Castelnovo ne’ Monti, ecco il candidato sindaco 5 Stelle

Massimiliano Genitoni

"Alle prossime amministrative comunali mi presenterò come 'portavoce' in Comune per conto del gruppo dell’elettorato M5S. Un ruolo impegnativo che è il proseguimento di un percorso iniziato con il nostro gruppo un anno fa animato da un forte entusiasmo che si è rafforzato nel tempo grazie alla collaborazione dei vecchi e nuovi compagni di avventura e soprattutto alla partecipazione sempre più crescente della collettività cittadina".

Sono parole di Massimiliano Genitoni, che si presenterà come candidato sindaco per il M5S.

"Non sono e non siamo politici - dichiara - non lo siamo mai stati e soprattutto non lo vogliamo essere in futuro. Vogliamo semplicemente 'cambiare le regole del gioco', espropriando i politicanti di mestiere messi dai partiti o dai 'partiti mascherati' da liste civiche e rimettere le istituzioni al servizio dei cittadini. Da troppo tempo la politica locale è stata intesa come un passaggio obbligato per altri incarichi politici e le figure proposte dai partiti non sono mai state veramente vicine alle esigenze dei cittadini considerando il Municipio come una palestra politica dove maturare esperienza per altri incarichi e non dove apportare la loro esperienza per il bene comune".

"Personalmente sono un dirigente aziendale occupato nella più grande azienda 'privata' del comune e sono stato in passato amministratore e presidente di società italiane ed estere con nomine non politiche ma meritocratiche e soprattutto che non hanno mai registrato perdite in bilancio. Ho deciso con non poche difficoltà di rimanere e vivere nel luogo che mi ha visto nascere e dove ho voluto fare crescere mia figlia. Sono stato emigrante ma sono tornato e vorrei sfruttare la mia esperienza ventennale per adottare una gestione più trasparente e oculata delle finanze pubbliche e attuare una riduzione degli sprechi e delle spese di consulenze".

"Vorrei un comune a forte connotazione 'sociale' che si prenda cura anche degli strati più fragili della nostra comunità quali disabili, persone in difficoltà economiche e anziane. Vorrei un comune che sappia attirare turismo ed investimenti per dare nuove possibilità ai giovani e permettergli di avviare attività redditizie senza costringerli ad emigrare fuori dalla 'montagna'. Vorrei un comune capace di interagire e confrontarsi con i suoi cittadini per elaborare insieme le strategie migliori per tutti. Vorrei un comune fatto di cittadini, di persone giovani e competenti non di politici riciclati".

"Tutto questo è possibile perché abbiamo costituito una squadra eterogenea e di grande spessore umano e professionale pronta a condividere le proprie esperienze con la collettività. Abbiamo ben chiari i nostri obiettivi che troverete esposti nel nostro programma 'aperto' ossia che non chiuderemo sino alla fine della campagna elettorale inserendo qualsiasi cosa possa servire a migliorare il nostro paese e la qualità di vita dei suoi cittadini. Sappiamo quali progetti proporre e come attuare le dovute coperture riducendo al contempo le spese generali, perché si può e si deve fare. Aiuto ai bisognosi ma non assistenzialismo, salvaguardia ambientale, sicurezza e lotta alla droga anche con campagne di informazione nelle scuole, occupazione giovanile e rilancio delle borgate".

"Tutto questo è possibile e se non ora quando? Ci presentiamo con grande umiltà ma motivati e fiduciosi di avere il vostro appoggio per realizzare questo progetto collettivo. Potremmo riuscire solo con la vostra fiducia e collaborazione perché un voto per la nostra lista sarà un voto per voi, perché noi con voi siamo l’unico cambiamento possibile".

