Home Cronaca Il giorno dopo: i nuovi sindaci. Tra trionfi e vittorie sul filo...

Il giorno dopo: i nuovi sindaci. Tra trionfi e vittorie sul filo del rasoio

2
15

I numeri renziani record alle europee contribuiscono certo a calmierare le possibili novità nei comuni montani. Ma, certo, le sorprese o gli spaghetti per l'enclave del centrosinistra in montagna non sono mancate.

Conferme tranquille per  Fiocchi a Villa Minozzo e per Bedeschi a Viano (singolare, il patron Grassi della Elettric 80 non ottiene un plebiscito di voti, nella lista di sostegno a Bedeschi, ma è secondo).

Uniche liste, hanno sfidato solo il quorum Pedrini e Busana e Dolci a Ramiseto, qui con qualche brivido in più.

E pure la vittoria di Bini a Castelnovo ne' Monti, sia pure non nella misura che s'è registrata (quasi l'80%), era quanto ci si aspettava. Piuttosto i 5 Stelle non confermano il dato delle europee, 3 i consiglieri stellati d'opposizione, guidati da Genitoni, e 2 quelli per Ugolotti (centrodestra).

Pure Baiso premia largamente Corti, che ha superato Ovi 2009 (che però se la vedeva con due liste concorrenti invece che solo una).

Più combattute le tenzoni in quel di Vetto, dove l'ha spuntata Fabio Ruffini ai danni di Renzino Fiori, battuto, come nel 2009, per 53 a 47 (%), e a Toano, dove tradizionalmente c'è un buon serbatoio di voti che guardano al centrodestra, ove l'ha spuntata l'ex assessore all'agricoltura in Comunità Montana, il professor Volpi: ma solo per 51 a 49 (%).

Una vittoria acchiappata per 3 voti da Pregheffi a Ligonchio.

La sorpresa di chiama Carpineti, dove una lista civica (in larga misura di esponenti di centrosinistra, con innesti di centrodestra) scalza il partito. Le primarie da un lato (chi ha perso è andato altrove), ma anche la voce "discarica" ha sicuramente fatto la sua come dimostrano i numeri impietosi nel seggio oltre il monte (dove affonda le radici il movimento per la chiusura di questa cloaca regionale), dalla parti di Valestra: un'affermazione magari non ampia numericamente (52,7 a 47,3) ma significativa: il nuovo sindaco si chiama Borghi e, all'opposizione, ci sarà Baldelli, vicesindaco uscente.

* * *

Correlati:

Elezioni in Appennino reggiano / Le percentuali di affluenza alle ore 12. AGGIORNAMENTI SUCCESSIVI – Tutti i sindaci eletti e le percentuali (25 maggio 2014)

Articolo precedenteEcco a voi… Silvano Scaruffi e Benedetto Valdesalici martedì ore 17 e replica giovedì alle ore 10. FILE ASCOLTABILI
Articolo successivoCastelnovo in modalità “Las Vegas”

15 Commenti

  1. Per correttezza di cronaca é bene ricordare che il gruppo che ha perso le primarie a Carpineti con Teggi, incluso il sottoscritto, non é andato altrove ma ha supportato Baldelli. Grazie.

    (Matteo Manfredini)

    • Io credo che la maggior parte dei componenti il gruppo che ha perso le primarie a Carpineti siano andati altrove come da vox populi e testimonianze.
      La storia delle primarie è stata caratterizzata dal lavorare contro la vecchia amministrazione e non sostenendo le proprie proposte. Questo ovviamente ha contribuito a rafforzare la platea dei CONTRO QUALCUNO e non per QUALCHE COSA, strategia adottata anche dalla lista vincitrice; mi viene da dire che gli avete fatto un bel passaggio da gol e loro hanno fatto poca fatica a segnare.
      Questo risultato, comunque sia stato ottenuto, è l’espressione della volontà popolare e quindi auguro buon lavoro ai nuovi eletti e spero proprio che si adoperino per il BENE di CARPINETI.
      Sarei felice che si sfatasse la mia convinzione che FARE BENE è molto più difficile che DARE SEMPRE CONTRO A CHI STA FACENDO.

      (Una cittadina speranzosa)

      • “platea dei CONTRO QUALCUNO (…) strategia adottata anche dalla lista vincitrice” …???
        a me non sembra proprio…la lista di Borghi ha illustrato una vagonata di proposte, ho avuto occasione di ascoltarli a più riprese e quello che ho visto è affiatamento e soprattutto voglia di fare, non voglia di dar contro a qualcuno.
        La lista appoggiata dal PD ha avuto il suo momento, ha avuto modo di presentarsi, erano straconvinti di vincere, gli è andata male, anche perchè i cittadini, a mio parere, si erano stancati della vecchia amministrazione e hanno voluto dare fiducia a una lista nuova, per vedere come va a finire.
        Quello che è emerso dalle elezioni carpinetane è la disperata voglia di un’amministrazione giovane, sia in maggioranza sia in minoranza. Non è un caso che Enrico Rossi (28 anni) e Davide Annigoni (30 anni) abbiano ricevuto più preferenze in entrambe le liste : abbiamo voglia di gente GIOVANE ma soprattutto NUOVA. Carpineti ha bisogno di voglia di fare, di novità, non di radicalismo.
        Ora capisco che ad attaccare le persone e a sparare cattiverie si fa sempre meno fatica che ragionare e ammettere di aver perso, sbagliato o essersi semplicemente illusi, ma diamoci un taglio e iniziamo tutti a ragionare per il “BENE di CARPINETI”.

