Provinciale 91, cominciano i lavori di ripristino

Inizieranno la prossima settimana i lavori di ripristino del ponte sul Secchia della Sp 91, che da Collagna porta a Vaglie di Ligonchio, chiuso dallo scorso novembre a causa delle intense precipitazioni autunnali che avevano investito la nostra montagna. "La Provincia di Reggio Emilia, in raccordo con i Comuni di Collagna e di Ligonchio, si era subito attivata per poter reperire i finanziamenti necessari per effettuare gli interventi di ripristino, chiedendo un contributo anche alla Protezione civile della Regione Emilia-Romagna, considerato l'attuale stato di forti tagli alle risorse economiche dovute al susseguirsi delle disposizioni statali in materia finanziaria e delle norme sul riordino degli Enti locali”, spiega l’assessore provinciale alle Infrastrutture Alfredo Gennari sottolineando come “nonostante questo contesto di difficoltà, il costo dell'intervento, pari a 250mila euro, sia stato finanziato con fondi provinciali e con il contributo della Protezione civile, che ha accolto le nostre richieste".

PonteI lavori di ripristino del ponte sul Secchia saranno avviati a metà della prossima settimana, mentre già da lunedì sono previsti gli incontri tecnici preparatori per organizzare. L'intervento consiste nel ripristino delle porzioni deteriorate, ma sarà rivolto anche al miglioramento e consolidamento dell'intero ponte al fine di rinforzarne la struttura. I lavori permetteranno inoltre di migliorare la sicurezza della struttura: oltre al ripristino dell’asfalto, saranno infatti installate nuove barriere stradali laterali.

Il ponte della Sp 91 sul Secchia era stato chiuso al transito lo scorso novembre, nell'ambito dei periodici controlli effettuati dalla Provincia sulla viabilità in generale e sui ponti della nostra montagna in particolare. Le forte piogge che si erano susseguite lo scorso autunno, come noto, hanno infatti provocato ingenti danni su numerosissimi tratti stradali, in particolare nel settore montano.  Proprio i ponti sono le infrastrutture che per prime risentono delle piene dei torrenti e del conseguente trasporto di detriti che, nel caso della Sp 91, avevano eroso una porzione della base della pila centrale. I forti eventi temporaleschi avevano inoltre danneggiato una porzione del muro laterale e provocato consistenti avvallamenti, alcune rotture del manto stradale e il distacco di materiale dalla stessa sede stradale.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Quel problema che ha causato la caduta del muro portante di sasso l’avevo già segnalato in Comune a Collagna circa due anni fa con tanto di foto. Il problema fu segnalato alla Provincia che non effettuò nessuna riparazione e così si è arrivati a questo. Non si può dare la colpa del problema alle forti piogge bensì alla mancata manutenzione ordinaria che si potrebbe risolvere con poco ma che se non effettuata porta a conseguenze più gravi con spese decuplicate a danno della comunità, ma questo secondo me è uno dei problemi generali della nostra montagna e non solo; facile dire dopo “a causa delle forti piogge”.

    (Borghesi Luigi)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48