"P.S.: abbiamo sottoscritto un impegno con gli elettori per ridurre del 50% i compensi di sindaco, vicesindaco e assessori in caso di vittoria, questo per dare segnali concreti visto che tutti parlano di rinnovamento e taglio ai costi della politica ma presentano sempre le stesse persone e non fanno niente per ridurre sprechi e spese".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

24 Commenti

  1. Essendo – come scrive lei stesso – “dirigente aziendale occupato nella più grande azienda ‘privata’ del comune” non intravede un possibile conflitto di interessi?

    (Commento firmato)

    Rispondi
    • Beh, qui il termine “del comune” è inteso come territorio comunale: Massimiliano lavora in una ditta privata a tutti gli effetti, senza alcuna partecipazione pubblica.

      (Commento firmato)

      Rispondi
  2. Un candidato sindaco con idee, un po’ di buonismo e ovvietà. Il linguaggio é comunque il solito da imbonitore di provincia, speriamo bene.

    (Commento firmato)

    Rispondi
  3. Penso che un cittadino che svolge attività in una ditta o azienda privata senza alcuna partecipazione pubblica in un contesto economico come quello attuale sia già un merito a prescindere dal conflitto d’interessi!

    (P.C.)

    Rispondi
  4. Che severità, cari “commenti firmati”, nei confronti di qualcuno realmente nuovo e realmente civico che decide di impegnarsi in amministrazione! Forse qualcuno ritiene che il ricambio e l’entusiasmo siano virtù ormai desuete in Italia, e alla vigilia del terzo governo non eletto ma concordato da segreterie di partito, è quasi un miracolo che non sia così. Da parte mia un grandissimo in bocca al lupo. So per esperienza quanto sarà difficile farsi largo senza le claque di partito, armati solo di buona volontà. E’ uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo. Anche in Italia.

    (Davide Marazzi)

    Rispondi
    • E’ uno sporco lavoro è una battuta storica di un vecchio film che non mi sembra il caso di tirare in ballo; ognuno ha le proprie idee e io le rispetto ma pensiamo al domani e chiediamoci che genere di sindaco vogliamo. Io personalmente vorrei una persona che faccia solo il sindaco e non altri mestieri, perchè un sindaco deve essere a disposizione del cittadino sempre e non dopo 2 mesi di attesa per altri impegni che non hanno nulla a che vedere con il “mestiere” di sindaco.

      (Monica)

      Rispondi
  5. Quando si potranno vedere un po’ di proposte concrete e soprattutto come sostenerle, magari le valutazioni cambieranno, per ora è aria fritta in salsa di niente.

    (Commento firmato)

    Rispondi
  6. Vai Massi!

    (Manuel Iori)

    Rispondi
  7. I migliori auguri di una buona campagna elettorale, prima di tutto, anche se la vedo dura, penso sarebbe già un ottimo risultato riuscire a mettere in consiglio un bel po’ di consiglieri comunali, se non altro per sparigliare un pochino le carte a coloro che quasi sicuramente prevarranno anche questa volta, non certo per il bene del paese, ma sopratutto per difendere i loro interessi di bottega. In attesa ti faccio i migliori auguri.

    (Beppe)

    Rispondi
  8. E vai Massimiliano!! Sono davvero contento per te che ti sei preso questo impegno non semplice in un momento molto difficile. In risposta ai commenti sopra, io ho conosciuto Massimiliano un anno fa, proprio per la nascita spontanea dei gruppi di attivisti 5 Stelle della montagna. Posso dire che è una persona semplice e non uno di quelli che ti squadrano dall’alto la basso. Può sembrare un parere di parte, ma qualsiasi persona parli con lui avrà sicuramente la stessa sensazione. E’ nel pieno dello spirito del Movimento, che è quello di mettersi a disposizione della comunità, di partecipare attivamente con le proprie possibilità, non più passivo e rassegnato a questa classe politica, come molti di noi ormai si sentono, ma spinto dalla voglia di mettersi in gioco, perchè lui sa anche di essere tenuto “sotto controllo” dai suoi elettori. Motivato, serio e come detto prima disponibile. Un grosso in bocca al lupo e mi auguro davvero che anche Castelnovo ne’ Monti diventi a 5 Stelle! Un saluto.

