“Le mie proposte apprezzate anche da altri candidati: mi fa piacere, significa che sono buone e potranno diventare patrimonio di tutti”

Giuliano Maioli"Noto con piacere che le proposte che ho messo all'attenzione dei cittadini hanno animato il dibattito. Alcune sono state cosi apprezzate anche dagli altri candidati, che le hanno inserite nei loro programmi. Sono contento, significa che sono buone e potranno diventare patrimonio di tutti".

Così Giuliano Maioli, candidato alle prossime primarie Pd del 2 marzo.

"Nella convinzione che conoscere come si intende risolvere i problemi, sia il modo migliore per valutare le candidature, provo ad esporre qualche altra idea. Per le nuove imprese nessuna tassa comunale per i primi 3 anni, coinvolgendo  gli altri comuni della montagna, chiederemo inoltre alla Camera di commercio, alla Provincia ed alla Regione che facciano altrettanto. Sempre coinvolgendo gli altri comuni, chiederemo l'istituzione di specifici fondi di garanzia a sostegno delle imprese, in particolare, per l’avviamento di quelle innovative della montagna".

"Daremo vita ad un'impresa pubblico–privata per i  giovani  della nostra montagna che hanno lavorato nelle istituzioni italiane ed estere. Il compito sarà quello di analizzare bandi e predisporre progetti per la richiesta dei fondi europei, a cui ora difficilmente gli imprenditori e gli enti pubblici riescono ad accedere, ma che sono un potenziale miniera per lo sviluppo. Le competenze acquisite e la conoscenza del territorio, garantiranno progetti integrati e centrati sulle nostre necessità, migliorando la  capacità di accesso e favorendo la creazione di nuova occupazione giovanile".

"L’aiuto a tutte le persone e le famiglie in difficoltà sarà trasformato in un 'prestito d'onore dignitoso, che possa essere restituito, da chi è in grado, attraverso lo svolgimento di attività sociali  negli gli enti o nel volontariato. Vi sarà allo stesso tempo, lo sviluppo di un sistema di controlli incrociati in grado di far emergere le reali necessità".

"Infine, viste le tante sollecitazioni, preciso quali saranno i criteri (per me vincolanti) che proporrò per la scelta dei membri della prossima giunta:

  • spazio ai giovani e alle donne;
  • forte rottamazione con limite anche per gli assessori di massimo due mandati;
  • ampia rappresentanza di tutte le istanze e sensibilità;
  • merito/competenza;
  • disponibilità di tempo per l’attività amministrativa;
  • nessun giochino: piazza pulita del vecchio sistema di passaggi da poltrone ad altre poltrone".
Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

5 Commenti

  1. Aggiungere qualche nome dei possibili assessori non farebbe male.

    (Cristina)

    Rispondi
  2. Dire “l’ho detto prima io” mi sembra un atteggiamento un po’ infantile, ma mi sorge una domanda: perché queste nuove idee non le ha trasformate in azione nei suoi dieci anni di assessorato in questo comune?

    (Commento firmato)

    Rispondi
  3. Perfetto, eliminiamo il passaggio da poltrone ad altre poltrone. Un evento che a quanto pare non è successo finora… Chi si è candidato sindaco oltre a lei qualche poltrona l’ha occupata!

    (A.Z.)

    Rispondi
  4. Chi di spada ferisce, di spada perisce.

    (Cb)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48