        (Michela)

  2. Caro signor Manfredini,
    avendo seguito da vicino la campagna elettorale di Baldelli, non ho visto nessuno del gruppo sconfitto alle primarie supportarlo. Stefano Baldelli e la sua squadra hanno affrontato la campagna elettorale onestamente e a testa alta, escono sconfitti ma fiduciosi nel futuro… si sa che l’onestà non paga nell’immediatezza. Ho visto più che altro un partito democratico spaccato e una lista civica che assomiglia, più che altro, ad un bel minestrone….
    Il comune di Carpineti, ora più che mai, ha bisogno di auguri…… comunque penso che la lista civica non suderà molto a mettere a posto questioni già avviate da una precedente amministrazione, ne prenderà sicuramente i meriti.
    Speriamo non faccia troppi danni

    (un cittadino)

  3. Cercando di giustificarti, ammetti solo l’errore.
    Unica cosa certa abbiamo perso, ringrazio ugualmente, a nome di tutta la lista, le persone che si hanno sostenuto .

    (Matteo Rossi)

  4. Solo una curiosità che è nata in questa recente campagna elettorale: perché gli articoli non sono firmati da chi li scrive? Perché noi lettori non possiamo sapere di chi sono le parole e le idee che troviamo su questo sito? Grazie x la risposta che vorrete darmi….perché i commenti vengono pubblicati e ottengono risposta vero???

    (Ross98)

    NOTA DELLA REDAZIONE: Una risposta data e ridata. Riportiamo le notizie prime di tutto. Siamo un sito di informazione e in quanto tale esprimiamo la notizie del lavoro di un gruppo, al pari degli altri giornali che si comportano analogamente dalla nascita dei media. Il firmare o meno un pezzo (della redazione o di contributi esterni) è sia una scelta che un diritto: prima di tutto una libera scelta della redazione e/o dell’articolista, quindi un diritto regolato in Italia per altro dalla legge del “diritto d’autore”. PS: Una curiosità: perchè lei si firma Ross98?

    • Mi firmo ross98 perché mi piace e anche perché voi, comunque, sapete bene chi sono visto che è obblogatorio mettere nome e cognome quando si invia il commento! Ma, del resto, si sa bene anche chi scrive questi obiettivissimi articoli per voi relativamente in particolare a Carpineti! Si….effettivamente era una domanda inutile la mia…

      (Ross98)

      NOTA DELLA REDAZIONE: Se non le piace quanto pubblichiamo su Carpineti (siano essi comunicati del Comune, articoli o punti di vista) è liberissima di leggere altrove e qui chiudiamo.

  5. Caro Matteo che dichiarazione, sono i primi rimorsi ?
    è come se hai perso il mondiale 1 a 0 con un autogoal….
    il risultato è che abbiamo perso, ringrazio a nome di tutti i candidati chi ha creduto in noi, continuando a vigilare e portare avanti nostre idee stando vicini alla gente.

    (Matteo Rossi)

  6. Proprio come hai fatto te caro ex assessore Matteo Rossi che in cinque anni non ti sei fatto vedere!!!e per non parlare delle uscite che avete fatto con Insieme per Carpineti che ceri poche volte!!!

    (Uncittadinodelusodelpassato)

  7. Non ritengo sia questa la sede per discutere a caldo il risultato delle elezioni di Carpineti. Pero’ ci tengo a sottolineare un paio di cose: il programma di Teggi si componeva di diverse pagine di proposte, idee innovative e della strada per attuarle. Lo abbiamo scritto assieme a tante persone ed é stato condiviso da tutto il PD.
    Ognuno é libero di pensare cio’ che ritiene più opportuno, ma noi abbiamo sostenuto la lista del PD, che comunque non ha perso 236 voti (i nostri alle primarie) ma 556 rispetto alle elezioni del 2009.

    Matteo, lo dico senza polemica, vuoi incolpare noi di autogol… temo che sia proprio per questo modo di ragionare che il PD a Carpineti abbia perso.
    Il rimpianto é il vano pascolo di uno spirito disoccupato diceva D’Annunzio.. e francamente, in questo momento, é un sentimento che non mi appartiene

    (Matteo Manfredini)

  8. Sig. Manfredini se questa non è la sede per discutere del risultato, perché si è affrettato (primo commento di questo articolo) a precisare che chi ha sostenuto Teggi prima ha sostenuto Baldelli poi?
    Grazie

    (Cristian silvestri)

  9. E’ dubbia l’affermazione che il programma di Teggi sia stato condiviso da tutto il PD, come è dubbia l’affermazione che abbiate sostenuto la lista del PD di Carpineti. Forse e dico forse avete sostenuto il PD alle europee. Detto ciò, mi viene da pensare che anche gli “erpes” si presentano ad ogni cambio stagione, in questo caso ogni 5 anni a fine legislatura, saluti.

    (Luciana)

  10. Non so mai come scrivere alla redazione, ignoro molte cose, cioè non le conosco, ma in questi anni di montagna diciamo in quel di Felina vi seguo e riconosco le vostre fatiche per rimanere voce libera ma credente nel dare informazione, punto. Volevo solo dirvi questo, il resto per i signori e barra signore abbiamo vissuto un momento di ricambio democratico, conferme di alcuni e ballottaggi altrove continuiamo la passione sperando sempre di non offendere nessuno… Adesso per 5 anni vedremo… Cmq grazie redazione.

    (Antonio Curcio)

  11. Il sindaco Martino Dolci: “Sono soddisfatto del risultato e che il senso civico abbia prevalso e ringrazio i miei elettori per la fiducia rinnovata; ciò ci permetterà di portare a completamento i progetti iniziati nella precedente legislatura”. Tutta la lista “Futuro nel crinale” di Ramiseto vuole ringraziare gli elettori per la fiducia accordata e per il grande senso di responsabilità che hanno dimostrato anche in questa anomala situazione, dove la partecipazione al voto era indispensabile.

    (Lista “Futuro nel crinale” di Ramiseto)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.