“Nove galline e un gallo” e gli esilaranti “Fer Straz”

Come è noto, le galline sono animali intelligenti. Per citare Cochi e Renato, “lo si capisce da come guardano la gente”. Le nove scrittrici che, autodefinendosi galline, si sono avventurate in una scrittura corale del libro “Nove

Le autrici (e il gallo) e i Fer Straz

Le autrici (e il gallo) e i Fer Straz

galline e un gallo”, (ma poi corale mica tanto, perché ognuna ha scelto autonomamente il soggetto e lo stile dei propri racconti) sono perfettamente coscienti dell’acume e ingegno delle tanto svalutate pennute da pollaio. Non hanno certo scelto le oche o le anatre per rappresentarsi, che le uova di oca chi le compra? E siccome le galline mangiano continuamente, becchettando di tutto e di più, dai sassolini, agli scorpioni, ai serpentelli, al mais e agli avanzi di cibo umano, le signore scrittrici tra Secchia e Crostolo, efficacemente coaudiuvate da un signor gallo che più gallo non si può, hanno inserito nel volume anche una loro produzione di ricette assolutamente originali. Insomma: questo è un libro che parla di cibo, pur non essendo un libro di cucina, e parla di amore. Per i luoghi del cuore, per il cibo, per le tradizioni e le novità, per la narrazione autobiografica, surreale, e pure fantastica. Il libro è bello anche da sfogliare grazie ai disegni di Maura Mussini che ritraggono le galline scrittrice in veste ornitologica, e per le foto che richiamano immagini di luoghi non necessariamente emiliani, ma comunque bellissimi.

Il libro verrà presentato sabato 12 aprile 2014 alle ore 17.15, nella sala concerti C. Merulo, al Centro culturale polivalente di Castelnovo ne’ Monti, con il supporto simpatico, frizzante, scoppiettante ed esilarante dei “Fer Straz” (Franco Ferrari, Veronica Strazzullo, Monica Incerti e Lucio Lodesani), abili artisti già cimentatosi in teatro “di stalla” e narrazioni varie per adulti e bambini. Saranno presenti le autrici: Normanna Albertini, Patrizia Bartoli, Laura Bizzarri, Donatella Boccalari, Franca Giaroni, Maura Mussini, Ilde Rosati, Ivanna Rossi, Francesco Giuseppe Sassi, Elisa Tosi. Non mancherà del buon becchime a conclusione dell’evento, appositamente preparato dalle stesse galline scrittrici.

Note biografiche delle autrici e dell'autore tratte dal libro:

Normanna Albertini è nata a Gombio, nel comune di Ciano d’Enza (oggi Canossa), nel 1956. Insegnante presso il Centro Territoriale Permanente - Educazione agli adulti, vive e lavora a Castelnovo ne’ Monti. Scrive per Tuttomontagna, mensile dell’Appennino reggiano. Dopo alcune pubblicazioni di natura didattica con la scuola, ha pubblicato nel 2004 il romanzo Shemal (Chimienti editore - Taranto) e nel 2006 il romanzo Isabella, sempre edito da Chimienti; con Prospettiva editrice, nel 2009, il romanzo “Pietro dei colori” e, nel 2011, il saggio “Pietro da Talada - Un pittore del Quattrocento in Garfagnana” con Garfagnana editrice. Nel 2010, ha vinto il concorso letterario “Garfagnana in giallo” e si è classificata terza nel 2011 al Premio nazionale Carver con il romanzo “Isabella”. A novembre 2011 è risultata tra i primi dieci al concorso “Garfagnana in giallo”. Un suo saggio è presente nel testo universitario “Fuori dal silenzio. Volti e pensieri dei figli dell’immigrazione”, Ed. Clueb. Ha pubblicato nel 2012 la raccolta di racconti “Sulle spalle delle donne” (Garfagnana editrice) e nel 2013 è uscito un suo saggio storico come introduzione del libro di Pellegrino Rossi “Compendio della vita di San Pellegrino”, Garfagnana editrice.

Patrizia Bartoli è nata e cresciuta a Fornaci di Barga, in provincia di Lucca. Si è laureata all’Università di Pisa in Storia e Filosofia. Da molti anni vive a Sassuolo. Finalista al Premio Loria di Carpi nel 2008 con il racconto La signora Parrini, ha conseguito il secondo posto assoluto al Premio Letterario di Castelfiorentino nel 2009 con Olga. Nell'aprile del 2011 ha pubblicato per Incontri Editrice la raccolta intitolata La venditrice di piccole cose e altri racconti che nel novembre dello stesso anno è stata finalista, seconda assoluta, al Premio Joyce Lussu, Comune di Offida. Nell'aprile del 2013 è uscito sempre per Incontri Editrice Un pomeriggio quasi perfetto.

Sono Laura Bizzarri, ho 49 anni, nata a Sassuolo dove vivo tuttora con tre figli e tre gatti. Scrivo da quando ero una ragazzina. La scrittura è una cara amica: mi aiuta a raccogliere e riordinare le idee, mi tiene compagnia e mi sostiene; sul foglio appaiono quindi i pensieri in forma di poesia o racconti. Un anno fa ho auto prodotto una  accolta di poesie, questa è invece la mia prima esperienza narrativa. “L’a speranza è il miglior cibo per l’anima”

Nata a Luzzara (Re) ... alcuni anni fa, Donatella Boccalari vive a Roteglia (Re) con il marito, il figlio, tre gatti e un cane. È appassionata di cucina, tradizioni e innamorata della sua terra. Ha pubblicato nel 2011 “Ti ricordi il profumo del brodo?”, raccolta di vecchie ricette di famiglia e ricordi d’infanzia. Nel 2013 è uscito “Avanzo a chi?” ovvero trasformiamo i nostri piccoli avanzi in piatti deliziosi per dire finalmente addio allo spreco in cucina.

