Il racconto di come è nata la trasmissione “Linea Verde” andata in onda su Rai 1. Il link per rivedere la puntata on line

Guarda la puntata on line

I redattori della trasmissione “Linea verde” avevano intenzione di fare una trasmissione sui giovani in agricoltura, nel nostro Appennino emiliano.

Il presidente Fausto Giovanelli con alcuni protagonisti

Il presidente Fausto Giovanelli con alcuni protagonisti

Entrati in contatto con il nostro ufficio stampa, ufficio che condividiamo con il “Parco delle cinque terre”, si sono presi accordi con la loro segretaria di redazione. Giunta nei nostri territori ha coordinato una squadra atta ai sopralluoghi nelle realtà che abbiamo loro segnalato, varie eccellenze presenti nel nostro territorio. Da quelle turistiche a quelle culturali, da quelle agricole a quelle industriali.

Alcune sono poi state selezionate da loro per essere protagoniste nella trasmissione, per la maggior parte sono state selezionate realtà che hanno maggiore connessione con l’agricoltura, vista la natura della trasmissione.

Nella giornata di riprese dall’alto si è partiti in elicottero dai Gessi Triassici, luogo adatto a questo scopo, molto caratteristico e unico. Il mal tempo  non ha aiutato molto le riprese di questo tipo. Il volo ha descritto dall’alto il crinale tosco-emiliano del parco, dal Cusna alle Alpi di Succiso. Passando ancora sulla valle dei Gessi per poi arrivare alla Pietra di Bismantova.

Anche una delle installazioni di Arteumanze farà da cornice alle riprese. Un'intera comunità ha partecipato a queste riprese, dagli studenti ai pastori.

Lo sforzo che sta facendo il parco, terzo in classifica come richiesta dei tour operator europei (dato ISTAT), per dare visibilità alle realtà locali è molto.

Recentemente è andata in onda una puntata della trasmissione “Eat Parade”, storica rubrica del Tg2, dedicata alla cucina del Parco Nazionale. Venerdì 4 aprile l'hanno vista 2milioni di spettatori. Fra gli altri erano presenti Stefano Brunelli del Ristorante 'La Nuova Jera' di Bagnone e a Stefania e Giuseppe Lombardi della 'Locanda Piera' di Busana. Questi operatori sono, rispettivamente, il terzo e i primi classificati all'ultima edizione della rassegna 'Appennino Gastronomico – Menu a Km Zero'. Prossimo appuntamento per i nostri chef sarà la premiazioni della rassegna che si svolgerà a Parma durante 'CIBUS XVII Salone internazionale dell'alimentazione' (Fiera di Parma), mercoledì 7 maggio dalle ore 11.00, presso lo stand della Scuola internazionale di cucina italiana, ALMA.

Sul link della RAI è possibile rivederla: http://www.tg2.rai.it/dl/tg2/RUBRICHE/PublishingBlock-b23b19f4-eeb1-4f4f-a2ff-745741488706.html

Quello che va fatto è annullare la separazione fra agricoltura e turismo, l’importanza di una trasmissione come “Linea Verde” è proprio questa, saldare l’unione fra le sue realtà.

Non dobbiamo confinare l’agricoltura ne suo mondo, ne pensare che turismo sia solo una seggiovia, ma tutto l’insieme delle realtà locali sono il nostro patrimonio.

Siamo andati anche a Milano, alla fiera “Fa la cosa giusta”, con quaranta imprese dell’Appennino, in collaborazione con il GAL Appennino, ed è stato un successo. Vetrine di primissimo livello.

Il sito del parco ha Milano come prima città nelle visioni che lo riguardano ora. Questo vuol dire che si sta uscendo da una dimensione locale per entrare in una dimensione nazionale.

 

Correlato:

L’IIS Agrario di Castelnovo  a Linea Verde

Il Parco nazionale e l’Appennino reggiano star a Linea Verde

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

5 Commenti

  1. Ottimo spot per il nostro Appennino! Penso che il rilancio dell’agricoltura e del turismo sia fondamentale per il futuro della nostra montagna.

    (Ivano Pioppi)

    Rispondi
  2. Bellissima trasmissione e bella promozione per l’intero comprensorio del Parco e della nostra montagna. Ben utilizzata la presentazione della nostra agricoltura, per collegarla alla bellezza dei nostri posti. L’unione di due unicità…

    (Reverberi Giandomenico)

    Rispondi
  3. Noi non dobbiamo imitare la pianura, dobbiamo prendere coscienza di cosa siamo e valorizzare ciò che abbiamo. Tiriamo fuori un po’ di orgoglio montanaro e di buona volontà, mettiamo insieme delle idee, delle nuove sinergie per dare un futuro alla nostra montagna. E’ mai possibile che dobbiamo vederlo in televisione per capire come è bella la nostra terra?

    (Antonio Manini)

    Rispondi
  4. Veramente splendida ed accurata la trasmissione vista “Linea verde”.

    (Salterini Graziella)

    Rispondi
  5. Questa mattina verso le ore 11 , ho incontrato un auto della RAI, con la scritta “Rai Way” che saliva lungo la strada provinciale Ramiseto-Vetto, qualcuno è a conoscenza di altre riprese nelle nostre zone?

    (Eb)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48