La Croce Verde di Castelnovo ne’ Monti vuole rendere pubblici i propri dati anche se non obbligatori, rendendo partecipe il cittadino di quanto fatto

Il principio di trasparenza si concretizza nel concetto di “accessibilità totale” ai dati e alle informazioni. La pubblicità dei dati e delle informazioni è il principale strumento per consentire ai cittadini di esercitare il diritto di controllo sull'andamento e sulla gestione delle funzioni pubbliche.

Strettamente connesso alla trasparenza è il concetto di integrità, considerato che l’integrità rimanda a principi e norme di comportamento etico su cui deve essere fondata l’attività di ogni amministrazione pubblica e può essere assicurata soltanto in un contesto amministrativo trasparente, mentre l’opacità è spesso il terreno fertile per i comportamenti illegali.

È con questo spirito che la Croce Verde Castelnovo vuole rendere Pubblici i propri dati anche se non obbligatori, rendendo partecipe il cittadino di quanto fatto.

Bilancio 2013 ecco i numeri...

Bilancio Redatto a cura del Dott.Emilio Canovi dello Studio Canovi

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

8 Commenti

  1. Bravi! Una bella espiazione dopo la questione delle candidature. Il prossimo passaggio sarà vedere l’esito delle elezioni del nuovo direttivo.

    (Commento firmato)

    Rispondi
  2. Carissimo “Commento firmato”, devo ammetterlo, in un primo momento le tue parole mi ha strappato la più grassa risata della settimana, una perla di saggezza degna delle mille ovvietà dei bevitore di bianchini del lunedì mattina al mercato. Del resto sei il più degno e meraviglioso rappresentante dell’italico vizio  di ripagare la trasparenza con la mediocrità, la mediocrità certo, non di sicuro la cattiveria, i cattivi sono furbi e astuti e riescono a ferire anche chi fa di tutto per gli altri. I mediocri no! loro hanno la presunzione di sparare 5 parole di elementare memoria e pretendere di essere messi sul piedistallo come eroi nazionali. Inutile dirti che vedendo quello che il direttivo della CV ha fatto, ovvero trasformare un rudere in un modello di tecnica e efficienza, avrei goduto nel pensarlo attivamente impegnato nella gestione del mio paese, ma cosa vuoi, sono un inguaribile democratico e rispetto la tua idea, se possiamo chiamarla così. Conoscendo il signor Fiorentini sono sicuro che come me starà ridendo di cotanta magrezza sociale, quelli che fanno e costruiscono sanno ridere anche di questi piccoli grandi prolassi di parole inutili. Solo un ultimo favore, se la tua autostima superasse la vergogna delle tue parole e avessi il coraggio di controbattere, continua a firmarti con un “Commento firmato”; ho il terrore di scoprire che potrei anche conoscerti e magari pure bene, non me lo perdonerei mai. Con immutato affetto (ti prego non smettere di farci sorridere).

    (Sergio Simonazzi)

    Rispondi
  3. Signor Sergio, le rammento che è facile gestire un’associazione di volontariato sostenuta da tutti i favoritismi dell’attuale Amministrazione. Mi riferisco ad un intero piano al Palazzo Ducale, ai parcheggi per le ambulanze e non per ultima la parete esterna alla sede che stanno edificando in questi giorni. Ci sarà il permesso o solo noi comuni cittadini dobbiamo attenerci alle regole (la invito a vedere la modifica esterna della palazzina). I Signori Fiorentini (padre e figlio) hanno caldamente appoggiato il candidato Maioli, uscito sconfitto, pertanto meglio continuino nella loro attività precedente.

    (M.C.)

    Rispondi
  4. Eh no, signor “M.C.”, mi spiace contraddirla ma non è per niente facile; poi se un bene comune non è compreso, beh mi arrendo, inutile discuterne.

    (Sergio Simonazzi)

    Rispondi
  5. Le solite polemiche castelnovesi. Non so chi abbiano appoggiato i Fiorentini (se così è non è la partecipazione il succo della democrazia), ma una cosa è una simpatia in una competizione politica, una cosa è una Pubblica Assistenza che, con i suoi volontari, sta davvero rendendo un bel servizio alla collettività montana. Senza poi dimenticare che palazzo ducale era inutilizzato (nella parte concessa alla Croce Verde) e mal ridotto. Un poco di obiettività non guasta e la simpatia per un candidato piuttosto che un altro non pregiudica la genuinità della storia della nostra Croce Verde.

    (C.S.)

    Rispondi
  6. Bravissimo “C.S.”, finalmente un commento sensato. Del resto il messaggio che “M.C.” sta facendo passare è: con l’opposizione al Comune la Croce Verde non sarebbe tanto efficiente e attrezzata. Contenti loro…

    (Sergio Simonazzi)

    Rispondi
  7. Forse quello che si voleva evidenziare non era l’operato eccellente dei volontari e operatori coinvolti nella realtà della Croce Verde ma, magari, il pasticcio dell’articolo emesso dal Direttivo Croce Verde dove si dichiarava di essere “puri e apolitici”, per poi essere smentiti nel giro di qualche ora dalla eventuale “squadra” del candidato Maioli dove, oltre al Presidente, c’erano anche membri del Direttivo. Una leggera propensione politica pare evidente esserci.

    (Commento firmato)

    Rispondi
  8. La critica non pareva quella.

    (Sergio Simonazzi)

    —–

    Probabilmente si può chiudere qui.

    (red)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48