Franca Giaroni è nata e vive a Reggio Emilia. Da una decina di anni scrive racconti e poesie, pubblicati
in raccolte collettanee, che le hanno riservato riconoscimenti e premi. Nel 2007 ha pubblicato Ivanna Rossi, prima di diventare una gallina, è stata bambina a Casina, studentessa di filosofia a Bologna, insegnante un po’
qua e un po’ là, giornalista in Grecia. A Reggio ha fatto l’assessore ai Porci Comodi, poi ha scritto una decina di libri. Gli ultimi, tutti di quest’anno, sono ‘Lo speziale di Nubilaria’ ambientato a Novellara, ‘4 gatti’ che ha vinto il premio Silvio d’Arzo; ‘Devo esserTIGRATO’, che si svolge tra Reggio e Venezia con moltissimi gatti; e Poesia Oscura con presa, dove spiega la poesia e il mondo di Corrado Costa. Il racconto Ho visto il mare (Narrazioni erranti), nel 2009 il suo romanzo d’esordio Albergo Cleo (Mef editore) e nel 2011, pubblicato da Consulta Edizioni,
il romanzo I giorni dell’ombra.

Maura Mussini nata a Reggio Emilia dove vive e lavora. Da studi artistici a storica dell’arte, della moda e del costume. Inizia il suo percorso lavorativo nel campo della moda. A Bologna svolge per oltre 20 anni l’attività antiquaria. Nel 2000 inizia una intensa collaborazione col teatro come costumista, per approdare alla scrittura teatrale e alla regia. A Reggio Emilia apre lo studio “RUGIADA ARTE” da dove organizza eventi culturali.

Ilde Rosati vivo a R:E: insegnante di attività pittoriche in pensione, mi diletto a disegnare e dipingere, fare bella calligrafia, scrivere. Amo creare racconti legati alla storia locale. Ho pubblicato: “Fiabe Matildiche in pergamena” “Fiabe dalle terre Matildiche”e “Matilde e le nozze di Everelina al castello di Rossena” fiabe di fantasia che ho impreziosito con miniature, manoscritti e illustrazioni volutamente con tratto ingenuo e comprensibile per avvicinare i giovani alla storia del territorio. Recentemente ho pubblicato “Rezdore Reggiane” ricettario, con suggerimenti per salute, bellezza e risparmi domestici corredato dai miei disegni in bianco e nero di attrezzi
antichi di cucina. Tutte le pubblicazioni sono edite da C.D.L.

Ivanna Rossi, prima di diventare una gallina, è stata bambina a Casina, studentessa di filosofia a Bologna, insegnante un po’ qua e un po’ là, giornalista in Grecia. A Reggio ha fatto l’assessore ai Porci Comodi, poi ha scritto una decina di libri. Gli ultimi, tutti di quest’anno, sono ‘Lo speziale di Nubilaria’ ambientato a  ovellara, ‘4 gatti’ che ha vinto il premio Silvio d’Arzo; ‘Devo esserTIGRATO’, che si svolge tra Reggio e Venezia con moltissimi gatti; e Poesia Oscura con presa, dove spiega la poesia e il mondo di Corrado Costa.

Francesco Giuseppe - Franz - Sassi, reggiano, è diplomato in canto ed ha svolto l’attività di artista del coro professionista anche nei complessi dei teatri stabili di Bologna, Cagliari, Dijon, Toulon, Radio France, Il Cairo, Tel Aviv. Tiene relazioni presso Associazioni culturali, sul teatro in musica e anche sulla storia locale. Scrive per quotidiani e riviste. Compone racconti e poesie in italiano ed in dialetto reggiano.

Elisa Tosi è nata a Sassuolo in provincia di Modena nel 1970. Vive e lavora a Roteglia di Castellarano come impiegata presso una ditta ceramica. Sposata e madre di un figlio adolescente. Nel 2009 con il racconto: Passato Remoto ha vinto il concorso “Aquila d’Argento” indetto dal Centro Studi Storici Castellaranesi, dal quale nel 2011 è stato tratto un film. Regia di Filippo Bedeschi. Colonna sonora: Claudio Ughetti e Rachele e l’Armata Corallina. Sempre nel 2009 per IncontriEditrice pubblica: Il Sospetto del Duca, romanzo giallo-storico ambientato nella Sassuolo del dopoguerra. Nel 2010 sempre con IncontriEditrice esce il secondo episodio letterario: L’arte del silenzio, anch’esso ambientato a Sassuolo tra la fine degli anni ’40 e inizio 1950. Attualmente sta scrivendo il terzo libro della serie.

Le anatre depongono le loro uova in silenzio. Le galline invece starnazzano come impazzite. Qual è la conseguenza? Tutto il mondo mangia uova di gallina.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Finalmente siete arrivate anche a Castelnovo! Vi aspetto da tanto, anche se il vostro libro l’ho comprato, apprezzato molto, regalato e domani me lo ricompro perchè voglio tutte le vostre firme, quelle delle nove galline e, ovviamente, quella del gallo. Mi piace molto l’idea del cabaret e apprezzerò gli artisti che ci diletteranno… A prestissimo, la vostra affezionata lettrice.

    (Paola Agostini)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48