Gestione delle emergenze: a Parma dal prossimo ottobre

Parte il conto alla rovescia per il trasferimento a Parma della gestione delle emergenze di Reggio Emilia e di Piacenza. Da inizio autunno entrerà in funzione la centrale unica del 118 per l’Emilia occidentale. E’ stato fissato anche il giorno: il 7 ottobre ci sarà l’avvio del servizio da Parma anche per il territorio reggiano, mentre quello per Piacenza partirà da dicembre.

L’operazione prevede anche il trasferimento temporaneo all’Ospedale di Parma di personale delle due centrali del 118 di Reggio e di Piacenza, una dozzina di persone che per almeno un anno resteranno a Parma per aiutare i colleghi di qui a orientarsi al meglio con mappe, nomi, procedure dei loro territori.

I centralini del 118 delle due città vicine comunque non chiuderanno, dovendo sempre gestire il movimento delle ambulanze per attività programmate.

L’incremento del lavoro a Parma sarà notevole.

Reggio e Piacenza gestiscono ogni anno 70mila chiamate di emergenza: circa 25mila l’anno scorso a Piacenza, delle quali 5.500 codici rossi; circa 45mila a reggio, delle quali oltre 10mila codici rossi. Che si sommeranno alle quasi 40mila di Parma: 15mila codici verdi, 17mila gialli e 6.600 rossi nel 2013.

Ma la centrale di Parma è stata fornita di nuove tecnologie per poter smistare più velocemente gli allarmi. Si passerà dalle 100/120 chiamate giornaliere a oltre 300.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48