Viano: grazie ai neonati, un parco più “verde”

Riceviamo e pubblichiamo.

-------

Mercoledì 7 maggio, a Viano, in base ai dati di natalità del 2012, sono state messe a dimora una quarantina di piantine autoctone che hanno rimboschito un’area all’interno del Parco dei Mille Colori, nella zona sportiva di via Cadonega. Con l’aiuto dei volontari della Protezione Civile Gruppo Alpini, tigli, aceri campestri e montani, carpini, sorbi, frassini maggiori ed ornielli, sono andati a rafforzare il nostro ecosistema boschivo.

Un albero per ogni neonato: applicazione della legge nazionale n. 113 del 29 gennaio 1992 che prevede l’obbligo per il Comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito della registrazione anagrafica. La Regione ai sensi della L.R. n.3/1999, assicura la disponibilità delle piante necessarie presso i vivai forestali gestiti direttamente a titolo gratuito, nonché la tipologia delle essenze da impiantare. Il Comune deve provvedere alla piantumazione degli alberi e comunicare alle famiglie il tipo di pianta loro assegnata ed il luogo esatto in cui essa è piantata.

Questa giornata, commenta l’Assessore all’Ambiente Nello Borghi, attraverso un gesto semplice e non solo simbolico è stata un’occasione di festa collettiva, un modo naturale per dare il benvenuto ai nuovi piccoli cittadini, ma anche di consapevolezza e responsabilità verso i temi dell’ambiente in generale e del patrimonio verde del nostro comune. L’iniziativa, aggiunta a quella analoga dello scorso anno, ed ad interventi di potatura, ci ha permesso di completare una progettualità rivolta al miglioramento e manutenzione del Parco stesso.

Alla manifestazione hanno partecipato festanti i “piccoli” accompagnati da genitori e nonni. Oltre all’Assessore che ha coordinato le operazioni, ha portato il proprio saluto a tutti i partecipanti il Sindaco Giorgio Bedeschi. A ricordo, è stato consegnato ai genitori un attestato con l’attribuzione della pianta al loro bambino.

(Nello Borghi, assessore all’ambiente e uso ed assetto del territorio di Viano)

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Perchè non farlo anche a Castelnovo M.? E magari nel parco pubblico adiacente alla sede della municipale? Mi sembra proprio una bella iniziativa! Chissà se qualche candidato sindaco si farà promotore dell’iniziativa…

    (DC)

    Rispondi
  2. “Applicazione della legge nazionale n. 113 del 29 gennaio 1992” che evidentemente l’Amministrazione di Castelnovo ha inteso come tagliare un albero ogni nato…

    (mc)

    P.S. – La proposta al Comune era stata fatta e l’area individuata era quella a valle del piazzale Collodi. Ma poi hanno ritenuto opportuno tagliare anche quella…

    Rispondi
  3. Noi a Toano gli alberi li abbiamo già… mancano i neonati… e più si sale peggio è…

    (Antonio Manini)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48