    (Giuseppe Camagnoni)

    Rispondi
  9. Meritorio che non sia legato a segreterie o a vincoli di partito. Un po’ di perplessità sul fatto che, come posizione di dirigente in azienda privata e quindi occupazione a tempo pieno e non solo otto ore al giorno, riesca a trovare lo spazio necessario per analizzare i problemi ed avanzare proposte per un comune complesso come Castelnovo ne’ Monti. Per il resto dico sempre: vinca il migliore. Saluti.

    (Sergio)

    Rispondi
  10. Parlare di conflitto di interessi dopo le ventennali (e non solo) precedenti amministrazioni mi sembra un po’ ridicolo, comunque libero pensiero per tutti. Bravo Massimo! Non sarà una salita, peggio! Specialmente in un comune dove è praticamente impossibile far cambiare idea alla gente. E complimenti per la voglia e la passione che ci metti in tutta questa tua nuova avventura. Dai!

    (N.T.)

    Rispondi
  11. Uno dei candidati più popolari e seguiti, tra quelli proposti dal PD, si fa titolo di merito, in ogni sua comunicazione, nel dichiararsi imprenditore, docente, sportivo impegnato, ecc. senza che nessuno sin ora abbia sollevato obiezioni. Concordo con “P.C.” nel pensare che essere un imprenditore preparato costituisca un titolo di merito per un candidato. D’altronde anche il sindaco uscente Marconi era, ed è, un medico stimato e parecchio impegnato professionalmente. Massimiliano Genitoni, se non altro, a suo merito ha quello di rappresentare una novità in un quadro caratterizzato da persone di buona esperienza, per non dire di lungo corso.

    (Commento firmato)

    Rispondi
  12. Aspetto di vedere il programma d’impegni del Movimento per poter giudicare. E’ vero anche che per il momento di programmi non se ne visti neppure dagli altri candidati. Che dire oltre, il “vecchio” l’abbiamo visto e a me non è piaciuto, quindi avanti con il nuovo. Credo che sarebbe un successo se mettesse qualche persona in Consiglio.

    (Sig. G)

    Rispondi
  13. Che vergogna, le persone si lamentano poi votano lo stesso partito.

    (Giorgio)

    Rispondi
  14. Se qualcuno è interessato al programma sabato mattina sicuramente ci sarà il banchetto di fianco al comune e lì si possono trovare i fogli con scritto il programma.

    (Giuseppe)

    Rispondi
  15. Possibile che la candidatura a sindaco di un esponente del Movimento 5 Stelle possa suscitare un così grande disappunto? Sarà a causa di quello che dice o è disprezzo per chiunque si schiera contro la solita politica? A me piace giudicare i fatti, non riportare solo quello che viene riportatom spesso falsamentem da giornali e tv. Sicuramente questa lista non potrà vincere le elezioni comunali, ma avere persone in Consiglio che possano far sapere ai cittadini quello che si decide credo sia molto importante.

    (Pier)

    Rispondi
  16. Il nuovo fa sempre paura…

    (Lugua)

    Rispondi
  17. Auguri, Massi, per la nuova esperienza e ( non votando a Castrum) auguri anche agli altri candidati. Per quel che riguarda il conflitto d’interessi consiglio a tutti di andarsi a leggere quanto scritto sul T.U. della pubblica amministrazione riguardo all’ineleggibilità alle cariche pubbliche. Un po’ di sapere farebbe bene a tutti, vecchi e nuovi.

    (Mastro)

    Rispondi
  18. Poche parole a buon intenditore: “io non l’ho mai visto partecipare a nessuna iniziativa nel paese nè a scopo sociale, nè benefico. Non vorrei che fossero solo chiacchiere”, auguri Massi.

