“Giangolini? Tranquilli”

Parole rassicuranti quelle ascoltate l'altra sera durante l'ultimo consiglio comunale castelnovese prima del rinnovo degli amministratori di domenica prossima. Complice un'interpellanza presentata da Luigi Bizzarri, tesa a capire la situazione dell'importante azienda (occupa una settantina di persone tra dipendenti e collaboratori) che ha sede da qualche anno nel territorio comunale, nella piana di Felina, si è discusso di questo argomento.

Il sindaco Gian Luca Marconi, ripercorrendo per sommi capi la storia dell'insediamento dell'azienda di Giangolini da dieci anni a questa parte, riporta che dall'esito degli incontri col titolare gli risulta che "almeno al momento non si parla di chiusure". La vice, Cosetta Gattamelati, afferma che "anche i sindacati sono più tranquilli rispetto a quanto sembrava in un primo momento". "L'azienda è sana e in crescita, leader nel suo settore, con contatti in ogni parte del mondo".

Il motivo che ha fatto parlare sulla stampa nei giorni scorsi pare riconducibile anche ad un irrigidimento della proprietà in seguito ad un episodio di furto commesso da un dipendente. "Ma ora Giangolini vuole riappacificare la situazione interna", dice sempre la Gattamelati.

L'invito finale è comunque a chi siederà a giorni sullo scranno massimo comunale - in sala, tra il pubblico, sono presenti Bini, Ugolotti, un candidato della lista Genitoni - a "monitorare la situazione".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

9 Commenti

  1. Spostare la produzione per via di un furto è una frottola a cui spero non creda nessuno.

    (Serb)

    Rispondi
  2. Sono d’accordo, quello che dice Giangolini vale zero, lui ha sempre un fine a quello che dice e fa, lancia la palla e resta a vedere quello che succede…

    (Blind)

    Rispondi
  3. E’ bene precisare per correttezza di informazione che il dipendente accusato di furto è stato di fatto assolto. La sentenza è disponibile presso il Tribunale di Reggio Emilia. E’ inutile quindi continuare con questa scusa.

    (Enrico)

    Rispondi
  4. Come funzionario sindacale della Fiom-Cgil chiedo al vicesindaco di non parlare per portavoce dei sindacati, anche perchè ad oggi la situazione non è rientrata e il sottoscritto e tutt’altro che tranquillo e vorrei che la Termoidraulica GL chiarisca cosa vuole fare, anche perchè ad oggi rimane aperta la volontà di chiudere il reparto produttivo. Visto che siamo in piena campagna elettorale chiedo un impegno alla politica, così attenta a situazioni occupazionali, di interloquire con le parti in causa.

    (Alessandro Gabbi Fiom-Cgil)

    Rispondi
    • Spero che i sindacati facciano sentire la loro voce in fabbrica così come su Redacon, piuttosto che sperare nella politica. Mi pare già un buon risultato che nessuno creda alla “questione furto”. Cordialità.

      (Serb)

      Rispondi
  5. Purtroppo ad oggi non ci sono le condizioni per stare tranquilli. Siamo in attesa di incontrarci nuovamente con la direzione aziendale per capire fino in fondo le reali intenzioni. Comunque resta sul tavolo la comunicazione della chiusura del reparto di produzione forni dove sono occupate 20 persone.

    (Luca Ferri, Cisl Castelnovo ne’ Monti)

    Rispondi
  6. Spettabile signor Gabbi, lo chieda al candidato sindaco M5S nonchè braccio destro della ditta in questione. Grazie.

    (c.r.)

    Rispondi
  7. Mi ero dichiarato sostanzialmente soddisfatto delle risposte ricevute in Consiglio. Le dichiarazioni del sindacalistica Fiom confermano a tutt’oggi l’intenzione di chiudere il reparto produttivo cioè il cuore dell’azienda. Dispiace a fine mandato, dopo essersi fatti vicendevolmente anche i convenevoli di rito, dichiarare la propria delusione e a questo punto l’insoddisfazione per le risposte fornite. Voterò la lista Bini con disincanto. Mi auguro che in futuro, se sarà eletto, sappia gestire diversamente le situazioni. Vedremo.

    (Luigi Bizzarri)

    Rispondi
  8. Non so se a Castelnovo vi sia un personaggio dichiaratamente più di sinistra quanto Luigi Bizzarri… né un cittadino di destra più del sottoscritto. Però, incontrandolo per caso nei giorni scorsi, ho sentito la necessità per congratularmi col consigliere uscente Bizzarri per la passione che ha intriso in questi anni il suo ruolo in Consiglio comunale. Permettetemi di farlo anche pubblicamente. Grazie.

    (Umberto G.)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48