2. A mio parere, per Castelnovo, questa è un’ottima candidatura perchè è una persona competente ed esperta, è capace di ascoltare e capire i problemi della gente e, soprattutto, è una persona che sa prendersi responsabilità e decidere. Sono qualità che chi fa politica spesso non ha. In bocca al lupo.

    (M. Giorgini)

    Rispondi
  3. Facile dire il nuovo che avanza… Personalmente ho sempre detto e scritto che ci vogliono persone nuove, ma poi… Ognuno di noi ha i suoi problemi, i suoi impegni e non è facile dedicarsi anima e corpo ad un progetto di 5 o 10 anni. Personalmente lo tocco con mano tutti i giorni con il “comitato”, anche se si tratta di cosa infinitesimale. Tanta gente si dice pronta a dare una mano, ma poi concretamente ci sei tu, solo tu e sempre tu con pochi altri. Caro Giuliano, spesso anche a me chiedono perchè non mi candido a fare il sindaco, ma umilmente penso che non sia ancora ora a causa dei miei impegni lavorativi. Ora ci siete voi tre e vi auguro buona fortuna, di una cosa sono sicuro e tu lo sai, avete una bella sfida davanti. C’è bisogno di riaggregare la gente, di fare squadra, cosa che non è esistita in questi anni. Sicuramente non siete nuovi, ma avrete l’opportunità di contornarvi di gente nuova. Un saluto.

    (Roberto Malvolti)

    Rispondi
    • Salve. Faccio parte del comitato Roberto Malvolti sindaco. Abbiamo già raccolto 10.002 adesioni. Se arriviamo a 20.004 (il doppio degli abitanti di Castelnovo) saremo in grado di convincere il nostro a rinunciare agli impegni lavorativi e a dedicarsi, tra una lepre e una schioppettata, a candidarsi al plebiscito per divenire sindaco di Castelnovo.

      (EI)

      Rispondi
  4. Ma hanno capito o no… Questo sarebbe il nuovo che avanza; a me sembra la solita melina, non vittoria, forse pareggio. Abbiamo bisogno di nuovi attaccanti, di una nuova squadra, beh, come al solito non cambia nulla, cambiano solo i ruoli. Peccato!

    (Adriano)

    Rispondi
  5. Chiedevo: ma se queste candidature sono per il PD, perchè il signor Bini è indipendente? Questo vuol dire che può concorrere chiunque…

    (Lo)

    Rispondi
  6. Soliti discorsi, o si ha già una posizione professionale/sociale/politica o non si può gestire un Comune. Poco conta se si hanno buone idee e innovative, o si è qualcuno o non se ne fa nulla. Ecco perché si vedono solo dei sessantenni.

    (Manuel Iori)

    Rispondi
  7. Quelli che si lamentano, perchè non si candidano! La gara è aperta: buone idee=tanto consenso.

    (M. Giorgini)

    Rispondi
    • La campagna elettorale ha un costo che non tutti possono affrontare se non si è appoggiati da un partito e un partito, per elezioni del genere, è solamente fuorviante se si hanno realmente buoni propositi. Poi si sa, sono sempre i soliti nomi, sempre la solita gente e sempre il solito pensiero bigotto. Aggiungerei “sempre la solita casta” e a chiunque cerchi di provare a rivoluzionare un minimo quest’ultima, vengono tagliate le gambe, senza se e senza ma. Il pensiero della Castelnovo “bene”, che bene spesso non è e non fa, è ancora troppo influente, d’altronde è necessario essere credibili “professionalmente e politicamente” per poter essere considerati dei concorrenti validi. Tutto ciò spesso si raggiunge con l’anzianità (e non solo).

      (Manuel Iori)

      Rispondi
  8. Servono due euro anche per questo giro?

    (Lugua)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48