    (Un amico)

    Rispondi
  19. Se il giorno si vede dal mattino avremo un altro candidato che se non sarà eletto sindaco non parteciperà, con nessun altro gruppo eletto in consiglio comunale, a iniziative che possano favorire o cercare di dare soluzione anche parziale a problemi esistenti o che insorgeranno durante il mandato quinquennale. Così almeno è il comportamento e l’indirizzo del Movimento nazionale di cui afferma essere il “portavoce” questo dirigente aziendale, nostro concittadino. Si presenta con il solito ritornello di voler dimezzare il compenso del sindaco e degli assessori, pura propaganda, il sindaco e gli assessori vanno pagati il giusto e pretendere che svolgano il loro lavoro con correttezza, competenza e onestà ed essere al servizio dei cittadini. Sono altresì certo che per sanare i bilanci siano ben altri i provvedimenti da assumere per rendere funzionale e attiva la macchina comunale. E’ indispensabile diminuire, quasi annullare, le consulenze esterne. Sono convinto che, fra i dipendenti, ci siano professionalità che andrebbero valutate e recuperate per rendere più snella ed efficiente la macchina comunale che molto spesso, per ignavia di certi responsabili e per eccesso di “zelo” dei sottoposti, rimanda la soluzione di pratiche che potrebbero benissimo trovare soddisfazione immediata. Sono anche dell’idea che sarebbe opportuno controllare con maggiore scrupolosità tutto l’impianto burocratico e, se il caso, adeguare al ribasso gli emolumenti dei managers delle aziende controllate, con ridimensionamento delle deleghe che dovrebbero essere tutte di competenza della Giunta. Pubblicare tutti gli atti, per dar modo ai cittadini di poter controllare direttamente, giorno per giorno l’operato degli ammministatori. Preciso che non sono nè parente nè candidato ad alcuna carica e tantomeno vi aspiro, sono un semplice pensionato. Per concludere desidero anche esprimere il mio rammarico per i numerosi e anonimi cittadini che hanno, giustamente, detto ciò che pensano di questa candidatura. Grazie.

    (Sergio Tagliati)

    Rispondi
  20. Gentilissimo signor Sergio Tagliati, “questo dirigente aziendale” (come Lei scrive) si chiama Massimiliano Genitoni. “Questo” sa tanto di impersonale e – come aggettivo – è educato farlo seguire dal nome. Sarebbe un po’ come dire “il tale”. Buone giornate.

    (Commento firmato)

    Rispondi
  21. Egregio signor Tagliati, quello che più mi rammarica è che di tutto un discorso ben più articolato e complesso lei abbia voluto estrapolare quello che era l’argomento meno significativo messo come p.s. della lettera di presentazione della mia candidatura. Forse le è sfuggito proprio il passaggio sul taglio delle consulenze. Consigliandole di leggere tutto con maggiore attenzione le assicuro di avere come obiettivo quello di candidarmi per partecipare attivamente allo svolgimento delle attività del Consiglio per contribuire al miglioramento della qualità di vita nel nostro Comune. Ringrazio ancora per avermi dato questa ulteriore possibilità per ribadire le mie intenzioni, le auguro una buona serata.

    (Massimiliano Genitoni)

    Rispondi
  22. Egregio signor Genitoni, non intendevo assolutamente metter in dubbio le sue buone intenzioni, ma mi premeva mettere in evidenza la solita e trita battuta sulle retribuzione degli amministratori che sa molto di antipolitica. E visto che lei si accinge a fare Politica mi sembrava e ne sono tuttora convinto sia un modo sbagliato di presentarsi. Quando i candidati sono validi e competenti e dedicano il loro tempo ad ascoltare i cittadini e con onestà e competenza tentano di risolvere i loro problemi e sono per giunta impegnati in queste funzioni a “tempo pieno”, pensando anche a tutte le responsabilità morali e materiali che si accollano, ritengo debbano essere, il giusto, retribuiti. Mi fa piacere che lei abbia ribadito sulla partecipazione dichiari di volere collaborare.

    (Sergio Tagliati)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48